Craig Mazin chiede rispetto per Chernobyl (e lo stop alle foto inappropriate sul luogo del disastro)

La serie Chernobyl ha fatto incrementare il turismo sul luogo del disastro e ha causato un'invasione di foto inappropiate sui social. Al punto che l'autore, Craig Mazin, è intervenuto per chiedere rispetto.

La miniserie in 5 episodi Chernobyl, che ha debuttato il 10 giugno su Sky Atlantic, non solo sta raccogliendo grandi consensi da parte di pubblico e critica, ma ha anche avuto un inaspettato effetto sul turismo nelle zone dove è avvenuto il disastro nucleare del 1986.

Le agenzie di viaggio dell'Ucraina e quelle specializzate nei tour nei luoghi teatro della tragedia (tra cui il reattore 4, la città fantasma di Prypiat e i boschi circostanti) hanno registrato un aumento nel numero di visitatori che oscilla tra il 30 e il 40%.

Ma il rinnovato interesse per uno degli eventi più drammatici della storia recente non sembra motivato solo da un desiderio di conoscenza. Bensì anche (soprattutto) da voyerismo ed esibizionismo. Al punto che l'autore della acclamata serie HBO, Craig Mazin, ha sentito la necessità di intervenire per chiedere rispetto per i luoghi del disastro.

Come riportano il Guardian e BuzzFeed, in concomitanza al maggiore afflusso di turisti nell'area, su Instagram hanno iniziato a comparire decine e decine di foto inappropriate sotto i geotag di Chernobyl e Prypiat.

Gli scatti più "sobri" (per così dire) mostrano ragazzi e ragazze che posano davanti a edifici abbandonati e dentro a locali in rovina, come se fossero i protagonisti della cover di una qualche rivista o album di musica:

Poi ci sono le immagini di chi ostenta la tuta e la maschera per proteggersi dalle radiazioni:

Mentre la ruota panoramica di Prypiat è uno dei soggetti più fotografati... con scelte a dire poco discutibili:

Infine, c'è una valanga di selfie e foto di gruppo con sorrisi smaglianti e dita sollevate nella "V" di "vittoria" quantomeno sconcertanti:

Ma, probabilmente, lo scatto che più di tutti ha suscitato sdegno è quello di una giovane in posa con perizoma in bella mostra:

Di fronte a questa deriva, Craig Mazin ha deciso di prendere la parola su Twitter e ha invitato i visitatori a ricordare la tragedia che si è consumata a Chernobyl e a tenere un comportamento consono:

È fantastico che la serie Chernobyl di HBO abbia dato seguito a un'ondata di turismo nella zona di alienazione. Ma ho visto le foto che circolano. Se decidete di visitarla, per favore, ricordatevi di che terribile tragedia è stata teatro. Comportatevi con rispetto per tutti coloro che hanno sofferto e si sono sacrificati.

Come ricorda BuzzFeed, non è la prima volta che il rito delle foto e della condivisione sui social da parte dei turisti mostra una drammatica mancanza di consapevolezza e di rispetto per la storia.

Nel 2014, il selfie sorridente di una ragazza ad Auschwitz aveva scatenato una enorme ondata di indignazione. Ma la lezione è stata dimenticata in fretta e proprio quest'anno il Memoriale e Museo di Auschwitz-Birkenau ha dovuto richiamare all'ordine i visitatori:

Quando venite ad Auschwitz, ricordatevi che siete in un luogo dove è stato ucciso più di 1 milione di persone. Rispettate la loro memoria. Ci sono posti migliori per imparare a camminare in equilibrio su una trave rispetto al luogo simbolo della deportazione e della morte di centinaia di migliaia di persone.

Un precedente che (purtroppo) non lascia ben sperare per Chernobyl e l'appello di Craig Mazin...

Leggi anche

      Cerca