Dracula Untold: 15 curiosità sul film con Luke Evans e novità sul possibile sequel

Scopriamo le curiosità più interessanti sul film legato all'origine del conte Dracula, cercando anche di capire se c'è speranza per un possibile sequel.

Universal Pictures Luke Evans in una scena di Dracula Untold

Dracula Untold è un film dal destino controverso. Inizialmente, l’opera con protagonista Luke Evans era addirittura vista come un possibile primo capitolo del Dark Universe, il contesto narrativo unificato di Universal Pictures. Sappiamo che non è andata così: alla pellicola diretta di Gary Shore è stata preferita La Mummia, che fu così considerato il primo film del nuovo corso in salsa horror dei film Universal Pictures. La storia ha detto che né Dracula Untold, né La Mummia sono riusciti a risollevare il Dark Universe, ufficialmente messo in soffitta da Universal Pictures a gennaio 2019.

Tuttavia, i possibili motivi di interesse per Dracula Untold erano e continuano a essere presenti. Nel film, infatti, vengono esplorate le motivazioni e le dinamiche che portarono Vlad III di Valacchia a diventare il famoso conte Dracula. Siamo nel 1442 e Vlad, addestrato fin da bambino per entrare a far parte dei Giannizzeri turchi, guadagna l’appellativo di Impalatore perché noto per la sua pratica di impalare i nemici dopo averli uccisi. Nominato principe di Transilvania dal sultano turco, per il nostro si apre un periodo di apparente felicità: dopo essersi sposato con Mirena, vedrà nascere il suo primo figlio, Ingeras.

Tutto sembra andare bene fino a quando un battaglione turco, un giorno, si presenta al cospetto di Vlad richiedendo mille bambini destinati all’addestramento militare. Tra questi, c’è anche suo figlio Ingeras. Il nostro combatte strenuamente contro i turchi ma, quando si accorge di non essere in grado di sconfiggerli, torna in un luogo già esplorato in passato dove un misterioso essere, rivelatosi essere il Maestro Vampiro, gli assicura i suoi poteri per tre giorni. Forte del suo rinnovato vigore, Vlad elimina i nemici ma, in seguito, assiste alla perdita della moglie. Devastato dal dolore, cede all’oscurità e diventa il nuovo Maestro Vampiro, assetato di sangue e vendetta.

Dopo aver riassunto brevemente la trama di Dracula Untold, è tempo di scoprire alcune curiosità sulla produzione e, per ultimo, di fare il punto della situazione riguardante la creazione di un possibile sequel.

Le 15 curiosità su Dracula Untold

  1. Il copione del film è stato incluso nella Blacklist 2006, un elenco delle migliori sceneggiature dell’anno non ancora realizzate.
  2. Il ruolo di Dracula, assegnato a Luke Evans, doveva essere in realtà di Sam Worthington. L’attore protagonista di ⤑The Hunter’s Prayer lasciò la produzione per questioni legate al suo compenso.
  3. Abbie Cornish, conosciuta per il suo ruolo in Tom Clancy's Jack Ryan, avrebbe dovuto recitare la parte di Mirena, ma rifiutò di far parte del progetto.
  4. Il nome scelto inizialmente per il film era Dracula Year Zero.
  5. Uno degli aneddoti più gustosi riguarda Charles Dance, noto anche per il ruolo di Tywin Lannister in Game of Thrones. L’attore, durante una lunga sessione di make-up, si addormentò sulla sedia. Al suo risveglio, una volta truccato da Maestro Vampiro, guardandosi allo specchio si spaventò per il suo nuovo aspetto.
  6. Nel cast della produzione erano inclusi anche Samantha Barks nel ruolo di Baba Yaga e Charlie Cox, che avrebbe dovuto impersonare un protagonista non reso noto. Entrambi i personaggi, in ogni caso, sono stati tagliati nella versione finale della pellicola.
  7. In una prima versione veniva rivelato che il Maestro Vampiro, interpretato da Charles Dance, era in realtà l’imperatore romano Caligola. Questa sequenza fu poi tagliata dalla versione finale con l’intenzione di includerla in un possibile sequel.
  8. Il figlio di Dracula si chiama Ingeras: questo termine, in rumeno, significa “piccolo angelo”. Un nome in contrapposizione proprio con Dracula, che significa “figlio del diavolo”.
  9. Ne L’Ultimo Grande Eroe, film del 1993, Charles Dance impersona il vampiro che trasforma il conte Dracula in un assetato succhiasangue.
  10. Prima di Dracula Untold, l’ultimo film di Hollywood a raccontare la storia del conte Dracula è stato Dracula's Legacy - Il fascino del male, uscito nelle sale nel 2000.
  11. In una scena del film Dracula utilizza l’espressione “Ok”. Si tratta, evidentemente, di un falso storico: la sequenza in questione è ambientata nel 1400, mentre le prime testimonianze dell’utilizzo di questa espressione risalgono al 1830.
  12. Sebbene Vlad l’Impalatore sia un principe rumeno, nel film non è presente un solo dialogo in questa lingua.
  13. Il personaggio di Vlad è basato sulla figura di Vlad III, ovvero Vlad l’Impalatore, principe della Valacchia, territorio della Romania a nord del Danubio. Il suo regno, condizionato dall’influenza della Turchia, durò per due mesi nel 1448, riprese per sei anni dal 1456 al 1462, e terminò nel 1476, quando fu ucciso.
  14. Alcune delle scene del film sono state girate in una vecchia fabbrica posta in Castlereagh Road a Belfast, convertita in studio cinematografico e in seguito rilevata da un acquirente anonimo.
  15. Alla fine del film viene mostrato un mercato nella Londra del XXI secolo. Nella realtà, in corrispondenza della posizione indicata dal film, ovvero davanti alla chiesa di St. Andrew Undershaft, su St. Mary Axe Street, non esiste alcun mercato.
Universal PicturesLuke Evans è Vlad III in Dracula Untold

