Joker: Scorsese era coinvolto nel progetto (che poi ha abbandonato)

Nel corso di un'intervista alla BBC, Martin Scorsese ha rivelato di essere andato molto vicino dal dirigere Joker, il film dedicato alle origini del Clown Principe del Crimine.

Warner Bros./DC Un'immagine di Joaquin Phoenix nei panni di Joker

Joker, il film di Todd Phillips dedicato alle origini del Clown Principe del Crimine di Gotham, sta per diventare il primo film Rated R ad aver incassato un miliardo di dollari al botteghino internazionale.

Durante le prime fasi di realizzazione del progetto, The Hollywood Reporter aveva diffuso la notizia che il regista Martin Scorsese si fosse avvicinato al lungometraggio, dettaglio poi mai chiarito del tutto nel corso delle settimane precedenti all'uscita del film nelle sale di tutto il mondo.

Ora, stando a un interessante retroscena, Scorsese in persona ha confermato di aver intravisto un forte potenziale cinematografico nell'Universo DC, tanto che l'autore settantaseienne avrebbe prima voluto dirigere la pellicola, per poi rimanere nelle vesti di produttore (lasciando Phillips alla regia).

Nel corso di un'intervista alla BBC (via IndieWire) il regista di The Irishman ha lasciato intendere di aver poi deciso di lasciare la produzione del progetto in mano all'amica nonché collaboratrice Emma Tillinger Koskoff (Uncut Gems), la quale avrebbe anche convinto Robert De Niro a entrare nel cast.

Scorsese avrebbe quindi valutato per diversi anni (quattro, per la precisione) se dirigere o meno il film dedicato alle vicende di Arthur Fleck, sebbene alla fine abbia deciso di no per mancanza di tempo e voglia (l'idea di un film che raccontasse la nascita di un personaggio dei fumetti non era nelle corde di Martin).

Todd mi disse: 'Marty, questo film è tuo'. Io gli ho risposto: 'Non so se voglio farlo'. Per motivi personali, non volevo essere coinvolto, anche se conosco molto bene la sceneggiatura del film.

Dopotutto, è cosa nota che Scorsese e i cinecomic non vanno propriamente d'accordo, specie a seguito dell'intervista pubblicata dal New York Times in cui Martin è tornato sulla questione relativa ai film Marvel precisando il suo punto di vista e accusando anche tutti coloro che hanno decontestualizzato le sue parole.

Impossibile non notare in ogni caso come Joker sia palesemente ispirato a vari capolavori del passato di Scorsese - tra cui Taxi Driver e Re per una Notte - cosa questa che rende il film con Joaquin Phoenix molto simile alle opere del regista di Shutter Island.

A voi sarebbe piaciuto vedere Joker diretto da Martin Scorsese in persona?

Leggi anche

      Cerca