The Avengers: 15 curiosità sul film Marvel (e sulle sue scene post-credit)

Ecco quindici curiosità relative al primo capitolo della saga cinematografica dedicata agli Avengers, diretto da Joss Whedon e uscito nei cinema di tutto il mondo nel 2012.

Marvel Studios I Vendicatori al completo in una scena di The Avengers

The Avengers è il film del 2012 scritto e diretto da Joss Whedon, sesto film del Marvel Cinematic Universe (nonché l'ultimo della cosiddetta Fase 1).

La pellicola riunisce per la prima volta i più grandi eroi Marvel: messi assieme da Nick Fury - capo dello S.H.I.E.L.D. - il gruppo dei Vendicatori vede i personaggi di Iron Man, Capitan America, Hulk, Thor, Vedova Nera e Occhio di Falco, con l'obiettivo primario di fermare Loki, fratellastro di Thor nonché Dio dell'Inganno, il quale vuole conquistare la Terra grazie a un esercito di alieni chiamati Chitauri.

Nel cast del film troviamo Robert Downey Jr., Chris Evans, Mark Ruffalo, Chris Hemsworth, Scarlett Johansson, Jeremy Renner, Tom Hiddleston, Clark Gregg, Cobie Smulders, Stellan Skarsgård e Samuel L. Jackson. 

Ecco quindici curiosità del primo film dedicato al gruppo di eroi Marvel.

1) Un ritardo giustificato

Il primo film dedicato agli Avengers, scritto e diretto da Joss Whedon è uscito nel 2012, sebbene Marvel Studios avesse in mente il film già nel 2005, ossia ben sette anni prima.

A dare una "spinta" al progetto, ci ha pensato il successo colossale riscosso dal primo Iron Man (uscito nel 2008), il quale ha dato ufficialmente il via al Marvel Cinematic Universe così come lo conosciamo ora. Ma non solo: l’uscita di The Avengers era inizialmente prevista per il mese di luglio 2011, per poi essere spostata al mese di aprile 2012.

2) Il doppione

Prima dell'uscita del film dedicato a Captain America e soci, era già apparso un altro The Avengers sul grande schermo, che però non era legato in alcun modo agli eroi Marvel.

Si tratta del film di spionaggio del 1998 tratto dalla serie britannica omonima degli anni '60 (sottotitolato in Italia come Agenti Speciali). La pellicola, che vedeva nel cast attori del calibro di Uma Thurman e Ralph Fiennes, vinse il Razzie Award come peggior prequel, remake, rip-off o sequel nel 1999.

3) Un nuovo Hulk

Prima che la produzione prendesse ufficialmente il via, Marvel Studios fu impegnata a scegliere un nuovo attore per il ruolo di Bruce Banner/Hulk.

Nel 2009, Edward Norton aveva infatti vestito i panni "verdi" del Gigante di Giada ne L’Incredibile Hulk. Il rapporto tra l'attore e Marvel si fosse successivamente incrinato per cause mai chiarite del tutto (si pensa ad alcuni problemi di natura economica). La scelta della major fu quindi quella di optare per Mark Ruffalo come nuovo Hulk, ruolo che ha impersonato sino ad Avengers: Endgame.

Marvel StudiosUn'immagine di Loki in The Avengers

4) Il ritorno di Loki

Nel primo numero del fumetto Marvel Comics dedicato ai Vendicatori, uscito nel lontano 1963 negli USA, il temibile Loki fu il motivo per cui gli Avengers si unirono per la prima volta con l’obiettivo di sconfiggerlo una volta per tutte.

La Casa delle Idee ha voluto tributare la storia di quell'albo, scegliendo come villain principale di The Avengers proprio il Dio dell'Inganno interpretato da Tom Hiddleston, giunto sul nostro pianeta per portare scompiglio nella città di New York. Il personaggio è stato anche il cattivo principale del primo capitolo cinematografico dedicato a Thor (2011).

5) Un vero Occhio di Falco

Per vestire i panni dell'infallibile arciere Hawkeye/Clint Barton, apparso per la seconda volta proprio in The Avengers (l'eroe ha anche un breve cameo in Thor), l'attore Jeremy Renner ha deciso di allenarsi con alcuni veri campioni olimpici di tiro con l’arco, imparando a utilizzare l’arma nella maniera migliore possibile.

Grazie alle lunghe sessioni di pratica, Renner ha infatti imparato le basi del tiro con l’arco e le posizioni corrette, incluso il modo migliore con cui tendere l'arma poco prima di scoccare una freccia.

6) Un duro allenamento

Come gran parte dei film Marvel hanno insegnato col tempo, anche per The Avengers molti attori facenti parte del cast hanno dovuto allenarsi duramente subito prima dell'inizio delle riprese.

Chris Hemsworth, Tom Hiddleston, Scarlett Johansson e Jeremy Renner, in particolare, hanno partecipato ad allenamenti intensivi di lotta con il team degli stuntmen. Il coreografo di combattimenti Jonathan Eusebio ha infatti addestrato il gruppo di star grazie a un allenamento chiamato “Stunt Dojo”, in grado di unire stili di lotta del tutto differenti (tra cui Wushu, Kung Fu e Kali).

Marvel StudiosUn'immagine di Hawkeye in The Avengers

7) Effetti davvero speciali

Per realizzare la distruzione di una strada di New York City, il supervisore agli effetti speciali Dan Sudick ha utilizzato degli incredibili effetti pirotecnici reali, in modo che la sequenza fosse realizzata nel migliore dei modi (e nella totale incolumità degli stuntmen).

