The Truman Show: le frasi e le scene più memorabili dal film con Jim Carrey

Diretto nel 1998 da Peter Weir, The Truman Show è un film con Jim Carrey nei panni di Truman, un uomo da sempre vive in un vero e proprio reality show. Ecco le frasi e le scene più celebri del film.

Paramount Pictures Jim Carrey in The Truman Show

Drammatico, intenso e divertente al tempo stesso, The Truman Show è uno di quei film che sicuramente sono destinati a catturare l'attenzione del pubblico e a far riflettere enormemente sullo spesso, labile, confine tra finzione e realtà. 

Agli albori della diffusione capillare dei grandi reality show in tutto il mondo, The Truman Show rappresenta l'estremizzazione della nascente moda di raccontare in TV in televisione, proprio attraverso i reality, la propria vita, portando alla luce temi importanti e scatenando domande tanto legittime quanto scomode.

Diretto da Peter Weir (L'attimo fuggente), The Truman Show è stato interpretato nel 1998 da Jim Carrey, sino ad allora conosciuto prevalentemente per ruoli comici. Candidato a tre premi Oscar e vincitore di tre Golden Globe e di tre BAFTA, il film è ispirato parzialmente ad un episodio della nota serie TV Ai confini della realtà e vede come protagonista Truman Burbank, trentenne apparentemente gioioso e sempre sorridente, ignaro di essere il protagonista assoluto di un show televisivo, il Truman Show. Si tratta di un racconto della sua vita, ripresa in diretta sin da quando è nato.

Paramount Pictures

Sottratto ad una gravidanza indesiderata, Truman è stato, infatti, "adottato" da una produzione televisiva. A spiegarci la storia è un'intervista a Christof (uno straordinario Ed Harris), il regista dello spettacolo, che spiega il successo dello show in tutto il mondo. Tramite una serie di flashback assistiamo a diverse fasi della vita di Truman, inconsapevole di ciò che gli è accaduto. Almeno fino a quando una serie di eventi, causati dal deterioramento del set in cui Truman vive il nostro protagonista comincia a sospettare che qualcosa non vada nella propria vita oltre a manifestare un senso di insofferenza che vorrebbe portarlo ad evadere dalla (finta) realtà in cui vive...

Prevedibilmente, The Truman Show è una pellicola ricca di frasi che hanno lasciato il segno e di scene a dir poco memorabili. Scopriamole insieme.

The Truman Show - Le citazioni più belle

  • Siamo veramente stanchi di vedere attori che ci danno false emozioni, esauriti da spettacoli pirotecnici o effetti speciali. Anche se il mondo in cui si muove è in effetti per certi versi falso, simulato, non troverete nulla in Truman che non sia veritiero. Non c'è copione, non esistono gobbi. Non sarà sempre Shakespeare, ma è autentico. È la sua vita. (Christof)
  • Caso mai non vi rivedessi, buon pomeriggio, buonasera e buonanotte! (Truman Burbank)
  • Noi accettiamo la realtà del mondo così come si presenta, è molto semplice. (Christof)
  • È tutto reale... è tutto vero... non c'è niente di inventato... niente di quello che vedi nello show è finto... è semplicemente controllato.
  • Potrebbe capitare a te. It could happen to you. (è quello che si legge sul poster di una agenzia di viaggi di Seahaven, che immortala un aereo colpito da un fulmine)
  • Chi dorme non piglia tempo, chi ha tempo non aspetti pesce. (Truman Burbank)
  • Potrebbe andarsene quando vuole. Se fosse qualcosa di più di una vaga aspirazione, se fosse assolutamente determinato a scoprire la verità, noi non potremmo fermarlo…Truman preferisce la sua cella! (Christof)
  • Le Fiji! Non puoi spingerti più lontano senza dover tornare indietro. (Truman Burbank)

I dialoghi più famosi

Sylvia e Truman

Paramount PicturesSylvia e Truman in The Truman Show
Sylvia e Truman in The Truman Show

- Sylvia: Eccoli…

 - Truman Burbank: Che vogliono?

