Roma di Cuarón sarà il primo film Netflix a uscire in Home Video

Netflix debutta sul mercato Home Video con Roma: il film di Alfonso Cuarón sarà disponibile in DVD e in Blu-ray a partire dal febbraio 2020, con tanti bonus extra.

Roma di Alfonso Cuarón conquista il mercato Home Video. A febbraio 2020 il film vincitore di tre premi Oscar sarà in vendita nei formati DVD e Blu-ray.

La pellicola entrerà a far parte del catalogo della Criterion Collection, l’azienda americana che si occupa delle edizioni Home Video di grandi classici della storia del cinema. Per febbraio, infatti, sono stati annunciati Roma, Teorema di Pier Paolo Pasolini e Paris is Burning di Jennie Livingston.

Roma sarà in vendita in un cofanetto speciale che conterrà una serie di bonus extra, come nella tradizione dei prodotti della Criterion Collection. Il film, infatti, sarà accompagnato da cinque documentari incentrati sulla lavorazione, tra cui Road to Roma e Istantanee sul set. Il primo è un  documentario sul dietro le quinte contenente anche un’intervista a Cuarón, mentre il secondo è un documentario sul suono e sui processi di post produzione.

Roma diventerà dunque ufficialmente il primo film Netflix a conquistare il mercato Home Video. E sarà sicuramente un bel debutto visti gli apprezzamenti di critica e pubblico ricevuti dal film, che racconta la storia della domestica messicana Cleo (Yalitza Aparicio) e della sua collaboratrice Adela (Nancy García García). Le due prestano servizio presso una famiglia borghese del quartiere Roma di Città del Messico. Il film è ispirato alle donne che hanno popolato l’infanzia del regista ed è ambientato negli anni ’70. 

Grazie all’edizione Home Video potrete apprezzare con tutta calma anche la bellezza delle immagini e la bravura degli interpreti, tutti attori non professionisti scelti per dare maggiore veridicità al racconto. Grazie ai documentari, inoltre, approfondirete la tecnica particolare usata da Cuarón sul set.

Il regista, infatti, ha deciso di non far leggere agli attori la sceneggiatura, preferendo che la scoprissero giorno per giorno durante la lavorazione. In alcuni casi non fa fornito loro neppure le battute, indicandogli solo cosa sarebbe accaduto e con quale atteggiamento reagire. In un'intervista ha dichiarato: 

Volevo gli imprevisti e non volevo tagliare. Ho lasciato che la cinepresa riprendesse. 

Leggi anche

      Cerca