Liam Cunningham tra i pericoli di The Hot Zone e Game of Thrones: l'intervista

Dai pericoli reali di The Hot Zone a quelli fantastici di Game of Thrones, Liam Cunningham ha parlato in una intervista al BCT del suo nuovo ruolo nel thriller-drama in 6 episodi in onda da settembre.

Il personaggio di Ser Davos Seaworth in Game of Thrones ha fatto entrare Liam Cunningham nel cuore del grande pubblico. Ma per l'attore è tempo di una nuova sfida.

L'interprete britannico si prepara a tornare sul piccolo schermo con la serie TV The Hot Zone, nel ruolo del dottor Wade Carter, uno dei massimi esperti al mondo di malattie emergenti, che è stato isolato dalla comunità scientifica per il suo approccio (troppo) appassionato e non convenzionale.

Ma quando il virus Ebola fa la sua comparsa in un centro di ricerca della Virginia, a pochi km dalla Casa Bianca, le competenze del patologo si riveleranno cruciali per impedire una epidemia su scala mondiale.

Il dottor Carter sarà un alleato e un consigliere fondamentale per la protagonista della serie, il tenente colonnello Nancy Jaax, interpretata da Julianna Margulies, e l'aiuterà nella difficile battaglia per impedire la diffusione del virus, mentre le diverse agenzie governative sono divise da disaccordi e conflitti.

HBOLiam Cunningham è Ser Davos Seaworth
Dopo Ser Davos Seaworth, Liam Cunningham torna in TV nel ruolo di uno scienziato

Liam Cunningham ha parlato del suo nuovo ruolo al BCT, il Festival Nazionale del Cinema e della Televisione di Benevento, fondato e diretto da Antonio Frascadore e giunto alla sua terza edizione, nella intervista che trovate in copertina.

L'attore ha rivelato un insospettabile background comune con il suo personaggio:

Una parte del ruolo l'ho preparata senza sapere... che la stavo preparando! È successo 35 anni fa, quando vivevo in Africa. Lavoravo nella foresta, come Wade Carter, prima di diventare attore.

La star di GoT ha spiegato che il dottor Carter è "un ribelle che si è cacciato nei guai":

È stato messo ai margini dalla comunità scientifica, perché è un tipo esaltato. È veramente preoccupato per gli esseri umani.

Liam Cunningham ha proseguito riflettendo sul pericolo rappresentato dall'Ebola:

Se questa malattia arrivasse da noi, porterebbe alla devastazione, proprio come World War Z.

E poi ha parlato scherzosamente del "virus" che ha contagiato Danerys nell'ultima stagione di Game of Thrones e le ha fatto fare quello che ha fatto:

Un virus che l'ha fatta impazzire! [...] Penso che molte persone si siano arrabbiate, per questo passaggio da essere una persona fragile a una dominante e che poi impazzisce. Ma questo è ciò che rende una serie drammatica.

Per rivedere in TV l'attore, l'appuntamento è con The Hot Zone, il nuovo thriller-drama in 6 episodi prodotto da Fox 21 Television Studios, Lynda Obst Productions e Scott Free Productions di Ridley Scott, in onda dal 4 settembre in trasmissione simultanea su National Geographic e FOX.

Leggi anche

      Cerca