Gentleman Jack: 10 cose da sapere sul drama che ha conquistato il pubblico inglese

BBC Suranne Jones, la protagonista di Gentleman Jack

Tutto quello che (forse) non sapete su Gentleman Jack, la serie TV sulla "prima lesbica moderna". La vera storia di Anne Lister, la vicenda della creatrice Sally Wainwright e il suo stile unico, le musiche di O'Hooley & Tidow e molto altro...

Gentleman Jack è una delle serie TV rivelazione della stagione 2019 di BBC One. Ambientata nello Yorkshire del 1832, racconta una storia vera e davvero particolare: quella di Anne Lister, la "prima lesbica moderna" che mise in crisi le convenzioni sociali dell'Inghilterra vittoriana.

Volete arrivare preparatissimi alla visione dello show? Ecco 10 curiosità sulla serie, sulla sua autrice e su tanto altro: scommettiamo di sorprendervi!

1 - Una storia vera, un diario segreto

Anne Lister è un personaggio realmente esistito: nata il 3 aprile 1791 e morta il 22 settembre 1840, è stata un'imprenditrice, alpinista, viaggiatrice, anatomista e appassionata di scienza. Ma è ricordata soprattutto per i suoi diari, scritti con un codice speciale che si era inventata: una combinazione di algebra e greco antico, che venne decifrato soltanto negli anni '80. Il motivo? In quelle pagine Lister raccontava i suoi amori saffici, vissuti in un periodo storico in cui l'omosessualità era perseguibile dalla legge. Gentleman Jack (così l'avevano soprannominata gli abitanti di Halifax) ricostruisce una fase particolare della sua vita: quando da Parigi rientrò in Inghilterra, nella sua Shibden Hall, per amministrare una miniera di carbone che si trovava sulle sue terre e si innamorò di Ann Walker, celebrando con lei il suo matrimonio omosessuale nel 1834.

Matt Squire - HBOGentleman Jack
Suranne Jones e Sophie Rundle in Gentleman Jack

2- Una creatrice che ha conquistato la TV inglese

La serie è stata creata da Sally Wainwright, l'autrice che sta conquistando la TV internazionale. A lei si devono successi come Last Tango in Halifax (storia d'amore e terza età che vede protagonisti Anne Reid, Derek Jacobi, Sarah Lancashire e Nicola Walker) e Happy Valley, tosto poliziesco con Sarah Lancashire nei panni della detective Catherine Cawood. E pensare che la carriera della Wainwright era a un bivio quando venne licenziata dalla writers' room di Emmerdale, una delle più popolari soap opera britanniche: fu solo grazie al suo apporto a Coronation Street e al lavoro con John Stevenson che si rimise in rampa di lancio ed è diventata la sceneggiatrice e regista di molte delle più popolari e acclamate serie British dell'ultimo decennio. Per scrivere Gentleman Jack, la Wainwright si è pagata le ricerche storiche usando le 30mila sterline vinte con la borsa Wellcome Trust per la sceneggiatura, un premio che l'ente di beneficenza londinese, che si occupa di finanziamento della ricerca biomedica, assegna ogni anno insieme al British Film Institute e al canale televisivo Film4. 

3- Un period drama come non si è mai visto prima

Gentleman Jack rientra nei canoni classici del period drama, ma è qualcosa di completamente diverso: i dialoghi, estremamente realistici perché fedeli all'inglese dell'Ottocento, non sono infarciti di soffocanti formalità, il che consente al ritmo della narrazione di rimanere costantemente elevato. Un metodo che tiene sempre alta l'attenzione dello spettatore e che ha sorpreso la stessa protagonista Suranne Jones: l'attrice ha definito i dialoghi scritti dalla Wainwright altamente "musicali". Inoltre l'autrice ha imbevuto la sceneggiatura di uno humor travolgente. Se state pensando a La favorita di Yorgos Lanthimos, non siete troppo lontani.

BBCGentleman Jack
Suranne Jones in una scena di Gentleman Jack

4 - Una protagonista straordinaria

La maggior parte delle recensioni che leggerete in giro saranno concentrate su Suranne Jones. L'attrice, già nel cast di serie come Gone, Save Me e Doctor Foster, si è letteralmente immersa in questo progetto. Sin dalle sue prime apparizioni in scena, quando prende le redini di una carrozza in corsa, la sua Anne Lister sfida apertamente le rigide etichette dell'epoca e mette in discussione il rapporto gerarchico tra uomo e donna negli affari. Così la vediamo riscuotere in prima persona gli affitti della tenuta, contrattare i prezzi del carbone e confrontarsi a muso duro con i rozzi gentlemen di Halifax.
Un ritmo forsennato d'azione e recitazione (caratteristica la sua camminata nei perenni abiti neri) per tenere il quale la Jones si è allenata diversi mesi, senza mai perdere di vista l'aspetto emotivo del suo personaggio, come dimostra negli strazianti flashback in cui ricorda la sua love story con Vere Hobart, l'amante che l'ha lasciata preferendole le nozze con un uomo.