Il numero esatto di esplosioni attivate in sequenza sono state ben ventotto, in grado di simulare un vero e proprio attacco missilistico proveniente dall'alto, con oltre una decina di automobili (e un semi-articolato) pronti ad esplodere. La scena è stata girata nella nona Strada Est nel centro di Cleveland.

8) La dieta di Thor

Esattamente come accaduto prima delle riprese dei tre film standalone dedicati al Dio del Tuono, anche per The Avengers Chris Hemsworth ha dovuto sottostare a un severo regime alimentare pur di vestire i panni del principe ereditario di Asgard.

Per mantenere al meglio il fisico costruito dopo ore di palestra, l’attore australiano ha consumato sul set una quantità considerevole di petto di pollo, pesce, bistecche e uova (a differenza dei restanti membri dei Vendicatori, la cui dieta prima e durante le riprese è stata decisamente più "classica").

9) Il cameo di Stan Lee

Imperdibile e immancabile come in ogni film Marvel che si rispetti, anche The Avengers ha il consueto cameo del leggendario Stan Lee (autore Marvel scomparso a novembre del 2018).

Nel film, Lee interpreta un uomo intervistato in un notiziario dopo la battaglia finale di Manhattan, esordendo con una battuta decisamente ironica: "Supereroi a New York? Ma fatemi il piacere!" (al minuto 0:30 nel video qui sopra)

Inoltre, in una scena eliminata, Lee consiglia a Steve Rogers come ottenere il numero di telefono di una cameriera. Trovate entrambi i video poco sopra (nel video qui sotto la sequenza inizia a 1:47).

10) La scena mid-credit

La prima sequenza posta a metà dei crediti finali di The Avengers è senza ombra di dubbio una delle più memorabili dell’Universo Cinematografico Marvel.

Nella scena, vediamo l'alieno Other informare il suo misterioso padrone che l’invasione della Terra da parte di Loki è fallita. Il losco personaggio sul trono si gira, rivelando allo spettatore di essere nientemeno che Thanos, il Titano Pazzo, il quale sorride con fare di sfida.

La sequenza è piuttosto importante, specie per il fatto che rivela al pubblico di appassionati l’esistenza del potente villain dei fumetti all'interno del MCU (il quale diventerà l'avversario principale dei Vendicatori in Avengers: Infinity War ed Endgame).

11) La scena post-credit (buon appetito)

A differenza della sequenza mid-credit, la scena dopo i titoli di coda di The Avengers non presenta alcun personaggio misterioso o evento particolare, mostrando infatti solo il gruppo di eroi mentre recupera le forze dopo la battaglia di New York.

Nel filmato in questione possiamo infatti vedere l’intera squadra dei Vendicatori seduta in un fast food a mangiare Shawarma (una specie di kebab). La scena è stata girata dopo la premiere mondiale del film (avventura l’11 aprile 2012 negli USA) e aggiunta alla fine dei crediti del cinecomic di Joss Whedon.

12) Avengers: Iron Man

Il primo attore a essere ingaggiato da Marvel per The Avengers fu proprio Robert Downey Jr., per il ruolo di Tony Stark/Iron Man, vestito per la prima volta nel 2008.

L’attore propose a Whedon di rendere il suo personaggio il fulcro del progetto, sebbene dopo una lunga discussione si arrivò alla conclusione che ciò non poteva funzionare, vista anche la prospettiva "corale" del film. Downey Jr. non protestò, forse proprio perché aveva annusato il potenziale di una saga destinata a durare per molto tempo.

13) Cleveland come New York

La produzione decise di girare per ben tre settimane della nona Strada Est del centro di Cleveland, tanto che gli abitanti della città erano davvero emozionati della cosa (si pensava a un nuovo piano di urbanizzazione).

Decine di edifici vuoti furono trasformati in veri e propri palazzi della Grande Mela (con tanto di fermate della metro e insegne dei negozi ai loro piedi), mentre la piazza pubblica di Cleveland fu invece trasformata in una zona di Stoccarda (Germania). Alla fine delle riprese, tutto tornò come prima (con un pizzico di amarezza da parte degli abitanti della cittadina). 

Marvel StudiosUn'immagine dei Vendicatori in The Avengers

14) Una base davvero imponente

L'enorme Helicarrier Bridge, ovvero la base operativa dell’organizzazione S.H.I.E.L.D. diretta da Nick Fury (Samuel L. Jackson), è stato costruito realmente in un hangar ad Albuquerque (Nuovo Messico).

Simile a una vera e propria portaerei, l'Helicarrier realizzato per The Avengers era anche in grado di sollevarsi davvero in volo (perlomeno, solo una piccola parte esterna del mezzo), con le riprese effettuate sulla pista dell’Albuquerque International Sunport (via Movie-Locations). 

15) Il ritorno di Vedova Nera

Scarlett Johansson ha ripreso il suo ruolo di Vedova Nera nel film, dopo la sua prima apparizione in Iron Man 2. L'attrice ha infatti reso noto di essere una grande fan del personaggio, oltre ad essere rimasta colpita dalla risposta dei fan.

Nel film, la vediamo collaborare spalla a spalla con Hawkeye (Jeremy Renner), svelando una piccola parte del loro passato e del rapporto lavorativo che lega i due Vendicatori. Nel film vediamo Natasha Romanoff e Clint Barton impegnati a combattere. “Mi sembra di rivivere Budapest” spiega la donna. “Tu e io la ricordiamo in modo diverso” replica Occhio di Falco.

La città è stata successivamente citata anche in Captain Marvel da Nick Fury e poi ancora in Avengers: Endgame, nella sequenza in cui Clint e Nat si dirigono verso Vormir (“Siamo molto lontani da Budapest”, esclama Occhio di Falco).

Leggi anche

      Cerca