Cameron Boyce: confermata la causa della morte; i genitori aprono una fondazione

I medici hanno comunicato i risultati dell'autopsia sul corpo di Cameron Boyce: il decesso è stato causato dall'epilessia, di cui l'attore soffriva da tre anni.

L’autopsia di Cameron Boyce conferma la ⤑morte per epilessia della giovane star Disney. Il decesso è avvenuto sabato 6 luglio e il rapporto medico dichiara che l’attore è stato trovato privo di sensi nel suo letto e dichiarato deceduto dai paramedici, accorsi sul posto alle 14:35.

I test tossicologici eseguiti dai medici del Los Angeles County Department of Medical Examiner-Coroner hanno evidenziato una positività al Levetiracetam, un farmaco utilizzato per il trattamento delle crisi epilettiche. Secondo il rapporto medico, Cameron soffriva da tre anni di epilessia non traumatica. Negli ultimi tempi, però, era stato vittima di diversi attacchi.

Secondo una testimonianza contenuta nell’autopsia, l’attore era vivo fin dopo la mezzanotte della notte tra il 5 e il 6 luglio. Il giorno dopo i coinquilini sono entrati in camera di Cameron per controllarlo prima di uscire e lo hanno trovato a letto privo di sensi. È stato chiamato subito il 911. Purtroppo, però, era troppo tardi.

The Cameron Boyce Foundation

In realtà, la famiglia aveva già rivelato che la causa del decesso era imputabile all’epilessia. Ora è arrivata la conferma ufficiale. I familiari sono straziati dal dolore e hanno lanciato una fondazione intitolata a Cameron, che si occuperà di combattere la violenza fornendo assistenza ai giovani dotati di talento artistico.

Di recente, la famiglia di Cameron è apparsa accanto al regista Kenny Ortega sulla Walk of Fame. Ortega ha ricevuto una stella e ha invitato i familiari di Cameron, con cui aveva instaurato un rapporto di amicizia durante la lavorazione di Descendants (film Disney per la TV).

Durante il discorso di accettazione il regista ha dichiarato:

Cameron era così eccitato per me. La sua apparizione troppo breve in questa vita mi ha ispirato più di quanto possa dire a parole… Cameron ha detto che non possiamo portarlo con noi, ma la cosa importante è ciò che ha lasciato e quindi ti prometto Cameron che porterò la tua bontà con me per tutti i giorni della mia vita.

Leggi anche

      Cerca