Tomba di Tutankhamon: nuove ricerche avvalorano l'ipotesi di una 'camera segreta'?

Nuove ricerche effettuate da un team di archeologici egiziani e inglesi riporterebbero in auge l'ipotesi dell'esistenza di una camera segreta nei pressi della tomba di Tutankhamon.

A quanto pare potrebbero esserci importanti novità sul mistero che avvolge la tomba della regina Nefertiti, la sposa reale del faraone Akhenaton.

Wikipedia CommonsUna scultura della regina Nefertiti
L'eleganza della regina Nefertiti

A poca distanza dall’annuncio dell’inesistenza di una camera nascosta di fianco o all’interno della tomba di Tutankhamon, annuncio rilasciato dal segretario generale del Consiglio supremo delle antichità dell’Egitto, delle nuove ricerche di un team di archeologi egiziani e inglesi farebbero invece presupporre il contrario.

Il gruppo di ricercatori, guidato dall’ex ministro delle antichità egizie Mamdouh Damati, ha infatti nuovamente scansionato la tomba di Tutankhamon per un periodo di ben tre giorni.

Le precedenti scansioni, che avevano chiaramente sconfessato l’ipotesi dell’esistenza una camera segreta, parlando di “segnali fantasma” che il radar aveva creato davanti le pareti e non dietro di esse, vengono dunque messe in discussione.

Le nuove ricerche descriverebbero la presenza di camere e materiale organico dietro le mura della tomba di Tutankhamon. Non è chiaro però se si tratti camere realizzate dall’uomo o di semplici cavità scavate nella roccia.

Per riuscire a capire se si tratta di una svolta per la ricerca della tomba nascosta di Nefertiti o di un ennesimo buco nell’acqua, bisognerà attendere fino alla fine del 2019, e l’entrata in gioco di chimici esperti il cui compito sarà quello di analizzare gli ultimi dati ottenuti tramite scansione.

In caso le nuove informazioni raccolte rivelassero finalmente la presenza di camere nascoste costruite dall’uomo, gli addetti ai lavori potrebbero decidere di abbattere alcune mura della tomba di Tutankhamon, un’eventualità da prendere assolutamente con le pinze, considerando soprattutto le precedenti smentite.

Ricordiamo che l’ipotesi dell'esistenza di una camera segreta fra le mura della tomba di Tutankhamon è nata nel 2015, quando l'archeologo Nicholas Reeves dell'University of Arizona, analizzando le scansioni della camera funeraria del faraone egizio, asserì di aver scoperto quelle che parevano essere tracce deboli di porte celate sotto l'intonaco.

E voi che ne pensate? Credete che le nuove ricerche possano portare a risultati concreti? O si tratterà di un “falso allarme”?

Leggi anche

      Cerca