Operazione U.N.C.L.E., le location (anche italiane) del film di Guy Ritchie

Warner Bros. Una scena di Operazione U.N.C.L.E.

I luoghi più suggestivi di Roma e di Napoli sono la cornice malinconica e patinata di Operazione U.N.C.L.E., storia di un James Bond alle prese con un’importante missione durante la Guerra Fredda.

Operazione U.N.C.L.E. è una spy-comedy del 2015 scritta e diretta da Guy Ritchie. Il film è tratto dalla serie Organizzazione U.N.C.L.E., in onda dal 1964 al 1968 su NBC. Ambientata in piena Guerra Fredda, la storia è un cocktail di rom-com, spionaggio e avventura sulle gesta di un ex ladro d’arte e agente della CIA, Napoleon Solo, interpretato da Henry Cavill, e di un agente del KGB, Ilya Kuryakin, interpretato da Armie Hammer, costretti loro malgrado a cooperare.

I due devono trarre in salvo Gaby (Alicia Vikander), figlia di uno scienziato nazista che è passato dalla parte degli Stati Uniti. Con lei, entrambi giungeranno in Italia sotto copertura, per avvicinarsi alla famiglia Vinciguerra, che ha uno stretto legame con Mussolini. L’agente americano e l’agente russo, nel periodo di Guerra Fredda, dovranno unire le forze per un’importante missione internazionale per salvare il mondo da un attacco nucleare.

Parte del film è stata girata in Italia, tra il Lazio e la Campania.

Roma e il Lazio

Napoleon Solo finge l’identità di mercante d’arte per avvicinarsi alla famiglia di collezionisti Vinciguerra, il cui capofamiglia è un gerarca fascista e amico di Mussolini.

Gli scenografi hanno pensato a Roma per questa parte art-themed del film, prediligendo i luoghi più classici, dove si possono ammirare vecchie glorie dell’architettura fascista, come l’Altare della Patria.

Nelle vie centrali, come Piazza Venezia, è stata ricostruita una Roma Sixties delle lambrette e del boom economico. Non mancano Piazza di Spagna e Trinità dei Monti, ma anche Via del Corso e le chiese di di Santa Maria di Loreto e del Santissimo Nome di Maria al Foro Traiano. 

Un convento a Nord di Roma e Villa Farnese sono stati scelti come basi per ricreare la tenuta di Villa Vinciguerra, dove si svolge parte dell’azione.

Warner Bros.Una scena di Operazione U.N.C.L.E. sulla Vespa
Le location romane di Operazione U.N.C.L.E.

Turismo ha riportato le parole della scenografa Sue Quinn, che ha voluto riportare nell’action-comedy di Guy Ritchie la magia della Città Eterna.

Roma, con la sua fantastica architettura anni '30 dell'era mussoliniana, davvero splendida per il film, è stata il punto di partenza.

Ma la città era invasa dai turisti.

Logisticamente era una sfida, così siamo andati a Napoli e dintorni per espandere la nostra tavolozza.

Macchine (come dimenticare la Jaguar del 1963?), costumi, bevande, brand (da Prada a Persol), allure, tutto ricorda i tempi della dolce vita romana, in un tripudio di suggestioni e colori.

Napoli e la Campania

Come ha specificato Bloomberg, un’altra parte di film è ambientata in Campania, con una schiera di location famose, alcune delle quali si intravedono anche nel trailer.

Tra i luoghi scelti, spicca il castello di Baia, come avanposto dei Vinciguerra.

Warner Bros.Una scena di Operazione U.N.C.L.E. ambientata in Italia
La dolce vita in Operazione U.N.C.L.E.

Le scene sulla barca sono ambientate a Pozzuoli, dove Victoria Vinciguerra sale a bordo di un’imbarcazione italiana Riva per recarsi al largo, sull’isola privata della sua famiglia.

Castel dell'Ovo è stato selezionato per gli interni della tenuta della famiglia antagonista. Per quanto riguarda invece i sotterranei dell’isola privata, sono stati utilizzati i tunnel sotto la fonderia locale.

Il Regno Unito

Un’altra parte di riprese ha avuto luogo nel Regno Unito, patria di Guy Ritchie.

Gli scenografi hanno scelto le Cambrian Mountains, in Galles, per ambientare lo spettacolare inseguimento di Alexander Vinciguerra. Lo spettatore, a livello della coerenza narrativa, crede che ci si trovi ancora nella costiera amalfitana, ma il cielo plumbeo tradisce il Galles e lo rivela, così come le strade fangose.

Warner Bros.Una scena di Operazione U.N.C.L.E.
La corsa sportiva è stata girata al Goodwood Motor Circuit, in UK

Gli addetti alle location hanno optato anche per Londra, con Brockwell Park per ricreare il Café Gustav, a Berlino Est, dove Illya e Solo si incontrano.

Non mancano neanche il Kent, con Chatham Historic Dockyard e Greenwich, con l'Old Royal Naval College di Greenwich, per girare le scene notturne in barca e l’inseguimento in auto a inizio del film.

Infine il Goodwood Motor Circuit, uno dei più importanti della Gran Bretagna, mostra il momento in cui Gaby ritrova suo zio e incontra Alexander Vinciguerra durante una gara sportiva.

Che ne pensate? Vi è piaciuto questo film?

Leggi anche

      Cerca