Saw, 15 anni dopo: Cary Elwes sulla genesi e il successo del film

Eagle Pictures Cary Elwes spiega il successo dei film di Saw

A distanza di 15 anni dall'uscita di Saw - L'enigmista, l'attore Cary Elwes (il dottor Gordon del primo film del franchise) ha spiegato le ragioni del grande successo della pellicola e dei film successivi.

Sono trascorsi oramai 15 anni da quando gli appassionati di cinema horror (e non solo) hanno conosciuto un nuovo livello di paura grazie ad uno dei franchise cinematografici di genere di maggior successo degli ultimi anni. Parliamo di Saw, che dal 2004 ci ha deliziato con ben 8 pellicole e un reboot in fase di produzione.

Probabilmente, ciò che si nasconde dietro il grande successo della saga ideata da James Wan e Leigh Whannell non è tanto il gore o le trappole maliziosamente inventate da John Kramer, quanto il mistero, che ha letteralmente tenuto incollati gli spettatori dei cinema di tutto il mondo ai propri posti. I protagonisti non sono contrapposti a una forza soprannaturale o entità malvagie come in tanti horror. Nei film del franchise John Kramer è un subdolo "deus ex machina", che escogita ogni sorta di marchingegno machiavellico e si diverte a guardare le sue vittime soffrire. Ma attenzione: non le uccide o tortura personalmente, fa in modo che siano i "prescelti" di turno a fare tutto da soli. Crede che stia facendo loro un favore: offrire una seconda possibilità per apprezzare la vita che è stata loro concessa, nonostante i misfatti commessi.

Per celebrare i 15 anni dell'uscita del primo film Saw - L'enigmista, il magazine statunitense NME ha incontrato l'attore Cary Elwes, che abbiamo conosciuto nella pellicola come il dottor Lawrence Gordon, rinchiuso in un bagno sporco e fatiscente insieme ad Adam Faulkner. Chi ha visto il film sa bene cosa sia poi accaduto ai due.

A Elwes è stato chiesto come ci si sente ad essere stato uno dei protagonisti di una pellicola che, girata in soli 18 giorni con un budget estremanente ridotto, è diventata la capostipite di un franchise capace di genere tanti sequel di successo.

L'attore ha così replicato:

È ancora abbastanza pazzesco. Per quanto possa sembrare incredibile, ogni Studio ha rifiutato questo film, così Leigh e James alla fine hanno incontrato Oren Koules, che all'epoca era il mio manager, e anche partner di Oren Evolution. I due avevano messo insieme una breve scena di quindici minuti in cui Leigh interpretava il ruolo di Shawnee Smith [Amanda Young] bloccata dalla trappola per orsi inversa [ideata dalla geniale mente di Kramer, n.d.R.]. Già dal guardare quel filmato si capiva che sarebbe stato qualcosa di veramente interessante e diverso da qualsiasi altra cosa.

Nell'oramai lontano 2004 sia Wan che Whannell erano ancora alle prime armi e non è di certo stato semplice tentare di affermarsi nel "magico mondo di Hollywood" con in mano un film come Saw. Cary Elwes (noto, tra le altre cose, anche per la sua partecipazione a La Storia Fantastica e Stranger Things) ritiene che l'arma vincente dei due sia stata quella di aver mostrato non il film intero, ma dei piccoli cortometraggi e filmati capaci di rivelare ciò che il film avrebbe potuto effettivamente offrire:

Penso che il fatto che abbiano girato alcuni filmati per mostrare cosa potevamo aspettarci dal film è ciò che ha rivelato l'ottimo affare per tutti!

Eagle PicturesBilly il pupazzo
Billy, il pupazzo utilizzato da Kramer nei film di Saw

Anche lo stesso personaggio di John Kramer (interpretato da uno straordinario Tobin Bell) si è sempre mostrato totalmente diverso da tutti gli altri "cattivi" dei film horror, portando quasi il pubblico a tifare per lui, nonostante fosse in errore evidente. L'interprete del dottor Gordon ha così commentato in merito:

Penso che ciò che ha reso Saw così diverso sia stato che al pubblico non è stato chiesto di entrare in empatia con qualcuno che fosse un sociopatico folle. Jigsaw credeva di essere giusto perché puniva le persone che effettivamente meritavano di essere punite.

Come gli appassionati sapranno, è attualmente in lavorazione un reboot del franchise, che vede come autore, produttore e tra i protagonisti della pellicola stessa Chris Rock, comico e attore molto apprezzato da Cary Elwes, che però conosce pochi dettagli del nuovo, attesissimo, film:

Non ho avuto la fortuna di leggere la sceneggiatura e conosco appena le persone coinvolte, quindi posso solo ipotizzare. Tutto quello che posso dire è che sono un grande fan di Chris Rock e spero che vada bene. Stanno tenendo tutto nascosto [gli addetti ai lavori del reboot, n.d.R.] - come è giusto che sia - e auguro loro ogni bene.

Siete pronti per vivere una nuova sanguinosa avventura grazie alle trappole dell'Enigmista? Se la risposta è sì, sappiate che il reboot di Saw arriverà nei cinema italiani il 23 ottobre 2020.

Nell'attesa potreste dare una spolverata agli otto film del franchise, in particolare alla prima pellicola, Saw - L'enigmista, che di certo ha "sconvolto" il mondo del cinema con una trama non scontata ed un finale del tutto imprevedibile. 

Leggi anche

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.