Jason Statham parla degli stuntmen dopo l'incidente sul set di F&F 9: 'Sono eroi'

Jason Statham ha rilasciato un'intervista dopo l'incidente che ha coinvolto una controfigura sul set di Fast & Furious 9: l'attore ha definito eroi gli stuntmen.

Jason Statham ha rilasciato un’intervista sull’incidente che ha bloccato le riprese di Fast & Furious 9 per un giorno.

L’attore debutterà presto nei cinema italiani (8 agosto 2019) con il film stand-alone Fast & Furious - Hobbs & Shaw, in cui riprenderà il ruolo di Deckard Shaw accanto a Dwayne Johnson nel ruolo di Luke Hobbs.

L’attore 51enne ha definito gli stuntmen come degli eroi poco celebrati e ha raccontato di essere riuscito a instaurare sempre un ottimo rapporto con loro sui set dei suoi film:

Ho lavorato a stretto contatto con loro per molti anni… Sono più a mio agio in compagnia degli stuntmen che con qualsiasi altro membro del team di lavoro.

Le parole di Statham sono state suscitate dall’incidente occorso al giovane stuntman Joe Watts negli studi inglesi di Warner Bros. Le indagini sono in corso, ma sembra che Joe sia caduto provocandosi una ferita alla testa a causa della rottura di un cavo di sicurezza a cui era legato. Lo stuntman è ricoverato al Royal Hospital di Londra ed è in coma indotto da lunedì 22 luglio.

Proprio a seguito dell’incidente Jason Statham ha dichiarato:

È un lavoro imprevedibile. Si adottano tutte le misure per evitare queste cose [l’incidente] … È terribile per le famiglie quando qualcuno si fa davvero male.

L’attore ha anche aggiunto che, secondo lui, non si fa abbastanza per riconoscere pubblicamente il lavoro degli stuntmen:

Sento che in qualche modo sono degli eroi non celebrati. Lavorano per far apparire grandi altre persone agli occhi della gente senza ottenere alcun ritorno… È un peccato perché sono incredibilmente abili.

Al momento non ci sono novità sulle condizioni di Joe Watts. Nel frattempo, il set di Fast & Furious 9 è di nuovo attivo.

Leggi anche

      Cerca