The Crown, lanciato anche il podcast ufficiale di Netflix col creatore Peter Morgan

Netflix lancia il podcast ufficiale di The Crown, contestualmente all'uscita degli episodi della terza stagione. Il programma approfondisce gli avvenimenti storici del drama regale, svelando qualche retroscena in compagnia del suo stesso creatore.

Netflix Tobias Menzies è Filippo in The Crown 3

La famiglia reale inglese è tornata sul piccolo schermo. E in particolare sul catalogo di casa Netflix, che dallo scorso 17 novembre è andato ad accogliere la terza, attesissima stagione di The Crown

Noi l'abbiamo naturalmente spolpata con regale reverenza e messa a nudo in una recensione che ne analizza tutte le bellezze e le inevitabili sbavature. Il colosso dello streaming seriale, d'altro canto, la omaggia lanciando un interessante podcast, da ascoltare contestualmente alla visione del nuovo ciclo di episodi che vedono tra i protagonisti Olivia Colman, Tobias Menzies e Helena Bonham Carter - rispettivamente nei panni di Elisabetta, Filippo e Margaret.

Il programma è presentato dalla conduttrice radiofonica britannica Edith Bowman, e naturalmente mette sul piatto per gli ascoltatori diversi approfondimenti sugli avvenimenti storici che vengono esplorati nel corso delle dieci puntate che compongono la season 3 del drama biografico. Non mancano neppure alcuni retroscena sulla stagione, raccontati dal creatore Peter Morgan e dai direttori casting Nina Gold e Robert Sterne.

Il podcast di The Crown 3 si compone per il momento solo del primo episodio - potete ascoltarlo cliccando sul taso Play poco più in basso -, in cui si discute di Olding, esordio della terza stagione. Nel corso della puntata, Morgan si è focalizzato sulle novità messe in scena per il ritorno della serie TV dedicata alla famiglia Windsor e in particolare sulle difficoltà che il team creativo è stato chiamato ad affrontare nel raccontare una storia che si evolve necessariamente negli anni.

Non a caso, The Crown 3 schiera un cast - stellare! - nuovo di zecca, così da evidenziare il salto temporale che avviene nei nuovi episodi: 

Sarebbe stato ridicolo chiedere a degli attori tra i 20 e i 30 anni di farsi truccare e farsi mettere protesi per provare a interpretare dei cinquantenni. Potevamo mettere le rughe sui volti dei personaggi, ma non potevamo far respirare loro la fatica della vita.

Potete seguire le successive puntate del podcast di The Crown fiondandovi sul sito ufficiale a questo indirizzo.

Leggi anche

      Cerca