Aspettando Le Regole del Delitto Perfetto 6: il recap delle prime 5 stagioni

Omicidi, segreti, complotti, furti. Nelle prime cinque stagioni de Le regole del delitto perfetto, Annalise Keating e i suoi studenti hanno fatto e subito di tutto. Ricordiamo insieme i fatti, in attesa dell’ultima stagione, dal 27 novembre solo su FOX!

Le regole del delitto perfetto

Ricordiamo insieme le prime cinque, per fare il punto della situazione, capire dov'eravamo rimasti ma soprattutto quanto c’è in gioco per Annalise, i suoi studenti e tutte le persone coinvolte nelle loro vite.

Come ci ricorda lo spot italiano di FOX per gli episodi in arrivo:

L’hanno fatta franca per 5 stagioni...

Ma ora cosa succederà? Quanti e quali, fra i molti segreti che si portano dentro, verranno svelati? Chi resterà vittima delle proprie bugie, e per chi altro ci sarà il riscatto?  Mentre aspettiamo di scoprirlo, e di scoprire che fine ha fatto Laurel, ricostruiamo insieme la storia de Le regole del delitto perfetto, una serie straordinaria con una protagonista straordinaria.

Le regole del delitto perfetto - Stagione 1

abcLe regole del delitto perfetto Stagione 1 - Poster

Annalise Keating (Viola Davis), celebre avvocato penalista e docente di diritto al college - la Middleton University - seleziona cinque studenti del nuovo corso per farsi affiancare nella sua attività lavorativa.

Michaela Pratt (Aja Naomi King), Wes Gibbins (Alfred Enoch), Connor Walsh (Jack Falahee), Laurel Castillo (Karla Souza) e Asher Millstone (Matt McGorry) iniziano a lavorare per la Keating, nel suo ufficio casalingo in cui lavorano i suoi assistenti Frank Delfino (Charlie Weber) e Bonnie Winterbottom (Liza Weil).

Frequentando per lavoro l'abitazione della Keating, i ragazzi conoscono anche il marito di Annalise, Sam Keating (Tom Verica), che si trova coinvolto direttamente in un caso di omicidio.

La giovane Lila Stangard (Megan West), il cui cadavere viene ritrovato in una cisterna, era infatti stata fatta uccidere per volere di Sam, con il quale aveva una relazione.

La ragazza, incinta, viene uccisa da Frank per coprire Sam. Rebecca (Katie Findlay), amica di Lila, finisce sospettata dell’omicidio e Sam cerca di eliminare anche lei. Ma sarà lui, per mano di Wes, a finire ucciso. L’omicidio involontario di Sam si svolge in casa di Annalise, che decide di coprire l’accaduto e proteggere i suoi studenti.

Ma la situazione si complica con la morte di Rebecca, che era tenuta prigioniera nella cantina di casa Keating, e per via del coinvolgimento nelle indagini del detective Nate Lahey (Billy Brown), che ha una relazione con Annalise e che finisce per essere accusato dell’omicidio, che ovviamente non ha commesso...

Del resto, come ci ricordava la stessa Annalise nel primissimo spot della serie di cui è protagonista: chi entra in contatto con lei, in qualche modo, ha un karma sballato... 

Le regole del delitto perfetto - Stagione 2

abcLe regole del delitto perfetto - Stagione 2 - Poster

Annalise si occupa del caso, dalla grande attenzione mediatica, che coinvolge due fratelli molto ricchi, Caleb e Catherine Hapstall (Kendrick Sampson e Amy Okuda), accusati di aver torturato e ucciso i loro genitori adottivi. 

Mentre il caso assume risvolti sempre più inquietanti, Wes si mette alla ricerca di Rebecca e Connor va a convivere con Oliver (Conrad Ricamora), servendosi delle sue abilità con il computer per reperire informazioni determinanti nel caso Hapstall.

Il pubblico ministero Emily Sinclair (Sarah Burns) asserisce che si tratta di materiale ottenuto illegalmente, il giudice ordina di scoprire da dove viene e Oliver rischia la prigione. 

Nel frattempo Asher inizia a collaborare la Sinclair per proteggere i segreti della sua famiglia: la Sinclair infatti conosce suo padre e, convinta che Annalise abbia ucciso il marito Sam, cerca di convincere Asher a testimoniare contro di lei in cambio di aiuto per lui e la famiglia. E Michaela, involontariamente, rimane vittima del fascino di Caleb Hapstall, mettendo se stessa in una situazione davvero difficile.

Situazione che precipita, per tutti ma soprattutto per la protagonista, quando Emily finisce uccisa e Annalise si ritrova un proiettile nello stomaco per coprire Asher. Una volta rimessa, Annalise continua a lavorare al caso Hapstall e ottiene dal fratellastro Philip (Jefferson White) le prove che dimostrano la colpevolezza di Caleb.

