The Irishman, il trailer finale del film di Martin Scorsese in arrivo su Netflix

155 secondi di grande cinema per il canto del cigno del gangster movie hollywoodiano: ecco ciò che ci aspetta su Netflix dal 27 novembre.

"È finita. Se ne sono andati tutti". Sono queste le prime parole pronunciate nel trailer finale di The Irishman, il nuovo film di Martin Scorsese e canto del cigno del gangster movie che il regista newyorkese ha contribuito a codificare con capolavori come Casinò e Quei bravi ragazzi. Dopo le anteprime al New York Film Festival e alla Festa di Roma, il film è sbarcato nelle sale italiane l'1 novembre 2019 e sarà disponibile in tutto il mondo dal 27 su Netflix.

In 3 ore e 29 minuti, nel corso di tre fasi temporali che attraversano cinquant'anni di storia americana, Scorsese racconta il mistero irrisolto della scomparsa del leggendario sindacalista Jimmy Hoffa (Al Pacino), definito "l'uomo più potente degli Stati Uniti dopo il presidente" dal suo oppositore Robert Kennedy. Hoffa fu visto l'ultima volta il 30 luglio 1975 e il suo corpo non fu mai ritrovato. Frank Sheeran detto l'Irlandese (Robert De Niro), killer di spicco della criminalità organizzata legato al boss Russell Bufalino (Joe Pesci), prima di morire chiede di confessare tutti i suoi crimini. La sua testimonianza è un viaggio nei meccanismi interni della mafia italo-americana e nelle connessioni con i sindacati e la politica tradizionale.

NetflixIl poster del film The Irishman

Tratto dal libro di Charles Brandt (il cui titolo originale è il più ficcante "I Heard You Paint Houses", ovvero la prima frase che Hoffa rivolse a Sheeran quando gli chiese del suo lavoro), The Irishman è adattato per lo schermo da Steven Zaillian, che per Scorsese ha già scritto nel 2002 Gangs of New York. Gli attori (oltre a De Niro, Pacino e Pesci, nel cast spiccano Harvey Keitel, Bobby Cannavale, Jesse Plemons, Anna Paquin, Stephen Graham) sono stati ringiovaniti digitalmente grazie ad un software che cattura le espressioni facciali e le elabora in 3D.

Peter Travers, critico di Rolling Stone, ha definito il film "un epico capolavoro": la sensazione è che sarà davvero la pietra tombale sul mafia-movie e su un certo modo di fare, vivere e interpretare il cinema. Senza dubbio tra le novità di novembre 2019 più attese per tutti gli abbonati alla piattaforma, e non solo. 

Leggi anche

      Cerca