The Mandalorian, perché non ci sono recensioni in anteprima della serie?

L'episodio pilota dello show, che negli Stati Uniti debutta il 12 novembre 2019 con il lancio di Disney+, non è stato mostrato in anteprima ai critici: ecco svelato il motivo.

Disney / Lucasfilm Pedro Pascal in una scena della serie The Mandalorian

The Mandalorian, la prima attesissima serie TV live-action di Star Wars ambientata nell'universo post-Impero, è in arrivo su Disney+ negli Stati Uniti dal 12 novembre 2019. Molti fan della saga si sono chiesti, subito dopo il lancio del secondo e ultimo trailer, perché non ci sono recensioni online del pilota dello show. La risposta è molto semplice: Disney ha deciso di mostrare alla stampa un pilot di 27 minuti (una "extended preview") e di far vedere l'episodio completo non ai critici ma ad un gruppo selezionato di fan. La proiezione, che ha generato grande entusiasmo, ha "snobbato" i giornalisti per evitare qualsiasi tipo di anticipazione. Come è trapelato da qualche tempo, il primo episodio di The Mandalorian contiene infatti un clamoroso spoiler nell'Universo di Star Wars.

Le scelta della Casa di Topolino ha indispettito la stampa statunitense: molti sostengono che dietro questa decisione si nasconda la scarsa qualità della serie. Perché mai Disney non dovrebbe diffondere gli screener tra gli addetti ai lavori? Quale sarebbe questa scioccante rivelazione che Jon Favreau e la produzione vogliono tenere il più possibile segreta? Lo spoiler, come scrive il reporter Paul Tassi su Forbes, riguarderebbe la vera identità del mandaloriano (il cacciatore di taglie protagonista interpretato da Pedro Pascal, l'Oberyn Martell di Game of Thrones), che potrebbe essere il vero e proprio Boba Fett (o un suo diretto discendente) apparso nella trilogia originale e sopravvissuto alle fauci del Sarlacc ne Il ritorno dello Jedi.

LucasfilmBoba Fett nel film Il ritorno dello Jedi

Secondo Tassi, "Pascal interpreta Fett dentro una nuova armatura". Come sia sfuggito al Sarlacc sarebbe rivelato appunto nel pilot, per questo motivo Disney terrebbe all'oscuro il pubblico da ogni tentativo di spoiler, via stampa, web e social. Altre fan-theory sostengono invece che l'identità segreta del mandaloriano sia connessa ad uno dei personaggi principali della nuova saga di J.J. Abrams, magari con un nesso al passato di Rey.

In Italia, per saperlo, dovremo attendere ancora: come in Germania, Francia, Spagna e Regno Unito, la piattaforma di streaming Disney+ arriverà il 31 marzo 2020.

Leggi anche

      Cerca