Il regista di Parasite interviene sulla questione di Scorsese contro i film Marvel

Il regista coreano Bong Joon-ho, vincitore della Palma d’oro al Festival di Cannes 2019 per Parasite, è tornato sull'argomento legato alle critiche di Martin Scorsese verso i film Marvel.

Dick Thomas Johnson/Wikipedia Un'immagine del regista Bong Joon-ho

La polemica innescata dalle dichiarazioni del regista Martin Scorsese relativamente ai film del Marvel Cinematic Universe è destinata a continuare.

Lo stesso autore di The Irishman ha cercato di placare la discussione con un lungo e accorato messaggio in cui chiarisce ancora una volta il suo punto di vista (che lo vede contrario ma rispettoso nei confronti dei film della Casa delle Idee, definiti dei "parchi di divertimento").

Ora, è il regista coreano Bong Joon-ho - che si è guadagnando il favore di critica e pubblico in tutto il mondo grazie al film Parasite, vincitore della Palma d’oro al Festival di Cannes 2019 - a tornare sull'argomento.

Parlando al magazine Variety, il cineasta ha spiegato di capire le paure di un'industria cinematografica a senso unico, sentimento espresso a chiare lettere sia da Scorsese che da Francis Ford Coppola (il quale aveva attaccato i cinecomic ancora più duramente rispetto al collega).

Tuttavia, Joon-ho ammette di aver però apprezzato tre cinecomic Marvel nello specifico:

Ho davvero molto rispetto per Scorsese e Coppola. Sono cresciuto studiando i loro film. Capisco perfettamente il contesto dei loro commenti e rispetto la loro opinione. D’altra parte, se guardo alcuni film singolarmente, mi sono piaciuti Guardiani della Galassia, Logan di James Mangold e Captain America: The Winter Soldier dei fratelli Russo. Ci sono momenti di grande cinema in quei film.

Ricordiamo che lo scorso 11 novembre anche Kevin Feige, CEO dei Marvel Studios e Chief Creative Officer di Marvel Comics, Marvel Television e Marvel Animation, ha rilasciato il suo primo commento pubblico sulle parole di Scorsese, definendole "infelici", nonostante abbia poi tenuto a precisare che "ognuno ha una diversa definizione di cinema, di arte e di rischio."

Secondo voi le parole di Joon-ho saranno l'ultimo capitolo del caso "Scorsese VS Marvel Studios", oppure qualche altro cineasta si unirà presto alla polemica?

Leggi anche

      Cerca