Shark - Il primo squalo: le scene più sanguinose e gore sono state tagliate!

Il regista di Shark - Il primo squalo, Jon Turteltaub, ha dichiarato, nel corso di un'intervista, che molte scene violente e sanguinose del film sono state tagliate. Ecco le sue dichiarazioni.

Warner Bros. Il megalodonte tenta di mangiare una sommozzatrice

Mancano ormai pochissimi giorni all'uscita nei cinema italiani di Shark - Il primo squalo, l'atteso shark movie con Jason Statham e Li Bingbing alle prese con un gigantesco esemplare di Megalodonte, animale ritenuto estinto da secoli.

Facile, dunque, immaginare che questa pellicola, costata ben 150 milioni di dollari, presenterà al pubblico di tutto il mondo incredibili scene di morti sanguinose e violente. E invece no, ciò accadrà soltanto in parte.

Intervistato da Bloody Disgusting, il regista Jon Turteltaub si è infatti rammaricato di aver dovuto tenere in qualche modo a freno il gore per poter offrire il film alla visione del maggior numero possibile di persone:

Sono molto dispiaciuto per il fatto che il film non sia maggiormente sanguinoso o disgustoso. Mia moglie ne è contenta e sono contento che i miei figli possano vedere il film, ma il numero di morti davvero terrificanti, disgustose e sanguinarie che avevamo ideato e che non abbiamo inserito alla fine è tragico. C’era della roba davvero buona che non è sopravvissuta al montaggio finale.

Il regista ha effettivamente girato delle scene di morti davvero molto cruente, ma in fase di post-produzione è stata presa la decisione che Shark - Il primo squalo dovesse essere adatto anche per gli adolescenti e dovesse avere rating non superiore al PG-13 (ovvero un film vietato ai minori di 13 anni non accompagnati da un adulto).

Abbiamo girato e anche realizzato un sacco di effetti visivi per le scene più cruente. Poi ci siamo resi conto che non sarebbe stato possibile mantenere questo PG-13 se le avessimo mostrate. È un film troppo divertente per non permettere a quelle persone che non amano il sangue e a quelle che hanno, diciamo, meno di 14 anni di andare a vederlo. Ero molto riluttante a tagliare un sacco di sangue e gore. Non avrei mai approvato se pensassi che ciò avrebbe distrutto la storia ma non era questo il caso. Era ancora tutto OK. 

Se sperate che, in futuro, la versione Home Video di questo film possa contenere tutte le scene tagliate dal regista per esigenze relative alla censura come accaduto per diversi film horror, sappiate che, in questo caso, potrebbe non essere così:

Il problema oggigiorno con quei DVD senza censura è che avevi un sacco di scene facili da girare o lasciare sul pavimento della sala di montaggio. Ora finire una scena in VFX costa milioni. Nessuno spenderà milioni di dollari solo per avere un filmato extra.

Turteltaub ha rivelato anche un piccolo, piccolissimo, spoiler relativo alla trama di Shark - Il primo squalo:

Non voglio rovinare nulla ma nel film c'è la morte di uno dei personaggi principali mentre pensi che sia ancora vivo e invece capisci dopo che si tratta solo della sua testa. Rivelare ciò che ne era rimasto sarebbe stato fantastico, ma è inutile dire che alcune persone ci hanno detto che sarebbe stato inquietante e quindi ho dovuto tagliarla.

Shark - Il primo squalo vede come protagonista Jason Statham nei panni di Jonas Taylor, un esperto sommozzatore specializzato in salvataggi in acque profonde. Taylor viene reclutato da un ricco e visionario oceanografo cinese, interpretato da Winston Chao, per salvare i membri di un equipaggio di un sottomarino che giace in avaria sul fondo dell'oceano, dopo essere stato attaccato da un grosso squalo.

Si tratta di un gigantesco esemplare di Megalodonte, una razza di squali ritenuta estinta da secoli. Jonas dovrà combattere contro il tempo per salvare l'equipaggio (del quale fa parte anche la sua ex moglie interpretata da Li Bingbing), ma quel che nessuno sa è che il sommozzatore ha già incontrato anni addietro il grosso squalo...

La pellicola arriverà nei cinema italiani il 9 agosto 2018. Siete pronti?

Leggi anche

      Cerca