Nightflyers non avrà una seconda stagione

La serie fantascientifica della rete via cavo Syfy non ha colpito il pubblico quanto avrebbe dovuto.

Syfy Lommie, uno dei personaggi migliori dello show

La serie TV Nightflyers, tratta dalla novella di George R.R. Martin, è stata cancellata dopo appena una stagione.

Il network Syfy aveva investito molto sullo show (di fatto, è stato il più costoso che avesse mai prodotto) e, sebbene lo considerasse una grande scommessa, sperava che il pubblico apprezzasse le morti cruente e la suspense che lo caratterizzano.

Gli ascolti, tuttavia, non sono stati tali da giustificare il rinnovo per una seconda stagione: il finale è stato visto in diretta soltanto da 420mila spettatori, in calo rispetto ai 623mila del pilot.

La serie segue le vicende di otto scienziati che, a bordo di un'astronave chiamata Nightflyer, si dirigono nello spazio profondo per stabilire il primo contatto con una razza aliena. Dei terrificanti eventi iniziano però a verificarsi sulla nave spaziale, minando l'esito della missione: comincia quindi una vera e propria lotta alla sopravvivenza e i personaggi si interrogano su ciò che è giusto e sbagliato.

La notizia della cancellazione giunge dopo che uno dei protagonisti di Nightflyers, David Ajala (che nella serie interpreta il capitano della nave, Roy Eris), è stato scelto per l'episodio pilota dello show Under The Bridge di CBS.

Va precisato che, nonostante comparisse come produttore esecutivo, il "papà di Game of Thrones" non è mai stato coinvolto attivamente alla realizzazione del progetto: al momento Martin è impegnato a scrivere l'ultimo libro dell'agognata saga fantasy - intitolato Winds of Winter - e a lavorare dietro le quinte per la prima serie prequel di Game of Thrones.

      Cerca