Labyrinth 2 si farà: il copione del sequel è stato completato

Il sequel di Labyrinth ha già il suo copione: l'annuncio ufficiale è arrivato direttamente da Fede Alvarez, co-autore della sceneggiatura e regista del film.

Il regista Fede Alvarez ha completato la stesura del copione di Labyrinth insieme a Jay Basu. Il film dunque si farà e riporterà sul grande schermo il magico mondo dei pupazzi di Jim Henson, creatore dei Muppets.

La pellicola originale risale al 1986 e racconta la storia fantastica della giovane Sarah e del suo fratellino Toby. Sarah fa da baby sitter al piccolo, che si dimostra così irrequieto da indurla a desiderare che gli gnomi lo portino via. Il desiderio diventa magicamente realtà e Sarah dovrà attraversare il regno dei goblin per salvare Toby. Se non riuscirà a portare a termine la sua missione, il piccolo rimarrà nel regno dominato dal re Jareth. Il film ottenne un grande successo soprattutto per la presenza dei pupazzi e per l’interpretazione dei due attori protagonisti.

Jareth, infatti, aveva il volto e la voce di David Bowie, mentre Sarah era interpretata da Jennifer Connelly, 15enne all’epoca delle riprese. Purtroppo, il sequel non avrà nuovamente Bowie come protagonista, anche se il figlio Duncan Jones è stato coinvolto nel progetto in veste di produttore.

Fede Alvarez ha accennato al copione durante il tour di promozione del suo ultimo film Millennium - Quello che non uccide. Il regista ha fatto riferimento a un incontro con Lisa Henson, figlia di Jim Henson e CEO della casa di produzione intitolata al padre:

Siamo molto entusiasti. È sostanzialmente una continuazione del primo film molti anni dopo e non posso dirvi di più… ma abbiamo una sceneggiatura e siamo molto eccitati all’idea e vedremo dove andrà…È uno dei progetti di cui sono più entusiasta.

Al momento quindi non ci sono altre informazioni o dettagli, neppure sull’eventuale data di inizio delle riprese. Certo, sembra che il progetto proceda abbastanza rapidamente, con l’intenzione forse di sfruttare la buona accoglienza che il pubblico sta riservando ai sequel di film cult del passato. Basti solo pensare al successo al botteghino americano di Halloween, tornato sui grandi schermi dopo 40 anni dal film originale di John Carpenter.

Leggi anche

      Cerca