Game of Thrones 8: gli Estranei potrebbero tornare? La risposta degli showrunner e la teoria

La minaccia degli Estranei è davvero stata sconfitta? La strana risposta di D.B. Weiss e David Benioff ha scatenato l'hype dei fan ed è subito spuntata una teoria...

HBO Il Night King nell'episodio 8x03, The Long Night

La stagione 8 di Game of Thrones è un treno lanciato a tutta velocità verso il finale e non c'è tempo (o quasi) per ripensare a quello che è accaduto. Del resto, il (vecchio) Corvo a Tre Occhi lo ha sempre detto:

Il passato è già scritto. L'inchiostro è secco. 

Ma è davvero così? I fan hanno realmente visto la fine della Lunga Notte? Durante il loro intervento al Jimmy Kimmel Live, David Benioff e D.B. Weiss hanno insinuato un tarlo nella mente degli appassionati della serie basata sulle Cronache del ghiaccio e del fuoco. 

I due sceneggiatori sono stati ospiti dopo l'episodio 8x03, The Long Night, e hanno risposto a diverse domande su GoT. Naturalmente, si sono ben guardati dal fare spoiler, cavandosela nella maggior parte dei casi con un diplomatico "è possibile". 

Ma di fronte a una hanno avuto una reazione un po' strana (dal minuto 6:47 nel video qui sotto):

La questione degli Estranei è davvero chiusa?

Weiss è sembrato trattenere il fiato e poi ha lanciato uno sguardo (all'apparenza) preoccupato a Benioff. A quel punto, il collega ha detto:

Non possiamo rispondere a questa domanda.

Ora. Naturalmente, potrebbe essere una trovata pubblicitaria per alimentare l'hype (come se ce ne fosse bisogno). I due sceneggiatori sono "cintura nera" di segretezza e sembra onestamente improbabile che possano essersi lasciati scappare uno spoiler così grande.

Ma d'altra parte, quale modo migliore di nascondere un (enorme) colpo di scena, se non sotto gli occhi di tutti? (Mark Ruffalo insegna).

La conclusione della storyline del Night King ha lasciato interdetti i fan. Certo, la battaglia a Grande Inverno e il plot twist di Arya sono stati davvero grandiosi. Ma dopo 7 stagioni e mezza scandite dalla minaccia incombente degli Estranei, tutti (o quasi) si aspettavano che il nemico non fosse così "semplice" da eliminare.

In molti hanno iniziato a nutrire dubbi sulla effettiva vittoria definitiva degli Uomini sui White Walkers e le parole di Benioff e Weiss hanno finito con il soffiare sul fuoco e fare esplodere un vero e proprio incendio sul web:

I creatori di Game of Thrones, David e Daniel, erano da Jimmy Kimmel, l'altra sera. Quando Jimmy ha chiesto: 'È davvero finita con gli Estranei?', hanno detto: 'Non possiamo rispondere a questa domanda'. Sento odore di colpo di scena in arrivo.

Kimmel: 'La minaccia degli Estranei è davvero sconfitta?'.

D&D: 'Non possiamo rispondere a questa domanda'.

C'è ancora speranza. Andiamo!

Ho appena visto l'intervista di D&D da Jimmy Kimmel. Non hanno voluto rispondere alla domanda se la questione Estranei sia davvero conclusa, cosa che rinforza la mia convinzione che non siano davvero stati eliminati del tutto.

Ma c'è davvero spazio per un ritorno dei White Walkers? 

Come ricorda Comic Book, gli interpreti di Game of Thrones sono stati (sembrati) tutti molto onesti sul fatto che il Night King non tornerà. Ma il punto... non è il Re della Notte! Il Night King è probabilmente, effettivamente morto per sempre. Ma se avesse avuto un "piano B"?

Come hanno spiegato gli stessi David Benioff e D.B. Weiss, il Re della Notte è il "primo Estraneo": è stato creato dai Figli della Foresta e vuole la Notte Eterna. Ma i suoi poteri e quello che ha fatto nei lunghi, lunghissimi anni di esilio nel profondo Nord sono per la maggior parte un mistero.

Ed è su questo "vuoto" che si innesta una interessante teoria proposta da Josh Wigler di The Hollywood Reporter (THR).

Secondo l'autore, c'è un momento fondamentale nella storia del Night King, ovvero la scena in cui tocca il viso del figlio di Craster che gli è stato offerto in sacrificio e gli occhi del bambino diventano blu (nell'episodio 4x04, In cerca di un colpevole, nel video qui sotto):

I fan hanno sempre ritenuto che quello sia il modo in cui il Night King genera gli Estranei. Ma se non fosse così? Per Wigler, con il suo gelido tocco magico, il Re della Notte potrebbe avere dato vita a qualcos'altro. L'autore di THR si spinge a ipotizzare che si tratti di una sorta di "assicurazione" in caso di sconfitta contro gli uomini. In altre parole, di discendenti pronti a (ri)abbracciare la causa del loro "padre"

A sostegno della sua tesi, Wigler ricorda che il Night King è stato creato esclusivamente per la serie e di conseguenza anche il momento in cui esegue una qualche magia sul figlio di Craster. Proprio come la scena del primo incontro tra Melisandre e Arya (così come viene mostrata).

La profezia della Sacerdotessa Rossa si è rivelata cruciale ai fini della narrazione e l'autore di THR è convinto che per la trasformazione del neonato sarà lo stesso. Se Benioff e Weiss hanno piantato i semi del plot twist di Arya 5 anni prima che accadesse, perché non avrebbero potuto fare la medesima scelta per il colpo di scena (eventuale) degli Estranei? 

La teoria di Wigler è davvero (davvero) interessante e apre la strada a svolte narrative ancora più interessanti. 

Da un lato, gli Estranei potrebbero tornare negli ultimi due episodi della stagione e attaccare di nuovo gli uomini. Ma dall'altro, la minaccia misteriosa rappresentata dal figlio di Craster trasformato (o dai figli) potrebbe risvegliarsi nel momento in cui Westeros sembra avere ritrovato finalmente un ordine (qualunque esso sia). In quest'ultimo caso, la serie si concluderebbe con un cliffhanger, che non farebbe che dimostrare la piccolezza e la vacuità degli intrighi e delle guerre degli uomini per il potere.

E senza dubbio, rappresenterebbe quel "finale agrodolce" che è ormai diventato il tarlo di tutti i fan di Game of Thrones...

Leggi anche

      Cerca