Star Wars: i dettagli della trilogia di Benioff e Weiss (sull'origine dei Jedi) e i retroscena dell'addio

Lucasfilm Luke Skywalker e l'Imperatore Palpatine

Dopo che si è posata la polvere del terremoto dell'uscita di Benioff e Weiss da Lucasfilm, emergono i dettagli della loro trilogia e i retroscena dell'addio a Star Wars.

La notizia dell'uscita di David Benioff e D.B. Weiss dall'universo di Star Wars è stata un vero e proprio terremoto. Per fare posare la polvere c'è voluto qualche giorno e adesso iniziano a emergere informazioni e dettagli sui retroscena dell'addio. Anche sui contenuti della trilogia abbandonata dagli autori di Game of Thrones.

Stando a quello che scrive Variety, i film (mancati) dei due sceneggiatori avrebbero dovuto esplorare l'origine dei Jedi. Secondo il sito, D&D avevano l'ambizione di portare il franchise in una "nuova direzione", che avrebbe avuto una dimensione a parte rispetto alla saga degli Skywalker (che si concluderà con Episodio IX). Sulla carta, un'idea decisamente affascinante. Ma allora, cosa non ha funzionato?

Fermo restando che non c'è niente di ufficiale e che la cautela è d'obbligo, Variety offre una ricostruzione dei fatti senza dubbio interessante.

Come riporta il sito, all'inizio, sembravano tutti entusiasti del progetto. Ma poi Lucasfilm (che vale la pena ricordare fa parte di Disney) e Benioff e Weiss hanno incominciato ad avere "divergenze creative". Un copione che (purtroppo) i fan conoscono bene. La lista dei registi e degli autori che hanno "lasciato" l'universo di Star Wars è lunga e comprende Josh Trank, Colin Trevorrow, Phil Lord e Chris Miller. 

A quanto pare, il solco tra gli sceneggiatori del Trono di Spade e i vertici dello studio ha iniziato ad approfondirsi durante la scorsa estate. Ed è diventato una voragine quando D&D hanno firmato un contratto di lunga durata (e a molti zeri) con Netflix.

Variety scrive che diversi addetti ai lavori hanno letto nell'accordo la volontà da parte dei due sceneggiatori di esplorare altre strade e (di fatto) un segnale che qualcosa non andava. Perché impegnarsi con il servizio di streaming (peraltro, concorrente diretto di Disney e del suo nuovo servizio Disney+), con davanti il progetto di una trilogia di Star Wars?

Ma se Benioff e Weiss pensavano di predisporre un "piano B" in caso di rottura con Lucasfilm, il contratto con Netflix probabilmente ha fatto precipitare la situazione del tutto. Come riporta il sito, in pubblico la piattaforma di streaming avrebbe mostrato di conoscere e accettare gli impegni di D&D, ma dietro le quinte avrebbe spinto per ottenere l'esclusiva.

In questo panorama, Lucasfilm avrebbe iniziato a incontrare altri autori per parlare di nuove produzioni di Star Wars, anche se non è chiaro di che genere.

Mettendo insieme tutti i pezzi, in definitiva Variety sembra proporre una lettura dei fatti secondo cui l'uscita di Benioff e Weiss dalla "galassia lontana lontana" sarebbe stata causata da un mix di divergenze creative e di scontento e pressioni da parte di Netflix.

Gage Skidmore from Peoria, AZ, United States of America - Wikimedia CCBenioff e Weiss al san Diego Comic-Con
A qualche giorno dall'uscita di D&D da Star Wars, emergono i dettagli sulla loro trilogia e sui retroscena dell'addio

Dunque, è tutto qui? Non proprio. Sulla questione ha qualcosa da dire anche un altro pezzo grosso dell'informazione relativa al mondo dell'entertainment, The Hollywood Reporter (THR).

Secondo l'autorevole sito (le cui informazioni vanno comunque prese con la dovuta cautela), ci sarebbe un'ulteriore sfumatura. In maniera più esplicita, THR concorda con Variety sul fatto che la situazione tra Lucasfilm e D&D sarebbe precipitata ad agosto, che è lo stesso mese in cui i due hanno firmato il contratto con Netflix. In particolare, la presidente dello studio, Kathleen Kennedy, non sarebbe stata felice dell'accordo, perché avrebbe nutrito dei dubbi sul fatto che Benioff e Weiss riuscissero a portare avanti insieme lo sviluppo della trilogia di Star Wars e di film e serie TV per il servizio di streaming. E in effetti, come osserva il sito, negli ultimi 10 anni i due si sono dedicati (quasi) esclusivamente ai 73 episodi di Game of Thrones.

Inoltre, THR riporta che nell'accordo con Netflix ci sarebbe stata una clausola di esclusività.

Il sito scrive anche che D&D avrebbero iniziato a essere preoccupati da quella che una fonte definisce la "fandom tossica" del franchise (non si sa se riportando le parole dei due o parlando a titolo personale). Una posizione confermata da un altro insider vicino agli sceneggiatori:

Chi vuole affrontare di nuovo [l'attacco dei fan, n.d.r.]? Di sicuro, non loro. 

Insomma, a determinare l'uscita di Benioff e Weiss da Lucasfilm sarebbe stato un mix ingestibile e potenzialmente esplosivo di fattori (e la controversa intervista dei due all'Austin Film Festival non c'entrerebbe).

Ma adesso, cosa accadrà?

Secondo THR, Kathleen Kennedy sarebbe "nervosa" per l'ennesimo abbandono durante la sua gestione. Inoltre, avrebbe visto andare in fumo metà della programmazione dei prossimi 10 anni decisa durante l'estate con D&D e con Rian Johnson (la cui trilogia resta in piedi, nonostante lo scontento dei fan per The Last Jedi). Tuttavia, Variety riporta che la presidente di Lucasfilm non sarebbe in discussione e che Kevin Feige non entrerà a fare parte dello studio con un ruolo di consulenza e/o supervisione. D'altra parte, il boss dei Marvel Studios svilupperà un suo film di Star Wars.

In merito agli altri progetti di Guerre Stellari, al momento gli unici certi sono quelli per Disney+. A novembre, negli USA debutterà The Mandalorian. E per il prossimo futuro, la Casa di Topolino ha in lavorazione altre due serie, una su Obi-Wan Kenobi e un'altra su Cassian Andor e il droide K-2SO.

Invece, per gli sviluppi della saga al cinema, i fan non possono fare altro che aspettare. E avere fiducia della Forza.

Leggi anche

      NoSpoiler Il rispetto della tua privacy è la nostra priorità

      Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Accetta e continua per prestare il consenso all'uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi . Potrai consultare le nostre Informativa privacy e Policy sui cookie aggiornate in qualsiasi momento.