In lavorazione biopic su Rosa Parks: nuovo film dopo quello con Angela Bassett

Rosa Parks sarà protagonista di un nuovo film: l'attivista per i diritti dei neri sarà ricordata in un biopic, il terzo dopo quello con protagonista Angela Bassett.

Hollywood renderà omaggio a Rosa Parks e a pubblicare la notizia è Deadline. La casa di produzione Winter State Entertainment ha intenzione di girare un film sull’attivista nera che ha ispirato una importante protesta pacifica.

In realtà, non si tratta del primo progetto su Rosa Parks. Nel 2001 c’è stato il documentario Mighty Times: The Legacy of Rosa Parks, più tardi il film per la televisione The Rosa Parks Story con protagonista Angela Bassett (nella foto in testata) e poi un terzo film Behind The Movement, sempre per la televisione, incentrato sui tre giorni successivi all’arresto della Parks.

Chi è Rosa Parks

Il nuovo film si intitolerà Rosa e sarà scritto da Charlie Kessler e Hamid Torabpour. La storia ruoterà intorno a quelle 24 ore del 1 dicembre del 1955 in cui Rosa rifiutò di cedere il suo posto sull’autobus e venne arrestata dalla polizia di Montgomery, Alabama.

La giovane stava rientrando a casa dal lavoro ed era salita sull’autobus 2857. All’epoca erano in vigore le leggi sulla segregazione e sugli autobus i posti davanti erano riservati ai bianchi, mentre quelli in fondo erano riservati ai neri. I posti centrali, invece, erano misti.

Quel giorno Rosa aveva trovato un sedile libero nelle file centrali. La legge stabiliva, però, che i neri seduti al centro dovessero cedere il posto ai bianchi. Rosa si rifiutò di farlo e l’autista chiamò la polizia. La giovane era già nel movimento contro la segregazione. Svolgeva, infatti, l’attività di segretaria presso la sezione di Montgomery dell’Associazione nazionale per la promozione delle persone di colore (Naacp), di cui faceva parte anche un certo Martin Luther King.

La giovane fu rilasciata dopo poche ore, grazie alla generosità di un avvocato bianco vicino alla causa dei neri. I cittadini di colore di Montgomery decisero subito di appoggiare la sua protesta dando vita a un boicottaggio dei mezzi pubblici, previsto per il giorno del processo di Rosa (5 dicembre). La protesta divenne molto più seria del previsto e durò 381 giorni, durante i quali i tassisti neri abbassarono le tariffe per consentire a tutti di muoversi senza autobus.

Le richieste dei manifestanti arrivarono così fino alla Corte Suprema, che dichiarò incostituzionale la segregazione sui mezzi pubblici. Ed è a questa importante vittoria che ha contribuito il gesto di Rosa, la cui storia sarà ricostruita grazie all’aiuto della professoressa Jeanne Theoharis, autrice del libro The Rebellious Life of Mrs. Rosa Parks. La professoressa è entusiasta del progetto e ha dichiarato:

Mentre la maggior parte degli americani ha sentito parlare di Rosa Parks, i dettagli su quanto accaduto quella notte in cui è stata arrestata e quelli sulla sua vita fatta di attivismo politico e di coraggio sono in gran parte sconosciuti.

Secondo quanto riportato da Deadline, parte dei proventi del film saranno devoluti alla fondazione Rosa and Raymond Park Institute for Self Development, nata nel 1987 e intitolata a Rosa e a suo marito.

Ma chi interpreterà Rosa Parks? Tornate su NoSpoiler per i prossimi aggiornamenti sul cast del film.

      Cerca