SDCC 2019: il cast di Game of Thrones si congeda dai fan tra chiarimenti, polemiche (poche) e nostalgia

Il San Diego Comic-Con 2019 ha ospitato l'ultimo panel di Game of Thrones. Il cast ha ringraziato e salutato i fan e si è congedato rispondendo a diverse domande sulla (controversa) stagione 8.

"Il passato è scritto. L'inchiostro è secco". Ma anche se Game of Thrones è finito, c'era molta (molta) attesa per il panel al San Diego Comic-Con 2019 (che potete vedere per intero nel video qui sotto, in inglese). Non solo a causa delle controverse scelte narrative dell'ultima stagione, ma anche perché (di fatto) la conclusione della serie ha segnato la fine di un'epoca.

A incontrare i fan nella Hall H sono arrivati Isaac Hempstead-Wright (Bran Stark), Conleth Hill (Varys), John Bradley (Samwell Tarly), Maisie Williams (Arya Stark), Jacob Anderson (Verme Grigio), Liam Cunningham (Ser Davos Seaworth) e Nikolaj Coster-Waldau (Jaime Lannister). Invece, dopo avere annunciato la loro presenza, gli sceneggiatori David Benioff e D.B. Weiss e il regista Miguel Sapochnik hanno avvisato che non avrebbero partecipato al panel a poche ore dall'appuntamento (e come loro anche gli interpreti di Ser Jorah Mormont e Missandei, Iain Glen e Nathalie Emmanuel).

L'assenza dei due contestatissimi showrunner ha sollevato qualche malumore, ma alla fine l'incontro si è svolto in un clima disteso. Anche se non si può non menzionare "l'invito al rispetto senza precedenti" (come scrive Vanity Fair) rivolto ai partecipanti dal direttore della programmazione del SDCC, Eddie Ibrahim.

Di certo, lo scherzoso riferimento all'inizio del panel a uno degli errori più clamorosi della stagione 8, il bicchiere di Starbucks nell'episodio The Last of the Starks, è servito a rompere il ghiaccio e ha stemperato la tensione. 

Guardando quelli lasciati dalla produzione a disposizione del cast, Liam Cunningham ha osservato pacato: "Qualcuno ha dimenticato una tazza di caffè" e tutti i suoi colleghi hanno risposto sollevando i propri in un brindisi al pubblico.

Poi l'incontro è entrato nel vivo e gli attori hanno risposto a diverse domande inerenti la (super) discussa stagione 8. Come scrive GamesRadar, Maisie Williams, Isaac Hempstead-Wright e Conleth Hill hanno chiarito alcuni punti oscuri relativi ai loro personaggi.

L'attrice ha negato categoricamente che Jon Snow abbia aiutato Arya a uccidere il Night King:

L'ha fatto da sola. Ma se dovessimo dare del merito a qualcuno, sarebbe Melisandre, che l'ha ributtata nella mischia.

Invece, Isaac ha parlato dei poteri di Bran. Secondo il giovane interprete, il (nuovo) Corvo a Tre Occhi non ha aiutato gli uomini nella loro battaglia contro il Re della Notte perché non riesce a vedere il futuro con la stessa chiarezza con la quale vede il passato. L'attore ha anche scherzato sul fatto che l'idea che Bran sapesse che sarebbe diventato re senza fare nulla è "mitica" e ha aggiunto che nessuno gli succederà "per un paio di migliaia di anni". Una eventualità vagamente inquietante, dal momento che ha dichiarato pure che, sotto il giovane Stark, Westeros è "a tutti gli effetti uno stato di sorveglianza".

HBOBran Stark in Game of Thrones
I poteri di Bran Stark sono stati motivo di grande discussione tra i fan di Game of Thrones

Da parte sua, come riporta Vanity Fair, Conleth ha confermato che Varys stava cercando di avvelenare Daenerys.

io9 | Gizmodo osserva che l'interprete del Ragno è stato anche protagonista di una delle (poche) polemiche che hanno animato il panel. L'attore ha affermato che sono stati i media ad alimentare il malcontento e la rabbia contro la stagione finale di Game of Thrones:

Basta guardare le persone che ci sono oggi e noi che siamo qui per ringraziarle per averci seguito in tutti questi anni. Questa è la realtà e non la campagna d'odio condotta dai media.