Vedremo mai un sequel di Dracula Untold?

Secondo le rilevazioni Box Office Mojo, Dracula Untold ha registrato incassi negli Stati Uniti per 56 milioni di dollari, a fronte di un budget di 70 milioni. Il quadro diventa più favorevole se si aggiungono i 160 milioni di dollari provenienti dai mercati esteri. Sono altri, però, i dati che dovrebbero far riflettere, come il rating di Rotten Tomatoes, fermo al 24%, o le recensioni piuttosto sfavorevoli, come quella di Variety.

Nonostante ciò, sono in molti a chiedersi se il film potrà trovare una qualche via per tornare alla ribalta. Il primo a crederci sembra essere proprio Luke Evans, che in un’intervista del 2016 rilasciata a LRM e ripresa da Den of Geek parlava così delle sue speranze di tornare a vestire i panni di Dracula e dei piani di Universal Pictures per il Dark Universe:

Ne abbiamo parlato e discusso. Considerando il quadro complessivo, penso sia entusiasmante sapere che Universal ha in mano le storie di tutti questi mostri. Ne stanno parlando. Non so come evolverà la cosa. Penso succederà qualcosa e credo stiano lavorando su come fare interagire questi mostri e come farli entrare nello stesso contesto. Se in una scena possono coesistere Captain America, Iron Man e Thor, penso proprio si possa fare anche con L’Uomo Invisibile, Wolfman, la Mummia e Dracula.

A circa un anno di distanza da queste dichiarazioni, Evans tornava a parlare di Dracula Untold dalle pagine di Screen Rant, dicendosi ancora pronto a tornare sugli schermi nei panni di Vlad:

L’intera esperienza, per me, è stata veramente piacevole. Penso che il film avesse qualche difetto ma ho ricevuto molti giudizi positivi e la gente mi chiede se ci sarà mai un sequel. Abbiamo lasciato la storia in sospeso, sapete, è un personaggio che trascende il tempo e i periodi storici. Chi lo sa. Mi piacerebbe tornare a impersonarlo in determinati contesti storici ma, onestamente, ne so esattamente quanto voi quando si parla di capire cosa stia succedendo nelle stanze di Universal Studios. Non saprei veramente.

L'uscita di scena del Dark Universe, annunciata in concomitanza con l’annuncio dell’arrivo del reboot de L'uomo Invisibile, potrebbe costituire al tempo stesso la fine delle speranze per un sequel di Dracula Untold, o una nuova occasione. Di certo, al momento, c'è solo la volontà di Universal Pictures di produrre film che saranno slegati tra di loro, e propri di visioni artistiche differenti.

Cosa ne pensate di Dracula Untold, e vorreste vedere di nuovo su schermo Luke Evans nei panni del vampiro più famoso della storia?

Leggi anche

      Cerca