A Star is Born: Bradley Cooper imbarazzato per la mancata nomination come miglior regista agli Oscar

Bradley Cooper è stato snobbato nella categoria miglior regista agli Oscar 2019. L'attore, intervistato da Oprah Winfrey, ha espresso i suoi sentimenti a riguardo.

Warner Bros. Bradley Cooper insieme a Lady Gaga in A Star is Born

A Star is Born ha ricevuto otto nomination in totale agli Oscar 2019, quelle per Miglior Film, Miglior attore protagonista (Bradley Cooper), Miglior attrice protagonista (Lady Gaga), Miglior canzone (Shallow), Miglior sceneggiatura non originale, Miglior fotografia, Miglior attore non protagonista (Sam Elliott) e Miglior montaggio sonoro.

Malgrado il suo film abbia fatto incetta di candidature, il nome di Bradley Cooper non figura tra i nominati come Miglior regista. Da che le nomination sono state rese pubbliche, l'attore ha preferito non parlare dell'argomento, ma in un'intervista con Oprah Winfrey le cose sono cambiate e Bradley ha scelto di aprirsi ed esprimere i propri sentimenti al riguardo con la conduttrice di Oprah’s SuperSoul Conversations.

Durante la chiacchierata, l'attore ha raccontato del momento in cui ha scoperto le categorie nelle quali è stato candidato.

Non ero sorpreso, non lo sono mai quando non vengo nominato. Ma ecco cos'è successo: ero in una caffetteria a New York, ho guardato il mio telefono e il mio addetto stampa mi ha fatto le congratulazioni dicendomi quali nomination avevo ricevuto. Non mi ha dato la brutta notizia.

Cooper ha poi continuato dicendo di essersi sentito in imbarazzo dopo aver scoperto di non essere in lizza per il premio di miglior regista.

Ho pensato: 'Oh, wow'. E poi mi sono sentito in imbarazzo.

Bradley Cooper ha spiegato anche il perché di questa sensazione:

Mi sentivo come se non avessi fatto bene il mio lavoro.

Ma alla fine è giunto alla conclusione che è la qualità del prodotto a contare davvero, non tanto i riconoscimenti ricevuti.

La verità è che anche se avessi ottenuto la nomination, non avrei capito se avessi lavorato bene o meno. Il trucco invece è fare qualcosa in cui si crede e lavorare sodo su quel progetto.

Anche se a Cooper è sfuggita l'occasione di ricevere un premio per la regia del suo film, ciò non significa che A Star is Born non possa collezionarne molti altri. Dopo Roma e La Favorita, infatti, la pellicola con protagonisti Bradley Cooper e Lady Gaga è, insieme a Vice - L'Uomo nell'Ombra, quella che ha ricevuto il più alto numero di candidature per la cerimonia che si terrà il 24 febbraio.

Farete il tifo per A Star is Born durante la Notte degli Oscar quest'anno?

Leggi anche

      Cerca