Captain Marvel in Endgame: giusto compromesso o occasione sprecata?

Tra i punti deboli di Endgame non si può non citare lo scarso e contradittorio utilizzo del personaggio di Captain Marvel. Ecco perché la sua apparizione è così stringata.

Marvel Studios Captain Marvel in Endgame

Come il botteghino ha ampiamente testimoniato, il pubblico ha davvero apprezzato Endgame, concordando con una critica molto benevola sull'effettiva riuscita di un film così difficile e delicato per il MCU. Questo però non significa che tutte le ciambelle siano riuscite col buco ai fratelli Russo, anzi: i fan non hanno mancato di farsi sentire per lamentarsi dei passaggi che li hanno lasciati più perplessi e delusi.

Ovviamente anche tutti i personaggi sono stati protagonisti di un lungo dibattere tra gli spettatori circa il loro utilizzo e i loro archi narrativi. L'apparizione più contestata e criticata è stata quella di Captain Marvel, seguita a ruota da Black Panther. Entrambi i personaggi fanno la loro comparsa solo nelle fasi avanzate del film e per pochi istanti, senza avere un peso specifico vero e proprio sull'economia della storia.

La delusione nei riguardi dell'eroina per molti è stata davvero cocente, complice la recentissima uscita del film a lei interamente dedicato e i tanti annunci dei creatori riguardo la sua incredibile potenza. Tanti fan sono rimasti allibiti di fronte allo scarso utilizzo di quello che - da dichiarazioni ufficiali - è attualmente il più potente supereroe di casa Marvel.

Captain Marvel è stata quindi mal utilizzata o erano le aspettative ad essere troppo alte?

Uno sviluppo incoerente

A mio modo di vedere, dal punto di vista cinematografico e narrativo è innegabile che lo sviluppo del personaggio di Brie Larson in Avengers: Endgame sia quantomeno poco soddisfacente. Lo si capisce subito, a caldo, anche durante la visione, infatti ne parlavo già nella prima recensione senza spoiler.

Innanzitutto è poco chiaro perché Captain Marvel debba fare avanti e indietro per lo spazio quando è proprio sulla Terra che si sta organizzando la più concreta azione di contrasto nei confronti di Thanos. Certo, il personaggio accenna al contenimento di tante situazioni di crisi e anarchia nella galassia, ma perché non portare con sé il cercapersone potenziato di Nick Fury e tornare subito quando richiamata? Le parole di Captain Marvel suonavano come una scusa bella e buona. Persino un giragalassie come Rocket Raccoon può mandare email alla Vedova Nera per tenerla aggiornata.

Insomma, tra una capatina dal parrucchiere e l'altra anche Carol poteva farsi sentire.

Marvel StudiosCaptain Marvel irradia luce dagli occhi
Dove è finita la straordinaria potenza di Captain Marvel in Endgame?

Anche la sua partecipazione - tardiva - alla battaglia lascia parecchio a desiderare. Indubbiamente la distruzione della nave spaziale di Thanos dà una mano considerevole agli Avengers in lotta, dato che elimina l'artiglieria pesante che spara dai cieli sul campo di battaglia. Il confronto diretto tra Thanos e Carol però dura pochissimo, tanto che risulta molto più impressionante lo scontro con Wanda, che tiene testa in maniera molto più convincente al super villain.

Un calendario da rispettare

Lo sviluppo di Carol Danvers in Endgame è in effetti piuttosto lacunoso, ma da spettatori si dimentica spesso che la produzione di film di questo tipo non avviene in maniera cronologicamente lineare. Non dimentichiamo che Infinity War e Endgame sono stati girati molto, molto prima di conoscere quale sarebbe stato il responso del pubblico a Black Panther e Captain Marvel. Anzi, il film dedicato a Carol Danvers era ancora in stadio embrionale, senza nemmeno una sceneggiatura definitiva, quando i Russo hanno ultimato le riprese di Endgame.

Lo ha spiegato uno degli sceneggiatori di Endgame, Stephen McFeely in una lunga intervista al New York Times:

Abbiamo girato le scene con Brie in Endgame ancor prima di iniziare a lavorare sul film di Captain Marvel. Lei ha recitato battute per un personaggio la cui origin story non era ancora stata scritta. È pazzesco.

Certo Captain Marvel fa meno di quanto il pubblico si aspettasse - continua McFeely - ma d'altronde è il film in cui gli Avengers originali si confrontano con il senso di perdita e con la conclusione della loro storia, mentre lei è una dei nuovi arrivati.

Vista in questa prospettiva, l'utilizzo di Captain Marvel pianificato al buio è quasi soddisfacente. 

Leggi anche

      Cerca