Lucca Comics & Games 2019, le novità di cinema annunciate al festival

Ecco un riepilogo di tutti gli annunci cinematografici arrivati da Lucca Comics, dai pezzi da novanta di Warner Bros agli anime Dynit fino al film Bonelli di Dampyr.

Warner Bros. Entertainment Italia Il poster di Wonder Woman 1984 a Lucca Comics & Games 2019

Come ogni anno Lucca Comics & Games ha portato nella cittadina toscana tantissimi appassionati di cinema, fumetti, videogiochi, illustrazione, fantasy e serie TV. L'edizione 2019, partita il 30 ottobre fino al 3 novembre con oltre 90mila biglietti staccati, ha fornito il solito ricco programma che ha conferma l'evento come il crossmedia show più grande d'Europa.

La spazio dedicato al grande schermo è stato ghiotto di annunci. Warner Bros. Entertainment Italia ha confermato la postazione di Piazza San Michele con un padiglione che ha annunciato i suoi tre titoli più attesi in arrivo tra la fine dell'anno e il prossimo. A partire da Jumanji - The Next Level, in arrivo nelle sale italiane a Natale e il cui trailer finale è stato lanciato la notte di Halloween.

Warner Bros. Entertainment ItaliaI fan di Harley Quinn al Lucca Comics & Games 2019
Fan di Harley Quinn al Lucca Comics & Games 2019

Le due protagoniste assolute sono però le supereroine Harley Quinn e Wonder Woman. Lo stand-alone Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn), lo spin-off di Suicide Squad con Margot Robbie ancora nei panni della "non più compagna del Joker", arriverà il 6 febbraio 2020. Wonder Woman 1984, il film DC Comics che compie un balzo temporale negli anni '80 e metterà di fronte la Principessa delle Amazzoni interpretata da Gal Gadot contro la storica nemesi Cheetah (Kristin Wiig) e l'uomo d'affari psicocinetico Max Lord (Pedro Pascal, il protagonista di The Mandalorian), uscirà invece il 4 giugno 2020.

Warner Bros. Il poster di Wonder Woman 1984

Dynit ha invece annunciato gli anime che vedremo nel corso del 2020. C'è grande attesa per Seven Days War, lungometraggio tratto dalla light novel di Osamu Soda, adattato da Ichiro Okouchi (Code Geass) per la regia di Yuuta Murano (How NOT to Summon a Demon Lord) con lo studio d'animazione Ajia-Do. La storia, mix di mystery e satira sociale, è quella di un gruppo di compagni di classe che scompare nel nulla il giorno prima dell'inizio delle vacanze estive. Le ipotesi della polizia sono le più disparate: un rapimento di massa, una manovra della scuola stessa, una macchinazione del sindaco corrotto. Niente di tutto ciò: i ragazzi si sono rinchiusi in una fabbrica abbandonata in segno di ribellione contro gli adulti.

Dynit ha promesso pure l'uscita in sala di My Hero Academia the Movie - Heroes: Rising, secondo lungometraggio animato del celebre franchise di Kohei Horikoshi. Ci saranno due nuovi personaggi, Mahoro e Katsuma, l'ambientazione sarà Nabu Island e la canzone-traino della colonna sonora sarà Higher Ground dei Sumika, la rock band giapponese che ha già accompagnato Voglio mangiare il tuo pancreas. La regia è di Kenji Nagasaki, la sceneggiatura di Yousuke Kuroda, il character design di Yoshihiko Umakoshi.

Diretto da Hiroyuki Imaishi e coprodotto da Trigger e XFLAG, Promare uscirà nel 2020 dopo essere stato un successo clamoroso in Giappone e negli Stati Uniti. L'anime, sceneggiato da Kazuki Nakashima e diretto da Hiroyuki Imaishi con una sapiente combinazione di 2D e 3D, è considerato il successore di Gurren Lagann e racconta la lotta senza esclusione di colpi tra i Mad Burnish, discendenti di una razza di esseri mutanti che brandiscono il potere del fuoco e che hanno distrutto quasi tutto il pianeta, e gli anti-Burnish guidati da Galo Thymos.

Dynit ha infine annunciato l'arrivo nelle sale del terzo capitolo di Fate/Stay Night Heaven's Feel, l'ultimo film della trilogia che uscirà al cinema come per i precedenti due capitoli. Sottotitolato Spring Song e diretto sempre da Tomonori Sudo, l'anime sarà l'epica conclusione della saga omonima creata da Type-Moon. Non è stata definita la data d'uscita precisa.

Dal Giappone all'Italia, Sergio Bonelli Editore ha presentato i suoi prossimi fumetti ma non solo. A Lucca Comics & Games 2019 è stato rivelato il cast di Dampyr, il primo film del Bonelli Cinematic Universe, basato sull'omonimo fumetto della casa editrice creato da Mauro Boselli e Maurizio Colombo. Wade Briggs, il Benvolio Montecchi della serie TV Still Star-Crossed (lo spin-off ABC di Romeo e Giulietta griffato Shonda Rhimes), sarà il protagonista Harlan. Nel resto del cast spiccano Stuart Martin (nel ruolo di Emil Kurjak), Frida Gustavasson (Tesla), David Morrissey (Gorka), Sebastian Croft (Yuri) e Luke Roberts (Draka).

Sergio Bonelli Editore / Eagle PicturesIl poster del film Dampyr

La regia è dell'esordiente Riccardo Chemello, la sceneggiatura è stata scritta da Giovanni Masi, Alberto Ostini e Mauro Uzzeo. Le riprese sono iniziate in varie location della Romania con un budget di 12 milioni di dollari. Il film verrà distribuito nelle nostre sale nel 2020 da Eagle Pictures.

Che ne dite, sarà all'altezza del fumetto?

Leggi anche

      Cerca