Millie Bobby Brown avrebbe potuto essere X-23 in Logan

La giovane star di Stranger Things racconta a Variety il suo provino più importante.

Undici avrebbe potuto essere X-23.

Proprio così: la giovane attrice che interpreta l’enigmatica Undici nella serie targata Netflix aveva sostenuto l’audizione per affiancare Hugh Jackman in Logan - The Wolverine. Lo ha rivelato la stessa Millie Bobby Brown a Evan Rachel Wood.

In questa lunga intervista per la serie “Actors on Actors” di Variety, la giovane attrice britannica ha raccontato molto di sé e dei suoi esordi. Nonostante qualche rifiuto e qualche provino insolito, la Brown ricorda in maniera positiva l’audizione per il ruolo di X-23 tenuta davanti a Logan in persona (Hugh Jackman) e al regista James Mangold.

Pensavo: 'Sarà fantastico. Devo prepararmi bene.' Mi sono seduta in camera mia e ho letto le battute. Mi sono sentita una vera attrice durante quel provino con Hugh Jackman e James Mangold seduti davanti a me.

Come sappiamo non è stata lei ad interpretare quel ruolo, bensì Dafne Keen, ma la protagonista di Stranger Things ha apprezzato il lavoro della sua collega e ha visto il proprio provino come un momento di crescita.

Altra curiosità svelata durante l’intervista riguarda il suo modo di affrontare le audizioni… tutte con accento americano, nonostante le sue chiare origini inglesi.

X-23 nel film sui mutanti Marvel

Come accennato prima, la parte della giovane X-23 è stata assegnata a Dafne Keen, che ha interpretato magistralmente il suo ruolo. A confermarlo gli stessi Logan e Professor X, che hanno avuto il piacere di lavorare con lei sul set.

Il provino della Keen è stato interessante e particolare, tanto da colpire veterani come Jackman e Stewart, ed è per questo che ha ottenuto l'importante ruolo della “figlia di Logan”.

Il film ha avuto molto successo, nonostante il suo aspetto più introspettivo rispetto ai capitoli precedenti. Per alcuni ha segnato la fine di un’era, Hugh Jackman ha interpretato Logan per l’ultima volta, così come Patrick Stewart il Professor Charles, mentre per altri, Dafne Keen appunto, è stato un trampolino di lancio.

Per Millie Bobby Brown andrà meglio la prossima volta ma, come lei stessa ha confermato, la sua determinazione non verrà mai meno e davanti ai registi esordirà sempre così: "Sono davvero perfetta, dovreste assumermi assolutamente".

Leggi anche

      Cerca