Spider-Man: Far From Home, Jon Watts parla delle persone tornate in vita (dopo Endgame)

Il regista di Far From Home, Jon Watts, ha parlato approfonditamente della questione circa le persone tornate in vita dopo la cancellazione dello 'schiocco' di Thanos vista in Avengers: Endgame.

Spider-Man: Far From Home, secondo capitolo delle avventure dell'Arrampicamuri interpretato da Tom Holland, chiuderà la Fase 3 del Marvel Cinematic Universe (nota anche con il nome di Infinity Saga).

Il regista del film, Jon Watts, ha parlato con Christopher Markus e Stephen McFeely - sceneggiatori di Avengers: Endgame - relativamente ai alcuni dettagli riguardanti lo 'schiocco' di Thanos (noto come 'The Blip') che ha cancellato metà delle forme di vita nell'universo, incluso il momento in cui l'effetto viene cancellato cinque anni dopo, grazie al secondo schiocco di Tony Stark/Iron Man.

Far From Home si apre dal punto di vista di Peter Parker (Tom Holland), il quale ci presenta i drammatici momenti in cui un gruppo di persone diventa polvere durante l'esibizione di un gruppo musicale. Cinque anni dopo, a seguito della missione dei Vendicatori atta a 'invertire' il processo, il filmato mostra i 'decimati' tornare in vita nel punto esatto in cui sono scomparse (i membri della band riappaiono infatti improvvisamente nel bel mezzo di una partita di basket).

Sono in molti ad essersi domandati cosa sarebbe potuto accadere se non fosse stato possibile far riapparire le persone scomparse nello stesso, identico posto in cui erano svanite nel nulla (come ad esempio, quelle che si trovavano a bordo di un aereo in volo). La risposta di Watts è stata piuttosto chiara in merito (via HuffPost):

Cosa sarebbe accaduto alle persone in movimento, ad esempio in macchina o in aereo? Ovviamente, non hanno fatto un salto nel vuoto, visto che in questo modo sarebbero precipitate nel vuoto morendo. Ci sono così tante domande, ma ci siamo limitati a dare una risposta a quelle che avevano senso nella nostra storia.

Questo è il punto. Tutti sono tornati a casa sani e salvi, in ​​qualche modo. Non credo che improvvisamente le persone siano state catapultate sulla Terra precipitando nell'oceano. Quello non sarebbe stato di certo il lieto fine che Tony Stark aveva in mente.

In ogni caso, lo stesso Watts ha alcune domande in sospeso con gli sceneggiatori di Endgame:

Ci sono così tante idee che abbiamo avuto. Parlando con Markus e McFeely abbiamo discusso del caso specifico di due gemelli. Più in particolare di cosa sarebbe successo se un gemello fosse stato vittima dello schiocco. Sarebbero ancora gemelli, ma uno di loro avrebbe cinque anni in più, il che sarebbe davvero strano. Thanos ha anche detto che tutti gli esseri viventi sarebbero stati dimezzati, quindi intendeva anche i batteri? La metà dei batteri presenti all'interno dello stomaco sono spariti, cosa questa che ha portato le persone ad ammalarsi gravemente?

Va detto che lo scorso mese di giugno, nel corso di una sessione di Q&A su Reddit, il presidente di Marvel Studios Kevin Feige ha confermato che Hulk (Mark Ruffalo) sarebbe stato in grado di far tornare in vita le persone in un 'posto sicuro' grazie a un secondo utilizzo delle Gemme dell'Infinito.

Ci riferiamo alla versione di Hulk vista in Endgame e nota come Smart Hulk. Quindi sì.

Ricordiamo che Spider-Man: Far From Home, diretto da Jon Watts, arriverà nei cinema italiani a partire dal prossimo 10 luglio.

Leggi anche

      Cerca