Happy Days, la reunion in onore di Garry Marshall dopo 45 anni

Dopo 45 anni dalla fine di Happy Days il cast si è riunito per una serata in onore dello storico produttore Garry Marshall: c'erano anche Henry Winkler e Ron Howard.

Henry Winkler, Ron Howard, Don Most, Anson Williams e Marion Ross si sono riuniti per onorare la memoria del produttore Garry Marshall, scomparso nel 2016.

Tutto il cast originale di Happy Days ha deciso di ritrovarsi per partecipare a una serata di raccolta fondi a sostegno del teatro fondato da Marshall a Burbank, in California.

La reunion non poteva che trasformarsi in una serata racconto, che li ha riportai indietro nel tempo agli anni in cui vestivano i panni di Richie Cunningham (alias Ron Howard), Arthur Fonzie Fonzarelli (alias Henry Winkler), Warren Potsie Weber (Anson Williams), Ralph Malph (alias Don Most) e Marion Cunningham (alias Marion Ross).

Henry Winkler ha ricordato addirittura i tempi del primo provino per il ruolo di Fonzie:

Per la parte stavano cercando un italiano prestante e alto e si sono ritrovati con un ebreo di piccola statura!

Ron Howard ha aggiunto:

Siamo qui in onore di Garry e questa serata mi sembra un collegamento tra i diversi punti di un’intera storia. 

Il regista ha interpretato il personaggio di Richie per ben sette stagioni, prima di iniziare la sua carriera dietro la macchina da presa e di ottenere grandi consensi di pubblico e critica con film come A Beautiful Mind, Apollo 13 e Frost/Nixon.

Non a caso Marion Ross, la madre televisiva di Ron Howard, ha scherzato durante la serata dichiarandosi molto fiera dei suoi figli.

Insomma, il cast ha dimostrato come a 45 anni di distanza dalla fine della serie ci sia ancora affetto e affiatamento tra di loro e come la sintonia sia stata opera anche del compianto Garry Marshall. 

 Secondo Don Most, che ha prestato il suo volto a Ralph per 168 episodi, il successo di Happy Days è dovuto proprio alla coesione tra i membri del cast: 

Eravamo così bravi sul set perché ci rispettavamo molto e ci volevamo bene. Siamo riusciti a far sembrare semplice una cosa che non lo era affatto. 

E voi cosa ne pensate? Siete dei fan di Happy Days?

Leggi anche

      Cerca