Ecco perché in The Walking Dead non si usa mai la parola zombie

Robert Kirkman, produttore esecutivo e creatore dei fumetti di The Walking Dead, ha spiegato la scelta curiosa di non usare la parola 'zombie' nella serie TV.

Una delle tante curiosità che girano intorno a The Walking Dead riguarda la parola "zombie". I fan più attenti si saranno accorti che la parola non viene mai utilizzata in 7 stagioni. Nemmeno una volta. 

Tanti sono gli appellativi utilizzati dai personaggi, primo su tutti "vaganti'".

Ma perché questa scelta?
Robert Kirkman
, creatore dei fumetti e produttore esecutivo di The Walking Dead, ha spiegato la motivazione durante la sua partecipazione al programma Conan, come ha riportato E!Online:

Beh, la tradizione degli zombie è molto popolare. Volevamo evitare quel concetto di 'Ehi, perché quel personaggio non spara in testa a quello zombie come ho visto in tutti i film.' Volevamo dare l’idea che nell’universo di The Walking Dead non fosse mai esistita la cultura dello zombie.

Ed ecco spiegato perché niente "zombie". Gli zombie, nella storia di Rick e i gli altri sopravvissuti, non sono mai esistiti come li intendiamo noi.

In poche parole, Rick Grimes, Daryl Dixon, e sì, anche Negan, non hanno idea di cosa sia L'Alba Dei Morti Viventi o 28 Giorni Dopo, né hanno mai letto fumetti o storie dedicate ai morti viventi. Nella cultura popolare di The Walking Dead i vaganti sono stati i primi "zombie" che i nostri personaggi hanno incontrato nella loro vita.

Un’idea originale, no?

In attesa di altre sorprese e curiosità dal mondo di The Walking Dead, continuiamo a seguire le avventure dei protagonisti, ogni lunedì alle 21.00 su FOX.
Ecco l'anteprima del prossimo episodio, il finale di mid-season.

Leggi anche

      Cerca