Chris Pratt poteva diventare Capitan America e Chadwick Boseman Drax

I Guardiani della Galassia avrebbero potuto essere molto diversi, senza Chris Pratt e con Chadwick Boseman nel ruolo di Drax...

Disney/Marvel Studios Chris Pratt e Dave Bautista in Guardiani della Galassia Vol. 2

Nella Fase 4 del Marvel Cinematic Universe ci sarà a quanto pare una maggiore attenzione sul concetto di Multiverso, idea introdotta anni fa e recentemente sempre più sviluppata nel franchise. Troveremo infatti film come Doctor Strange in the Multiverse of Madness e show come What If...?, in cui andremo a scoprire tante versioni alternative degli eroi che conosciamo. Fra queste, sembra che ce ne sarà anche una in cui T'Challa invece di seguire la strada che lo porterà a diventare Pantera Nera, prende la via dello spazio ricoprendo il ruolo di Star-Lord. Un'idea che, a tratti, potrebbe legarsi a quanto effettivamente accaduto durante lo sviluppo di Guardiani della Galassia.

Nelle featurette disponibili sulla piattaforma Disney+ Sarah Finn, casting director per i Marvel Studios, ha svelato alcuni segreti dietro la scelta degli attori per le varie pellicole del franchise. In una di queste ha raccontato che il futuro protagonista di Black Panther Chadwick Boseman aveva fatto un'audizione proprio per Guardiani della Galassia (come, per altro, già svelato dall'attore in una chiacchierata con Jimmy Fallon, nel video disponibile qui sotto). Il suo obiettivo però non era il ruolo di Star-Lord bensì quello di Drax il Distruttore

Stando a Finn, l'interpretazione data dall'attore fu incredibilmente regale e nobile. Questo ovviamente non poteva andare bene per il personaggio di Drax destinato a essere più strano e comico, ma fu proprio a partire da quel provino che la casting director decise di proporlo subito per il ruolo di T'Challa in Black Panther. Un percorso simile a quello avvenuto per Lupita Nyong'o, che prima di essere Nakia provò a ottenere la parte di Nebula proprio in Guardiani della Galassia. E non finisce qui!

Sempre Sarah Finn ha infatti raccontato come il suo primo incontro con Chris Pratt, alias Star-Lord, non è avvenuto in concomitanza con le audizioni per Guardiani della Galassia, bensì molto prima. L'attore infatti si era proposto per interpretare il futuro leader degli Avengers Capitan America ai tempi della prima pellicola a lui dedicata.

Esattamente come per Boseman, il provino non andò a buon fine ovviamente, ma quando tempo dopo fu necessario trovare un volto a Star-Lord, Sarah Finn subito ripensò al giovane Pratt. In realtà non fu affatto semplice convincere l'attore a fare un nuovo provino e nemmeno il regista James Gunn a offrirgli questa possibilità. Quando però arrivò il momento dell'audizione bastarono 10 secondi a convincere l'autore che Pratt sarebbe stato perfetto per il ruolo.

Insomma, parlando di universi paralleli e realtà alternative, sembra che ne esista uno in cui il cast di Guardiani della Galassia (e un po' di tutto il Marvel Cinematic Universe) era davvero diverso da quello che abbiamo visto al cinema. Vi sarebbe piaciuto vedere questo rimescolamento tra i volti del MCU?

Leggi anche

      Cerca