Comic-Con: Henry Cavill mascherato "trolla" il cast di Suicide Squad

Quel gran burlone di Superman. Henry Cavill si è presentato con la maschera di Guy Fawkes al panel di Suicide Squad e ha "trollato" i colleghi, fingendosi un fan.

La forza non gli fa difetto e, a quanto pare, neppure il senso dell'umorismo. Di chi stiamo parlando? Di Superman o, per meglio dire, del suo ultimo interprete sul grande schermo, Henry Cavill. L'attore inglese, infatti, ha approfittato dell'usanza del Comic-Con di travestirsi per "trollare" il cast di Suicide Squad.

Per aggirarsi indisturbato tra gli stand e i vari panel senza che nessuno lo riconoscesse, a Henry è bastato indossare la maschera di Guy Fawkes, resa celebre dal film V per Vendetta. Il protagonista della nuova saga dedicata all'Uomo di Acciaio si è fatto diversi selfie con altri cosplayer e poi ha puntato i colleghi dell'attesissima pellicola ispirata ai fumetti DC Comics.

Qui ha chiesto una foto a Will Smith e, mentre "Deadshot" guardava nell'obiettivo, ha sollevato la faccia sorridente del cospiratore cattolico, mostrando il suo volto. Quando l'alter ego del mercenario arcinemico di Batman si è voltato per salutare quello che credeva un fan, la sua sorpresa è stata enorme, come dimostra il video qui sotto.

Dopo, Henry ha salutato il resto del cast, facendosi autografare la t-shirt di Suicide Squad che indossava e scambiando alcune battute con Joel Kinnaman, che nella pellicola è il militare a capo della task force di super criminali Rick Flag, e Jared Leto, interprete di quello che si annuncia come il Joker più inquietante e folle mai visto.

Ufficialmente, la presenza dell'attore inglese al Comic-Con è connessa alla presentazione di Justice League, ma i fan dell'universo DC Comics non hanno potuto evitare di chiedersi se lo scherzo dell'interprete dell'Uomo di Acciaio abbia in qualche modo a che fare con il modo in cui Suicide Squad potrebbe essere collegato a Batman v Superman.

Per saperlo, non resta che attendere il 13 agosto 2016, giorno in cui il film diretto da David Ayer arriverà (finalmente!) nei cinema italiani.

Leggi anche

      Cerca