The Mandalorian: canzoni e curiosità sulla colonna sonora della serie

Ludwig Göransson è l'artefice del sorprendente score della serie TV, disponibile in streaming su Spotify e per la quale Jon Favreau ha speso parole al miele.

Lucasfilm / Disney Pedro Pascal in una scena della serie TV The Mandalorian

The Mandalorian, la prima serie TV live-action dell'universo di Star Wars, è online dal 12 novembre 2019 negli Stati Uniti su Disney+ e da allora sta facendo impazzire i fan del franchise. Se L'ascesa di Skywalker chiuderà la "Skywalker Saga" intrapresa nel 1977 da George Lucas, The Mandalorian va oltre e buona parte del merito è anche della sua colonna sonora, firmata da Ludwig Göransson.

Il compositore svedese, premiato con l'Oscar per le musiche di Black Panther e con un Grammy per This Is America di Childish Gambino e già autore delle colonne sonore di Creed e Venom, realizza uno score che unisce diversi elementi. Ci sono i tratti orchestrali tipici di Star Wars e dell'eredità di John Williams, ma sono presenti numerosi tocchi tribali che si adattano alla perfezione all'atmosfera del popolo mandaloriano. Senza dimenticare un certo feeling nipponico che ben si sposa a quella che è un'influenza molto marcata nella serie: il manga Lone Wolf and Cub (e la successiva serie intitolata Samurai) di Kazuo Koike e Gōseki Kojima.

I brani della colonna sonora di The Mandalorian

Lo score è disponibile in streaming su Spotify e anche su Apple Music. Il primo episodio include 9 brani per 25 minuti di durata.

  1. Hey Mando!
  2. Face to Face
  3. Back for Beskar
  4. HammerTime
  5. Blurg Attack
  6. You Are a Mandalorian
  7. Bounty Droid
  8. The Asset
  9. The Mandalorian

Il capitolo secondo, The Child, comprende 8 brani per 21 minuti di durata.

  1. Walking on Mud
  2. Jawas Attack
  3. Trashed Crest
  4. To the Jawas
  5. The Egg
  6. The Mudhorn
  7. Celebration
  8. The Next Journey

Le parole di Jon Favreau

Intervistato dal Los Angeles Times, il regista e creatore dello show ha spiegato così ciò che ha chiesto (e ottenuto) a Göransson, il cui nome gli era stato "sponsorizzato" da Ryan Coogler.

Stavo cercando qualcosa che fosse un po' più grintoso, un po' più tagliente e un po' più orientato alla tecnologia, qualcosa che sembrasse mezzo tecnologico e mezzo classico. È stato impressionante come Ludwig sia stato in grado di incorporare tutto ciò che mi interessava e poi abbia aggiunto la propria personalità allo score per renderlo estremamente orecchiabile e iconico, mantenendo tutta la qualità e il respiro di una partitura di Star Wars.

Lucasfilm / DisneyLa copertina della colonna sonora della serie TV The Mandalorian
La cover della colonna sonora

Una preparazione meticolosa

Göransson è un perfezionista. Per lo score di Creed registrò veri suoni in una palestra di Los Angeles, per quello di Black Panther è andato in Africa per adattare il sound alle radici di Wakanda. In questo caso, non potendo viaggiare nella galassia, ha rivelato di aver acquistato diversi registratori e di averli piazzati in un bosco in Svezia per simulare suoni come quelli di Arvala-7 o della vallata degli Jawa.

Volevo tornare a quei nostalgici ricordi d'infanzia che ho quando guardavo Star Wars e all'emozione di vedere questo tipo di immagini davvero sorprendenti e con una musica che sembra provenire davvero da altri pianeti. Ovviamente il modo in cui mi sono avvicinato a questo lavoro è stato quello di voler provare a fare qualcosa di completamente diverso. La solitudine di un flauto solo, il flauto dolce basso sono diventati i suoni del mandaloriano. È così che ho cominciato… Volevo che l'anima centrale fosse organica. Poi ho aggiunto un sonoro altamente tecnologico e infine un'orchestra cinematica, che fa sentire lo spirito di Star Wars.

L'eredità di John Williams

Favreau ha apprezzato moltissimo l'attitudine di Göransson e la sua voglia di essere fedele alla riconoscibilità di Star Wars, portando però le musiche di The Mandalorian verso un'altra direzione.

Ludwig non ha necessariamente uno stile musicale caratteristico. La sua musica si adatta ad ogni storia, e da regista devo ammettere che è davvero avvincente. Abbiamo dei temi che si ripetono negli otto episodi della prima stagione, ma ogni episodio è completamente diverso dall'altro. E ha anche registrato musiche diverse per i titoli di coda. Ci sono piaciuti così tanto questi brani per gli end-credit che abbiamo costruito l'intero linguaggio visivo attorno al finale in modo da poter supportare la colonna sonora che Ludwig avrebbe scritto.

Ecco le date d'uscita delle colonne sonore dei prossimi capitoli, legate ovviamente agli episodi della serie: 

  • The Mandalorian: Chapter 3 - 22 novembre
  • The Mandalorian: Chapter 4 - 29 novembre
  • The Mandalorian: Chapter 5 - 6 dicembre
  • The Mandalorian: Chapter 6 - 13 dicembre
  • The Mandalorian: Chapter 7 - 18 dicembre
  • The Mandalorian: Chapter 8 - 27 dicembre (finale di stagione)
Lucasfilm / DisneyLa copertina del secondo capitolo della colonna sonora della serie The Mandalorian
La cover del secondo capitolo

Voi cosa ne pensate? Vi è piaciuto lo score firmato da Göransson? E cosa sarà capace di combinare con quello per Tenet di Christopher Nolan?

Ricordiamo che Disney+ arriverà a marzo 2020 in Italia: iscrivetevi al sito ufficiale per non perdervi nessuna novità in merito!

Leggi anche

      Cerca