Perché Edward Norton ha detto no ad Avatar 2 e sì ad Alita

Una scelta che ha fatto molto discutere e su cui l'attore e regista ha rotto il silenzio: ecco le sue dichiarazioni in merito, davvero inaspettate.

Universal Pictures Edward Norton in una scena del film The Bourne Legacy

Edward Norton ha aperto la Festa del Cinema di Roma 2019 con Motherless Brooklyn - I segreti di una città, la sua seconda regia dal romanzo di Jonathan Lethem, ma a far discutere è una sua recente intervista concessa al magazine Total Film. Nel corso della chiacchierata con la rivista, l'attore si è lasciato scappare un'indiscrezione: ha rifiutato un ruolo in Avatar 2 di James Cameron per apparire (non accreditato) in Alita - Angelo della battaglia di Robert Rodriguez, il film basato sul manga di Yukito Kishiro scritto e prodotto dallo stesso Cameron.

Norton ha raccontato così la sua versione dei fatti.

Io e Jim [Cameron] siamo amici, e in verità lo stimo moltissimo, potrei dire che lo adoro. Perciò quando mi ha chiesto di prendere parte ad Avatar 2, gli ho detto senza mezzi termini: 'Se non sono un Na'vi, non se ne parla. Non voglio stare dalla parte del mondo industriale che arriva e cerca di distruggere Pandora. O faccio la parte di un Na'vi, o niente'. Lui mi ha risposto: 'Va bene, allora magari se ne parla per il 3, il 4 o il 5'. E poi mi fa: 'Senti, conosci Robert [Rodriguez]?'. Io gli dico: 'Sì, facciamo qualcosa. Voglio combinare qualsiasi cosa con lui'.

Universal PicturesEdward Norton nel cameo nel film Alita - Angelo della battaglia
Edward Norton in Alita - Angelo della battaglia

D'altronde non è la prima volta che attori celebri e super-premiati dicono di no a Cameron. In passato è accaduto a Matt Damon, che ha rifiutato il ruolo di Jake Sully in Avatar (poi finito a Sam Worthington) perché già impegnato con Paul Greengrass su The Bourne Ultimatum e Green Zone.

Nel cast di Avatar 2, previsto per il 17 dicembre 2021, figurano ad oggi i riconfermati Worthington, Zoe Saldana, Giovanni Ribisi, Joel David Moore, Dileep Rao e CCH Pounder. Torneranno anche Stephen Lang e Matt Gerald (nonostante il colonnello Miles Quaritch e il caporale Lyle Wainfleet siano morti nel primo capitolo) e Sigourney Weaver, che però non sarà la dottoressa Grace Augustine ma un altro personaggio, come ha rivelato al Jonathan Ross Show.

Le new entry saranno Kate Winslet e Cliff Curtis (entrambi Na'vi del regno sottomarino di Metkayina) e Oona Chaplin nei panni di Varang, descritta da Cameron in un'intervista a Vanity Fair come "un personaggio centrale, una donna forte e vibrante che sarà presente nell'intera saga e in tutti i sequel". Stando alle indiscrezioni sulle sceneggiature, i quattro sequel di Avatar saranno film legati all'originale ma autoconclusivi, che daranno vita ad una saga che andrà avanti fino al 2027.

C'è tempo per vedere Norton con la pelle blu e la coda neurale, giusto?

Leggi anche

      Cerca