Kevin Spacey, cadute le accuse per molestie del barista

Kevin Spacey è salvo dalle accuse di molestie che gli erano state rivolte da un giovane barista di Nantucket. I procuratori distrettuali hanno fatto cadere il caso dopo il ritiro della denuncia.

Kevin Spacey lo aveva promesso con uno strano e sibillino video natalizio: la verità sarebbe venuta a galla.

Non sappiamo se questo sia realmente successo, o succederà, ma il Premio Oscar al momento sembrerebbe salvo, dopo le accuse di molestie sessuali rivolte da un giovane barista che sarebbe stato vittima di comportamenti inappropriati in un bar di Nantucket.

Come riportano Associated Press e Deadline, l’accusa ha fatto cadere la denuncia, scagionando automaticamente Kevin Spacey.

All’epoca dei fatti, il 2016, il ragazzo che aveva accusato l’attore aveva 18 anni.

Il giovane è il figlio della conduttrice televisiva Heather Unruh, che aveva portato avanti in prima persona la battaglia del figlio contro Spacey.

L’attore, avevano riportato i suoi avvocati, aveva vissuto con stress, tristezza e ansia il castello di accuse, tanto da chiedere di anticipare il processo per trovare sollievo in una risoluzione anticipata.

Il barista aveva accusato Spacey di averlo fatto ubriacare per poi tentare un approccio fisico, mettendogli una mano sui pantaloni. La difesa sostiene invece che, quella sera, entrambi si sarebbero prestati a un flirt innocente che si era concluso con un tranquillo rifiuto da parte del giovane di fronte alle avance di Spacey.

Gli avvocati di Kevin Spacey si erano concentrati su alcuni scambi via cellulare di foto e messaggi che avrebbero testimoniato un altro tipo di coinvolgimento da parte del barista. Il ragazzo, però, avrebbe provveduto a “ripulire” la sua cronologia, e quando la difesa aveva chiesto una copia dei messaggi inalterati pre-cancellazione, il telefono era sparito.

Di fronte alle domande degli avvocati, nell’udienza preliminare dell’8 luglio, il ragazzo si era appellato al quinto emendamento americano, ovvero la facoltà di non rispondere.

Il difensore aveva avvisato il giovane che eliminare le prove è un reato nel Commonwealth. Spacey non era presente. Al contrario, il barista e i suoi genitori erano in aula.

L’avvocato dell’accusa, Mitchell Garabedian, ha riportato che il cellulare del ragazzo era stato consegnato alle autorità nel 2017 e da allora nessuno della famiglia lo avrebbe più rivisto, ma i funzionari hanno dichiarato di aver riconsegnato il telefono. Garabedian ha addotto la possibilità che il padre del ragazzo non ricordi effettivamente di averlo ricevuto indietro.

A seguito di questi fatti, i procuratori distrettuali del Massachusetts hanno fatto cadere completamente il caso.

L'attore, che si è sempre proclamato innocente, può tirare un sospiro di sollievo, ma solo su questo caso. Nell’autunno del 2017, sulla scia del caso Weinstein, Spacey è stato accusato da 30 uomini di molestie e comportamenti sessuali inadeguati. Tra questi, anche l’attore Anthony Rapp, che ha raccontato di aver ricevuto avance da Spacey quando aveva 14 anni. L’uomo si è scusato per la sua ipotetica condotta, che non ha smentito né confermato, imputandola a un eventuale stato di alterazione alcolica. Altre accuse si riferiscono al periodo in cui l’attore era direttore artistico dell’Old Vic Theatre di Londra.

Come si evolverà il destino di questo attore?

Leggi anche

      Cerca