Wes scopre di essere il nipote del ricco Wallace Mahoney (Adam Arkin), ex cliente di Annalise. Il figlio di Wallace, Charles, aveva abusato della collaboratrice domestica di casa, Rose, la madre di Wes. E tutto torna: il passato di Wes e quello di Annalise, come avevamo intuito fin dal loro primo incontro, è legato a doppio filo.

Il passato quindi torna a tormentare tutti: per impedire che la donna parli alla polizia dell’accaduto grazie anche al supporto di Annalise - determinata ad aiutare Rose e il suo bambino - Wallace Mahoney ordina di colpire Annalise. Frank sarà quindi responsabile dell’incidente d’auto che fa perdere il bambino ad Annalise. Distrutto dai sensi di colpa, Frank lo confessa a Sam, che gli impedisce di rivelarlo ad Annalise: in questo modo, tiene Frank in pugno. Tanto da fargli commettere l’omicidio di Lila per suo conto (come raccontato nella prima stagione).

Annalise scopre la verità e dice a Frank che non vuole vederlo mai più, mentre Wes avvicina Mahoney. Poco dopo, l’uomo viene ucciso da un colpo di arma da fuoco alla testa proveniente dal nulla…

Le regole del delitto perfetto - Stagione 3

abcLe regole del delitto perfetto - Stagione 3

Dopo l’assassinio di Mahoney, Annalise e i suoi studenti cercano di andare avanti con le loro vite. Annalise s’impegna in un progetto di consulenza legale pro bono, Frank si allontana per non tormentare più Annalise con la sua presenza e per non assistere alla storia d’amore nata fra Laurel, che prima stava con lui, e Wes. Anche Michaela e Asher si frequentano abitualmente, nonostante lei si vergogni di frequentarlo.

Ma il destino è in agguato: la casa di Annalise è in fiamme e un corpo senza vita è stato trovato all’interno dell’abitazione. 

L’intera stagione ricostruisce i fatti precedenti l’incendio fino a svelarci l’identità del cadavere: si tratta di Wes. Ci viene svelato che il ragazzo era già morto quando la casa di Annalise è stata incendiata: qualcuno l’ha assassinato. 

Annalise viene arrestata e accusata del suo omicidio, mentre Laurel - che ha appena scoperto di essere incinta ed è determinata a crescere il suo bambino al sicuro - cerca di andare avanti rendendo giustizia a Wes. 

Dopo lunghe indagini, il procuratore accetta un accordo: Annalise viene liberata in cambio di una testimonianza che addossa a Wes la responsabilità per gli omicidi di Sam e di Rebecca.

Oliver fa a Connor una proposta di matrimonio mentre Laurel, risoluta e convinta di voler ottenere a tutti i costi vendetta, tanto da perdere a volte di vista gli indizi più importanti, si convince che a far uccidere Wes sia stato Charles Mahoney, il suo padre biologico.

Scoprirà però di sbagliarsi: a commettere l’omicidio è stato qualcuno che Laurel conosce bene. Qualcuno mandato da suo padre, Jorge Castillo (Esai Morales), che voleva interrompere la relazione fra Wes e Laurel.

Le regole del delitto perfetto - Stagione 4 

abcLe regole del delitto perfetto - Stagione 4 - Poster

Ripiombata nell’incubo dell’alcolismo, contro il quale lottava fin da quando l'abbiamo conosciuta, Annalise lavora insieme al dottor Isaac Roa (Jimmy Smits), il suo terapista, per rimettersi in sesto.

Convinta che sia l’unica possibilità per riuscire a farlo, allontana Bonnie e i suoi studenti per concentrarsi solo su se stessa e su un nuovo, importante progetto lavorativo: una class action contro il sistema giudiziario in nome delle persone incarcerate ingiustamente a causa di difensori d’ufficio superficiali o addirittura incapaci.

Intanto Laurel fa di tutto per incastrare il padre per l’omicidio di Wes, coinvolgendo Michaela e il suo lavoro come tirocinante presso lo studio legale Caplan & Gold, di cui è cliente anche Jorge Castillo.

Laurel vuole accedere ai file su Antares, la società del padre, per smascherarlo e rovinarlo. Inizialmente riluttante, Michaela decide di aiutarla e le due finiscono per coinvolgere anche Oliver, Asher e Frank. 

Il capo di Michaela, Tegan Price (Amirah Vann), di cui Michaela insegue l’approvazione fin dal primo giorno, finirà nei guai a causa del piano di Laurel. Negli uffici della Caplan & Gold, mentre Michaela e gli altri sottraggono i file a Tegan, Simon Drake (Behzad Dabu), uno dei compagni di corso di Michaela e gli altri, si spara accidentalmente alla testa con la pistola di Laurel.