 - Sylvia: Truman ascoltami bene, tutti quanti sanno quello che fai, fingono, credimi. Capisci quello  che sto dicendo? Fingono tutti

- Truman Burbank: Lauren io…

 - Sylvia: No no no no, io non mi chiamo Lauren, Sylvia, io mi chiamo Sylvia

Meryl e Truman

Paramount Pictures

- Truman: Partiamo subito!

 - Meryl Burbank: Cosa?

 - Truman: Io sono pronto perchè aspettare? Chi dorme non piglia tempo, chi ha tempo non aspetti pesce, giusto? Ahahahahah  (parte sgommando)

 - Meryl Burbank: Truman? Che cosa fai? … Truman???

 - Truman: Chissà dove andremo, dove ci porterà il vento?

 - Meryl Burbank: Truman dove stiamo andando???

 - Truman: Non lo so! Dove mi  porta il mio istinto! Ahahahah

 - Meryl Burbank: AhAh!

 - Truman (girando di continuo in una rotonda): Qualcuno mi aiutiii!!! Sto seguendo il mio istinto!!!

 - Meryl Burbank: Oh, poveri noi!

 - Truman: Niente più Fiji! Non  possiamo andarci in macchina alle Fiji vero??? Ahahahahah

 - Meryl Burbank: No, ahah!

 - Truman: Che cosa ne pensi di Atlantic City!

 - Meryl Burbank: Oh, non ti è mai piaciuto giocare d’azzardo!

 - Truman: Hai ragione, è così, è vero.

 - Meryl Burbank: E allora perchè ci vuoi andare? Truman: Perchè non ci sono mai stato! La gente va a visitare posti che non conosce, giusto???

 - Meryl Burbank: Truman? Truman mi sta venendo da vomitare.

 - Truman: Beh, siamo in due!  (esce dalla rotatoria e si dirige verso Atlantic City, trovando all’improvviso la strada piena di traffico) …Bloccata ogni via d’uscita! Sono perfettamente sincronizzati!

 - Meryl Burbank: Vuoi dare la  colpa a me se c’è traffico?

 - Truman: Dovrei?

 - Meryl Burbank: …Truman, torniamo a casa…

 - Truman: Hai ragione. Potremmo restare bloccati quì per ore. Magari è così fino ad Atlantic City. Torniamo indietro.  Mi dispiace, non so cosa mi è preso. (tornano indietro velocemente)

 - Meryl Burbank: Per favore, puoi rallentare?

 - Truman: Sì che posso!

 - Meryl Burbank: Truman, Truman, dobbiamo girare quì!

 - Truman: Lo so, ho cambiato di nuovo idea. Com’è New Horleans in questo periodo? C’è il Carnevaleeee!!!!!!!

The Truman Show - Le scene più memorabili

Sognando le Fiji

Truman gioca a golf in compagnia di un amico ed evidenzia segni di insofferenza verso un mondo che sembra oramai del tutto soffocarlo. Il suo sogno è andare alle Fiji, un posto tanto lontano dal quale non poter più tornare indietro...

Truman incontra suo padre per la prima volta

Truman incontra per la prima volta suo padre scomparso in mare. Un scena, ovviamente, orchestrata da Cristoph, intensa e toccante, ma frutto dell'abile e sapiente lavoro della produzione e, pertanto, completamente fasulla come il resto della vita di Truman.

La scena finale

Tra le scene sicuramente più emblematiche e significative di The Truman Show c'è quella finale che porta Truman alla dura scelta tra vivere in un mondo creato ad hoc per lui e il mondo reale, che lui non conosce e che, sicuramente, fa paura.

Cristof, il creatore dello show, invita Truman a restare nello spettacolo guardato da milioni di persone in tutto il mondo, protetto dalle insidie di una realtà ricca di ipocrisie e di inganni in cui avrebbe solo da temere. 

Non ci resta che invitarvi a riguardare questa pellicola, diventata un piccolo cult del cinema di tutti i tempi, e augurarvi buona visione!

Leggi anche

      Cerca