L'Amica Geniale, qualche domanda alle piccole Lila e Lenù

Abbiamo rivolto alcune domande alle piccole protagoniste de L'Amica Geniale, la serie TV tratta dai libri di Elena Ferrante: ecco cosa ci hanno risposto.

Rai Fiction, HBO, TIMvision

L'amica geniale è il bestseller di Elena Ferrante che ha convinto HBO-RAI Fiction e Tim Vision a realizzare una serie TV (che sta andando benissimo) omonima. Noi di NoSpoiler abbiamo avuto modo di rivolgere qualche domanda alle due piccole interpreti delle giovani Lila (Ludovica Nasti) e Lenù (Elisa del Genio).

NoSpoiler: Per Elisa Del Genio, com’è stato imparare il napoletano da zero per la serie?

Elisa del Genio: Non è stato facile per me. Mia mamma è norvegese e a casa non si parla napoletano. Il nostro coach Antonio Calone è stato molto bravo e paziente. Mi ha aiutato moltissimo. Ora mi diverto a dire qualcosa in napoletano con gli amici per scherzare ogni tanto.

MF: Cosa avete provato quando siete state scelte: la produzione ha visionato centinaia se non migliaia di bimbe, per cui…

EDG: Ero felicissima, mi ricordo bene quando è arrivata la telefonata ero a via Posillipo con tutta la famiglia. Abbiamo festeggiato con un bel gelato tutti insieme.

Ludovica Nasti: Dopo 6 mesi di provini cominciati a marzo 2017 tra Napoli e Roma mi è stato comunicato a fine agosto che ero stata presa per il ruolo di Lila e per me è stata una grande gioia ed un'enorme emozione.

MF: Siete entrambe alla prima esperienza, perciò come è stato stare sul set, come vi ha aiutate Costanzo [Saverio Costanzo, il regista, n.d.r.]?

EDG: Sul set sono stati tutti fantastici con me. Mi hanno coccolato tantissimo, erano così simpatici che per me era una gioia. Non volevo che finisse. Saverio è stato la mia giuda, mi ha insegnato tanto. Mi ha lasciato fare, gli andava quasi sempre tutto bene. Prima delle scene però mi spiegava bene cosa voleva. È una persona meravigliosa.

LN: Certamente l'aiuto di Saverio è stato determinante per me, perché i suoi consigli mi sono stati molto utili, e abbiamo ancora un bellissimo rapporto.

edizioni e/oCover del libro L'amica geniale 1

MF: Dato che ora la serie è di successo e la stanno vedendo in tutto il mondo, come sono andati gli ultimi mesi, tra interviste red carpet e occasioni mondane?

EDG: Abbiamo fatto molti viaggi e visto posti incredibili. Per me è stato emozionante. Ora mi sono un po’ abituata e mi piace, è divertente.

LN: Dal festival di Venezia dove è stata presentata la serie TV era la prima volta che sentivo tanto clamore attorno a me e poi il red carpet è stato uno dei momenti che ricorderò per sempre: impossibile da raccontare ricco di emozioni e soddisfazioni. Per il resto sono tornata alla mia vita di sempre: vado a scuola, esco con gli amici... Certamente tra il film e le tante interviste fatte, adesso tutti mi riconoscono per strada.

edizioni e/oCover del secondo volume de l'Amica Geniale

MF: Cosa avete imparato da Lila e Lenù, le somigliate caratterialmente o totalmente diverse da come siete fuori dal set?

EDG: Io mi sento vicina a Lenù. Secondo me le assomiglio, ho un carattere simile, riservata ma anche determinata e ambiziosa. Fuori dal set e dalla scuola forse io sono un po’ più allegra e spensierata.

LN: Lila mi ha insegnato che si deve aver coraggio e non si deve mollare mai anche nei momenti più difficili e in questo ci somigliano moltissimo.

Articolo a cura di Elisa Giudici e Andrea Sala.

Leggi anche

      Cerca