American Horror Story: Cult, la sigla d'apertura

American Horror Story: Cult, ambientata in concomitanza con le elezioni presidenziali americane, ci parlerà anche del passato. Lo dimostra il video con la sigla d'apertura, diffuso su Twitter e ricco di spunti di riflessione...

American Horror Story: Cult. La maschera di Trump nella sigla d'apertura

Habemus sigla(m). L'account ufficiale di American Horror Story: Cult su Twitter ha diffuso il video con la sigla d'apertura della nuova stagione.

Come da tradizione, si mantiene la terrificante colonna sonora (arrangiata in "versione banda" per la patriottica occasione) che ci ha accompagnati fin dal principio e si adeguano le altrettanto terrificanti immagini ai nuovi episodi.

Immagini che non tradiscono le aspettative: le tematiche individuate dai teaser e dal poster ufficiale emergono anche dalla sigla.

Ryan Murphy e Brad Falchuk sanno bene quello che fanno. E in questo video l'America, con le sue contraddizioni e le sue paure, è protagonista assoluta.

Ci sono gli ormai immancabili (e spaventosi) clown, la bandiera americana insanguinata, parecchi coltelli e naturalmente i riferimenti politici.

Espliciti, con le maschere di Donald Trump e Hillary Clinton sullo sfondo di una scenografia in puro stile Guerra di Secessione.

Sappiamo che le elezioni presidenziali faranno da sfondo alla narrazione, nella nuova stagione.

E ora, grazie alle nuove immagini da Twitter, sappiamo anche che la storia americana avrà un ruolo importante in un racconto che promette, come sempre, di terrorizzarci ma soprattutto di farci riflettere sui mali della società moderna.

Con riferimenti a un passato che, a quanto pare, ha ancora molto da dire...

Leggi anche

      Cerca