Apple invita le stelle di Hollywood per presentare la sua piattaforma in streaming

Il 25 marzo Apple presenterà la sua piattaforma video in streaming. All'evento saranno presenti grandi stelle di Hollywood, come Jennifer Aniston e J. J. Abrams.

Apple, Inc. Immagine promozionale di Apple TV 4K

Gli ultimi dati hanno confermato quanto i servizi che Apple mette a disposizione degli utenti che scelgono i suoi prodotti, come Apple News, iTunes o App Store, continuino ad avere il vento in poppa. È noto che l'azienda di Cupertino stia lavorando a una piattaforma video in streaming, sull'esempio delle già affermate Netflix o Amazon Prime Video.

Ma quando il nuovo servizio sarà presentato?

Stando a quanto riportato da Bloomberg, Apple potrebbe svelare il nuovo servizio in abbonamento il mese prossimo, precisamente all'evento programmato (non ancora ufficializzato) del 25 marzo. La società tech, per l'occasione, avrebbe invitato alcune stelle di Hollywood, come Jennifer Aniston, Reese Witherspoon, Jennifer Garner e il regista J. J. Abrams.

Apple avrebbe già realizzato diversi contenuti esclusivi per la sua piattaforma: documentari, serie TV e film, tutti prodotti che vedono la partecipazione dei sopracitati attori. Il lancio ufficiale del servizio è previsto entro questa estate, ma si attendono conferme.

L'azienda di Cupertino sta lavorando al progetto ormai da anni, sotto la guida di Zack Van Amburg e Jamie Erlicht, precedentemente a Sony Pictures. I contenuti saranno probabilmente integrati nell'app TV già disponibile su iPhone, iPad e Apple TV (ma non in Italia, ndr). La piattaforma, salvo sorprese, dovrebbe essere in abbonamento mensile. Al momento non è da scartare neanche l'ipotesi che alcuni selezionati contenuti potrebbero essere gratuiti, forse per attirare e "convincere" potenziali clienti.

Secondo quanto diffuso in rete, in maniera non ufficiale, l'evento del 25 marzo sarà completamente dedicato ai servizi. Si suppone infatti che Apple potrebbe presentare in quell'occasione anche Apple News Magazines, servizio in abbonamento per notizie. Apple infatti avrebbe realizzato o starebbe per realizzare accordi con gli editori di tutto il mondo.

Leggi anche

      Cerca