Asher viene arrestato per il ferimento di Simon, che finisce in coma in ospedale. Intanto Laurel, durante una sequenza molto drammatica, dà alla luce molto prematuramente il suo bambino. Entrambi vengono salvati da Annalise, appena in tempo.

Simon si sveglia dal coma e rischia di compromettere tutti con la sua testimonianza, così Michaela decide di agire per farlo rimpatriare forzatamente in Pakistan. Laurel entra in contatto con la madre Sandrine (Lolita Davidovich), coinvolta nell’omicidio di Wes, e riesce a far arrestare il padre grazie ai documenti sottratti.

Laurel recupera così la custodia del figlio, il piccolo Christophe, mentre Annalise vince alla Corte Suprema, portando a casa un’importante vittoria per la sua class action. Intanto, alla Middleton University, Frank indaga sull’arrivo di un ragazzo misterioso di nome Gabriel Maddox (Rome Flynn), la cui presenza lo insospettisce non poco… E scopriremo presto che i suoi sospetti sono fondati.

Le regole del delitto perfetto - Stagione 5

abcLe regole del delitto perfetto - Stagione 5

In seguito all’importante vittoria ottenuta presso la Corte Suprema, Annalise tiene un nuovo corso presso la Middleton University. Come nella prima stagione, deve scegliere alcuni studenti per ottenere aiuto nella gestione della class action, che vanta casi sempre più numerosi.

La scelta ricade sui soliti studenti, con l’eccezione di Asher: il ragazzo viene costretto a cedere il proprio posto a Gabriel Maddox, il nuovo e misterioso arrivato, sul cui passato non si trovano informazioni.

Annalise, che non ha più uno studio legale, accetta l’impiego che le viene offerto da Emmet Crawford (Timothy Hutton), uno dei soci dello studio Caplan & Gold, in modo da ottenere i fondi per portare avanti la class action.

Si occupa in particolare del caso del padre di Nate, Nate Lahey Senior (Glynn Turman), ottenendone la scarcerazione dopo una vita dietro le sbarre per un omicidio commesso quando, secondo Annalise, non era in grado di intendere e dii volere. Ma la notte del suo trasferimento dal carcere alla clinica psichiatrica in cui deve essere ricoverato, Nate Lahey Senior viene ucciso. Nate indaga personalmente sul caso e si convince che il mandante dell’omicidio sia il procuratore Ronald Miller (John Hensley), il fidanzato di Bonnie. Durante la festa per il matrimonio di Connor e Oliver, Nate raggiunge Miller e lo picchia selvaggiamente. Convinta da Nate che Miller fosse colpevole, Bonnie lo finisce, soffocandolo. Nate si sbarazza del corpo ma Asher, dopo essere stato escluso da Annalise lavorava per Miller, si convince che qualcosa non quadri.

Frank e Annalise indagano e arrivano alla verità: Miller era innocente. A ordinare la morte di Lahey Senior, sospettano Annalise e Tegan, potrebbe essere stato Emmett. Ma gli indizi si rivelano infondati: è stata la Governatrice Lynne Birkhead (Laura Innes) insieme al fratello di Laurel, Xavier Castillo (Gerardo Celasco), a eliminare Nate Senior, con lo scopo di sabotare la class action di Annalise.

Intanto Annalise si trova faccia a faccia con Gabriel Maddox e scopre la sua vera identità: si tratta infatti del figlio avuto segretamente da Sam anni prima, insieme a una donna di nome Vivian Maddox. Gabriel è alla Middleton per indagare sulla morte del padre e scoprire la verità.

La stagione si conclude con Emmett Crawford, disteso sul pavimento del suo ufficio in fin di vita, e con la scomparsa di Laurel sotto agli occhi di Annalise, che la perde di vista solo per pochi secondi…

Da non dimenticare, in questo nostro viaggio nella storia de Le regole del delitto perfetto, il crossover con Scandal, la serie con protagonista Olivia Pope (Kerry Washington) che ha visto due delle più carismatiche protagoniste femminili della TV degli ultimi anni lavorare fianco a fianco.

Olivia Pope e Annalise Keating hanno ottenuto insieme la vittoria presso la Corte Suprema: grazie alle sue conoscenze, alla sua profonda conoscenza dei meccanismi politici che regolano la vita a Washington e alle sue intuizioni, Olivia ha supportato Annalise in quella che è risultata la sua vittoria più grande.

E ha reso l'incontro fra due personalità dominanti un evento più unico che raro, in grado di dimostrare come l'intelligenza, per queste due donne, fosse l'unico elemento in grado di farle stare fianco a fianco.

abcLe regole del delitto perfetto - Stagione 6

Leggi anche

      Cerca