Le ragazze di Wall Street, la recensione: Jennifer Lopez è tornata, più sensuale (e criminale) che mai

Non è protagonista ma ruba la scena a tutte: a 50 anni Jennifer Lopez torna al cinema con: Le ragazze di Wall Street, in un ruolo (s)vestito su misura e con un film irresistibile quanto lei.

J. Lo è tornata e sembra davvero inarrestabile. Persino dal punto di vista cinematografico, anche se quest'ultimo è sempre stato il tallone d'Achille in una fortunatissima carriera da cantante, ballerina, performer e celebrità. Il 2019 è stato un anno stellare per lei e potrebbe coronarsi con una nomination agli Oscar, a cui l'attrice e cantante di origini portoricane sta già lavorando attivamente, con un campagna for your consideration che non fa prigionieri. Dopo il successo di botteghino inaspettato e travolgente (oltre 100 milioni nel mercato domestico) e le ottime recensioni raccolte dalla critica, Le ragazze di Wall Street - Business Is Business può mirare ad essere molto di più del film di rilancio per la carriera da attrice di J.Lo.

Il merito va diviso a metà tra una regia sicura e seducente, una sceneggiatura che ha saputo guardare a film che hanno fatto scuola nell'ultimo decennio e alla tempistica perfetta in cui questo film tutto al femminile e orgogliosamente, scandalosamente femminista arriva nelle sale di mezzo mondo. 

Lucky RedJennifer Lopez sul set
Jennifer Lopez con il ruolo di Ramona va a caccia dell'Oscar

Il mix è così esplosivo che riesce persino a far passare in secondo piano quello che originariamente era il selling point del progetto: il corpo scultoreo, bellissimo e parecchio svestito di Jennifer Lopez. Il lungometraggio funziona così bene nella sua commistione di generi, di realtà e di celebrità, che presto la Lopez che balla sensualmente la lap dance e si aggira per un locale di spogliarelliste strizzata in costumi misurabili in centimetri di spessore passa in secondo piano. 

Jennifer la fenice

Imprenditrice accorta com'è, Jennifer Lopez ha sfoderato tutti i suoi assi nella manica per il suo magnifico ritorno. Non è un caso se nel 2019 si è concessa un secondo round del celeberrimo jungle dress e non è un caso che abbia scelto di tornare a esporre il suo corpo in un film proprio in Le ragazze di Wall Street - Business Is Business, dopo anni di maniacale controllo su quando, quanto e come veniva ripreso il suo iconico lato B. La sua Ramona, spogliarellista navigata che coniuga un insopprimibile istinto materno con una leggerezza pericolosa, non è la protagonista del film, ma ben presto il lungometraggio si trasforma nel suo show personale. Con buona pace di Constance Wu, Lizzo, Cardi B e tutte le attrici e colleghe cantanti che appaiono al suo fianco e che le reggono il gioco.

Il ruolo del suo ritorno è stato scelto accuratamente. In tutta onestà Jennifer Lopez continua a essere un'interprete discreta nei suoi momenti migliori, ma qui dà la prova migliore di un'intera carriera; quella della versione ipertrofica, proletaria e grezza di sé stessa. Difficile non tirare in ballo il suo successo Jenny from the Block perché Ramona è proprio questo: una donna lavoratrice consapevole del suo fascino, in completo controllo del proprio corpo, che considera le sue performance un mestiere serio, da cui sa trarre il massimo per sé e per la famiglia. Jennifer non deve dunque troppo faticare per immergersi nell'accostamento chiassoso, tamarro e strepitoso di gioielli esagerati, pellicce faraoniche e tacchi vertiginosi che il film le costruisce addosso.

Lucky RedLe protagoniste del film Le ragazze di Wall Street
Le protagoniste del film sono un gruppo variegato di spogliarelliste che affronta la crisi del 2008 in maniera creativa

Curiosamente è proprio quando la realtà incontra la finzione - Cardi B che fa la sboccata dalla battuta pronta, Usher che fa Usher, Gimme More!v di Britney Spears che pompa dagli autoparlanti di una jeep faraonica - che il film vola alto, inarrestabile. A guidarlo con mano ferma è una donna, manco a dirlo: Lorene Scafaria, a cui va tanto del merito di una pellicola che sa essere autoironica, brillante, veloce ma anche romantica in momenti inaspettati.

Scafaria ha l'occhio lungo e si rifà ad almeno tre film "maschili" che hanno definito l'ultimo decennio: Magic Mike per il culto del corpo e dell'esibizione dello stesso, The Wolf of Wall Street per il racconto di un reinventarsi "criminale" per uscire dalla crisi del 2008 e - sopra tutto e tutti - La grande scommessa. Lo accennavo già con Panama Papers: il film di Adam McKay (che qui compare come produttore) ha tracciato un punto fermo in come raccontare sul grande schermo magheggi di soldi e affetti, con una velocità, un'ironia nera e una punta di cattiveria che tutti i film che sfiorano l'argomento, più o meno inconsciamente, finiscono per copiare.

La storia, basata su un articolo apparso sul New York Magazine nel 2015 che raccontava l'incredibile raggiro di un gruppo di spogliarelliste ai danni dei broker di Wall Street, è la più banale delle parabole di formazione. Destiny (Costance Wu) è giovane, carina e asiatica: un mix perfetto per fare soldi come ballerina in localini newyorkesi per broker e affaristi come il Sin City.

Lucky RedJennifer Lopez e Costance Wu in una scena del film
Il rapporto materno, amicale e sensuale tra Jennifer Lopez e Costance Wu fa da cardine al film

La sua carriera però non decolla, almeno fino a quando Ramona (Jennifer Lopez) non la prende sotto la sua ala (anzi pelliccia) protettiva, insegnandole i segreti del mestiere. Seguono un sodalizio strepitoso, la crisi del 2008, allontanamenti, riavvicinamenti, truffe, tradimenti e un qualcosa in più suggerito chiaramente solo sul finale del film, ma che dà allo stesso il sapore dolce di una storia d'amore potente e memorabile. 

Pescando a piene mani da Soderbergh, Scorsese e McKay così come le spogliarelliste pescano carte di credito dai portafogli dei loro clienti, Le ragazze di Wall Street - Business Is Business dimostra di poter essere molto più di una versione al femminile dei film che lo hanno preceduto. Certo è leggero, certo è eccessivo, certo non fa davvero nulla di nuovo con la sua storia e la sua Lopez super sexy: attenzione però a sottovalutarlo, perché ha l'occhio vigile, la mano lesta e punta dritto al cuore degli spettatori e dell'Academy. 

Lucky RedJennifer Lopez balla sul palco
Una giunonica Jennifer Lopez ruba la scena a tutte

Le ragazze di Wall Street - Business Is Business arriverà nei cinema italiani il 7 novembre 2019

Voto 8/10

È lo show di Jennifer Lopez nel ruolo di Jenny From the Block, ma anche un film che azzecca tutte le interpreti e copia tutte le pellicole giuste: è leggero, disinibito, ma va sempre a segno.

Elisa Giudici

Leggi anche

      Cerca