HBOVarys in Game of Thrones
Varys stava davvero cercando di avvelenare Daenerys in Game of Thrones

L'osservazione non ha avuto seguito, invece un altro (piccolo) momento di tensione c'è stato quando Nikolaj Coster-Waldau ha parlato del finale di Jaime. La star danese ha affermato che la morte del suo personaggio abbracciato alla sorella-amante è stata "perfetta" e dal pubblico qualcuno ha gridato: "Bugiardo".

Come osserva Entertainment Tonight, la star danese non si è scomposta e ha offerto il suo punto di vista sulle accese polemiche che hanno accompagnato la conclusione di GoT:

Ogni stagione ci sono state delle enormi controversie. È accaduto con la morte di Ned Stark, [con i fan che dicevano, n.d.r.]: 'Non guarderemo più questa serie di m****'. Poi con le Nozze Rosse e adesso con il finale. È inevitabile i********* quando arriva la fine, a prescindere da tutto. In fin dei conti, va benissimo. Avete odiato il finale? Grandioso. Basta che non insultiate le persone.

In linea con i loro personaggi, John Bradley e Liam Cunningham hanno offerto due riflessioni molto distensive.

A proposito della sua ultima scena, l'interprete di Sam ha dichiarato che gli ha fatto provare un sentimento di unità e condivisione. In modo più o meno simile, l'alter ego di Ser Davos ha osservato che Game of Thrones è una grande avventura e un patrimonio comune di cast e fan:

Noi e voi, tutti insieme facciamo parte di questo viaggio. E tutti ci sentiamo fortunati a farne parte.

Anche Jacob Anderson ha contribuito ad alleggerire la tensione con un simpatico siparietto. Quando gli è stato chiesto perché Verme Grigio non abbia ucciso Jon Snow, dopo che il legittimo erede del Trono di Spade aveva assassinato Daenerys, l'attore si è infilato una maschera da Spider-Man, in un divertente tentativo di sottrarsi alla risposta. Poi è tornato serio e ha spiegato che il comandante degli Immacolati ne aveva abbastanza di violenza e di morte.

HBOSer Davos in GoT
Liam Cunningham è grato di avere interpretato Ser Davos e di essere stato parte di Game of thrones

Durante il panel, gli attori hanno parlato anche dei possibili destini alternativi dei loro personaggi.

Maisie ha escluso che Arya e Gendry avrebbero potuto avere una chance come coppia:

Arya è sempre stata un lupo solitario. In parte, era a disagio nella sua stessa famiglia. Non credo che avere un compagno sia la sua ragione di vita.

Allo stesso modo, Nikolaj ha detto che, anche se Jaime fosse sopravvissuto, lui e Brienne non avrebbero potuto stare insieme, a causa del passato dell'uomo.

Invece, Jacob ha affermato senza dubbi che Missandei è stata e resterà l'unico vero amore di Verme Grigio e che il comandante degli Immacolati a Naath non troverà un'altra donna, ma darà inizio a un regno in stile Wakanda (anche se con le farfalle...).

HBOVerme Grigio in Game of Thrones
L'unico vero amore di Verme Grigio è stato e sarà sempre Missandei

Infine, i membri del cast hanno rivelato le loro battute preferite dell'intera serie.

Isaac ha dichiarato che la sua è una di Ditocorto, ripresa da Bran/Corvo a Tre Occhi: "Il caos è una scala". Maisie ha citato quella iconica di Arya: "Non oggi". John ha ricordato una della prima stagione, quando Jon, dopo essere stato nominato attendente del Lord Comandante, rivela deluso all'amico che ha sempre sognato di essere un ranger e Sam gli dice: "Io avrei sempre voluto diventare un mago". Conleth ha citato il suo compagno di avventura, Peter Dinklage, e il cinismo dolente di Tyrion: "Bevo e so cose". Liam ha ricordato una perla di saggezza di Davos a Gendry: "Niente ti f**** più del tempo". Nikolaj ha reso omaggio a Kristian Nairn e al suo Hodor con "Hold the door" (in italiano, "tieni la porta"). E Jacob ha affermato senza esitazione: "Valar morghulis".

Ed è proprio così: "tutti gli uomini devono morire", come tutte le serie devono finire. Anche Game of Thrones.

      Cerca