Viva Raiplay, questa sera debutta lo show di Fiorello solo in streaming: info e ospiti

Rosario Fiorello torna in Rai con il suo atteso varietà destinato alla piattaforma di streaming dell'azienda di Viale Mazzini. Lo show sarà trasmesso in anteprima su Rai 1 a partire da oggi, lunedì 4 novembre.

Dopo tanta attesa e una lunga campagna promozionale, Rosario Fiorello è pronto a debuttare e a conquistare gli spettatori con Viva RaiPlay!. L'inedito varietà dello showman siciliano sarà trasmesso su Rai 1 e, in contemporanea su RaiPlay, a partire da stasera, lunedì 4 novembre, fino all'8 novembre.

Si tratta di cinque strisce serali da 15 minuti - in onda subito dopo il TG1 - che fungeranno da "antipasto" per quello che sarà il vero e proprio show di Fiorello che arriverà il 13 novembre in esclusiva sulla piattaforma streaming della Rai, che per l'occasione è stata completamente rinnovata con una grafica nuova e tanti contenuti inediti. 

Viva RaiPlay! sarà trasmesso ogni mercoledì, giovedì e venerdì alle 20 e 30 dalla sede storica di Rai Radio a Roma, in via Asiago 10.

Ad affiancare Fiorello ci sarà un nutrito cast tra cui spiccano il maestro Enrico Cremonesi, gli Urban Theory, Danti, i Gemelli di Guidonia, il regista e attore Phaim Bhuiyan, il noto tiktoker Luciano Spinelli e lo storico giornalista Vincenzo Mollica.

Lo showman siciliano è pronto a sorprendere il pubblico con un varietà che si preannuncia tanto insolito quanto divertente. Non mancheranno poi ospiti illustri come l'amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, che sarà intervistato nel corso della prima puntata del programma.

Per poter guardare il nuovo varietà di Fiorello Viva RaiPlay! e accedere a tutti i contenuti esclusivi di RaiPlay, non dovrete far altro che scaricare l'app sul vostro smartphone o tablet e registrarvi gratuitamente. L'applicazione è inoltre disponibile su Smart TV così che potrete vedere il programma direttamente sul vostro televisore. 

Il programma, diretto da Piergiorgio Camilli, è stato scritto da Rosario Fiorello in collaborazione con con Francesco Bozzi, Pierluigi Montebelli, Federico Taddia e Andrea Boin, Enrico Nocera, Edoardo Scognamiglio.

Leggi anche

      Cerca