Star Wars: il futuro del franchise sarà svelato a gennaio 2020? [RUMOR]

Probabilmente, il futuro di Star Wars si sta decidendo in queste ore!

Lucasfilm Da sinistra a destra: Rey, Luke Skywalker e il mandaloriano della serie The Mandalorian

Tra le uscite cinematografiche programmate da Disney in via ufficiale c'è anche un nuovo film di Star Wars fissato per il 16 dicembre 2022. Ma di quale film si tratta? 

Come tutti saprete, il nono capitolo della saga, in uscita nei cinema italiani il 18 dicembre 2019, concluderà la saga principale legata alla famiglia Skywalker ma, ovviamente, non sarà l'ultimo film di Guerre Stellari e già i fan fremono per sapere cosa succederà dopo al loro amato franchise. Adesso, secondo fonti del sito americano The Hollywood Reporter, nessun nuovo annuncio è previsto prima di gennaio 2020, mese nel quale i fan potrebbero scoprire, oltre al nuovo progetto filmico, il destino dirigenziale di Lucasfilm.

Il contratto come presidente Lucasfilm di Kathleen Kennedy scade nel 2021 e non è stato ancora rinnovato. La stessa Kennedy ha recentemente detto al sito americano Rolling Stone che non conosce il suo futuro e non ha fornito particolari dettagli su quello del franchise. Tuttavia, ha detto che Lucasfilm vuole prendersi il tempo necessario per realizzare al meglio il prossimo film.

Per quanto riguarda il nuovo progetto cinematografico di Guerre Stellari, ci sono molte direzioni possibili da percorrere. 

La prima riguarda quella già paventata da tempo che coinvolgerebbe una nuova trilogia ideata Rian Johnson (già regista del film Star Wars: Gli ultimi Jedi). Questa sembra quella con basi più solide, anche perché l'uscita di un film a dicembre 2022, imporrebbe un inizio di lavorazione al più tardi nei primi mesi del 2021. Questi tempi sembrerebbero escludere l'impegnatissimo (con Marvel Studios) Kevin Feige, il quale ha in serbo un film ambientato nella Galassia di Star Wars.

L'altra ipotesi riguarda un coinvolgimento di Jon Favreau, forse addirittura anche al posto di Kathleen Kennedy nei panni di presidente Lucasfilm.

Lo scorso 13 novembre 2019, Disney ha tenuto una premiere di tre episodi della serie TV The Mandalorian al famoso cinema di Hollywood El Capitan. In quell'occasione, Favreau - nei panni di creatore, sceneggiatore e produttore dello show - è stato il protagonista assoluto della serata, grazie ai tantissimi elogi ricevuti per il suo lavoro sulla serie TV. Tra questi, ci sono quelli del famoso regista e attore (nella serie ha un ruolo) Werner Herzog:

Quello che sta creando è un intero universo. Questo universo è ricco di nuova mitologia.

Non molto spesso nella storia culturale abbiamo avuto nuove mitologie. E lo trovo molto significativo.

Queste parole potrebbero essere chiave per capire qual è la nuova direzione dell'universo di Star Wars: dopo la saga degli Skywalker è necessaria una nuova mitologia da seguire, amare e far crescere. È necessario dare un taglio netto ai legami restrittivi che il passato ha creato e dare spazio a una storia slegata da esso, pur rispettando quello che è stato.

Creare una nuova mitologia è la sfida che affrontano, probabilmente, tutte le case di produzione cinematografiche di oggi. Disney è in prima linea per cercare nuove visioni creative e, a quanto pare, Favreau ne ha avuta una molto forte con i primi episodi di The Mandalorian, apprezzati da critica e pubblico. Disney ha infatti messo in produzione già la seconda stagione e il presidente di The Walt Disney Company Bob Iger ha persino parlato della possibilità di far realizzare a Favreau un film sul mandaloriano protagonista dello show televisivo.

Prima di affrontare il futuro della saga, bisognerà concluderla alla grande con l'ultimo capitolo, Star Wars: L'Ascesa di Skywalker, al cinema dal 18 dicembre 2019, anche in 3D.

Leggi anche

      Cerca