5 - Rompe la quarta parete

Come un altro celebre show di BBC Three, Fleabag, Gentleman Jack è pieno di scene in cui Anne Lister rompe la quarta parete e si rivolge direttamente allo spettatore. Un accorgimento che spiazza e coinvolge ancora di più il pubblico, donando ulteriore enfasi a pensieri e sentimenti della protagonista.

6- Un cast ricco e variegato

Nel cast, oltre alla Jones e a Sophie Rundle, che interpreta la ricca ereditiera Ann Walker, spiccano tantissimi attori provenienti da cinema, teatro e televisione Brit, e non solo. Si va da Gemma Jones (la zia Anne, personaggio che aveva già interpretato nel biopic televisivo The Secret Diaries of Miss Anne Lister) a Gemma Whelan (Yara Greyjoy di Game of Thrones), passando per Timothy West, Joe Armstrong, Derek Riddell, Rosie Cavaliero, Amelia Bullmore, Rupert Vansittart, Vincent Franklin, Shaun Dooley, Katherine Kelly e Sofie Gråbøl (che apparirà negli ultimi episodi della stagione nei panni della regina di Danimarca, Maria).

7 - Location da sogno

Gentleman Jack è ambienta a Halifax, nel West Riding della contea di York, West Yorkshire. I paesaggi pittoreschi nei quali sono stati ricostruiti Shibden Hall, la proprietà di famiglia della Lister, e dintorni comprendono anche Queen Street ad Huddersfield e Oakwell Hall a Birstall. Guardando la serie, si respira l'aria dei South Pennines e delle loro bellezze maliose e suggestive. La serie fotografa anche il mutamento del territorio che, con il passaggio dalla produzione di lana all'estrazione del carbone, si trasforma da centro agricolo a importante polo industriale e commerciale.

8 - Musiche folk

Le musiche di Gentleman Jack sono di O'Hooley & Tidow, duo folk di Huddersfield che la rivista Mojo ha definito "una delle combinazioni più potenti della musica folk britannica". Belinda e Heidi, che (non a caso) fanno coppia anche nella vita privata, hanno all'attivo ben sei album: Silent June del 2010, The Fragile del 2012, The Hum del 2014, Summat's Brewin' del 2015, Shadows del 2016 e WinterFolk Volume 1 del 2017. La canzone usata come sigla finale di ogni episodio si chiama proprio Gentleman Jack ed è tratta da The Fragile: il duo l'ha messa a disposizione in streaming e download sulla propria pagina Bandcamp.

9 - Un successo strepitoso in UK

Trasmessa su BBC One nel Regno Unito (il primo episodio, andato in onda il 19 maggio, è stato il debutto di maggior successo per un programma BBC di quest'anno con 6,5 milioni di spettatori e share del 27,2%), Gentleman Jack è arrivata negli Stati Uniti su HBO, dove sta ottenendo un buon riscontro di pubblico e critica (il picco è stato raggiunto per ora con il sesto episodio, Do Ladies Do That?, trasmesso dal network il 27 maggio e visto da 499mila telespettatori) e una base di fan che si allarga episodio dopo episodio. Il pubblico inglese è ovviamente quello più numeroso: la serie va in onda la domenica in prima serata e sta avendo una media di oltre 5 milioni di telespettatori.
Numeri che, nel complesso, l'hanno resa il nuovo show di maggior successo di BBC One e le hanno fatto guadagnare la conferma per una seconda stagione.

10 - L'amore per i libri come test di compatibilità

Prima di sposarsi con Ann Walker, Lister visse diverse relazioni amorose. Ma a quel tempo, conquistare il cuore delle fanciulle non era così semplice. Allora Anne mise a punto un sistema infallibile: mentre flirtava, misurava l'interesse della sua partner citando libri o opere teatrali che trattavano in modo ambiguo tematiche LGBTQ, come gli scritti del poeta satirico latino Giovenale, pieni d'invettive contro il malcostume delle donne disinibite. Dalle reazioni delle sue ragazze, Lister riusciva spesso a capire se il corteggiamento sarebbe andato a buon fine.

Allora, che ne dite della serie? Darete una possibilità a Gentleman Jack?

Leggi anche

      Cerca