Dune 2, il film procede ma la serie TV The Sisterhood perde lo showrunner

D'ora in avanti Jon Spaihts lavorerà soltanto ai film del franchise: HBO, intanto, è già a caccia di un nuovo showrunner.

Universal Una scena del film Dune

HBO Max, il servizio streaming di WarnerMedia, debutterà negli Stati Uniti a maggio del 2020. Uno dei titoli di punta della piattaforma sarà Dune: The Sisterhood, serie sci-fi che riporta sullo schermo il ciclo di Frank Herbert. Nei mesi scorsi, proprio mentre Denis Villeneuve avviava le riprese del film di Dune (confermato, attualmente in post-produzione e con una data d'uscita: il 20 novembre 2020), HBO Max annunciava lo show affidato a Legendary TV, con il regista canadese a dirigere l'episodio pilota e Jon Spaihts come sceneggiatore.

Ora, come rende noto The Hollywood Reporter, le cose sono cambiate: Spaihts non è più lo showrunner e d'ora in avanti lavorerà soltanto ai film del franchise. Lo script di The Sisterhood, che è ambientato nello stesso universo creato da Herbert ma ne racconterà il futuro attraverso le gesta del misterioso ordine di donne noto come Bene Gesserit, non è piaciuto ai vertici di Legendary TV.

Secondo le fonti di THR, i dirigenti dello studio non hanno apprezzato la prima bozza di sceneggiatura arrivata da Spaihts e hanno deciso di rimuoverlo dalla posizione di showrunner, tenendolo invece nel team creativo della saga cinematografica per il sequel del film di Villeneuve, che verrà annunciato prossimamente in via ufficiale.

L'impressione è che Legendary voglia concentrarsi al meglio su questo progetto televisivo che, insieme al film dal cast stellare (Timothée Chalamet, Rebecca Ferguson, Dave Bautista, Stellan Skarsgård, Charlotte Rampling, Javier Bardem, Josh Brolin, Jason Momoa, Zendaya e Oscar Isaac), punterà a costruire un franchise completamente rinnovato. Oltre a film e serie, sul mercato sono previsti infatti nuovi libri (scritti da Brian Herbert, figlio di Frank, e Kevin J. Anderson) e fumetti spin-off, videogame, giochi da tavolo e altri contenuti digitali.

"Le Bene Gesserit – ha dichiarato Villeneuve quando è stata annunciata la serie – mi hanno sempre affascinato. Incentrare uno show su questo potente ordine di donne mi è sembrato non solo attuale e d'ispirazione, ma anche un'ambientazione dinamica perfetta per una serie".

Spaihts rimane comunque nel team di produzione della serie come executive insieme a Villeneuve, Brian Herbert, Byron Merritt e Kim Herbert, con la co-produzione di Anderson.

Ma chi sarà lo showrunner che prenderà il posto lasciato vacante? A quanto pare, HBO è già a caccia di un nome forte.

Leggi anche

      Cerca