Neil Gaiman svela come sarà la serie TV di Sandman (a partire dall'anno di ambientazione)

Il fumettista e scrittore Neil Gaiman ha svelato i pimi dettagli sulla serie TV di Sandman, a partire da quella che sarà la collocazione temporale dello show. Ecco le sue dichiarazioni.

DC Comics Fumetto di Sandman

In passato vi abbiamo annunciato di come sia stata confermata la seconda stagione di Sandman, sebbene non siano neppure cominciate le riprese della prima stagione della serie TV ispirata alla nota serie di fumetti scritta da Neil Gaiman tra il 1989 e il 1996.

Di certo, il percorso che infine porterà Morfeo, Il Signore dei Sogni, sul piccolo schermo è stato decisamente travagliato, con diversi tentativi di adattare i fumetti di Gaiman rimasti per molto tempo in fase di stallo. Lo scorso mese di luglio, Netflix ha confermato (finalmente) la realizzazione della serie, con un annuncio ben preciso su Twitter:

Le voci ci corridoio sono vere: l'intricata storia di Morfeo, re dei sogni, sta per diventare una serie di Netflix! Warner Bros. e il produttore esecutivo Allan Heinberg (Wonder Woman) hanno firmato per portare il sogno di Neil Gaiman nella realtà.

Poi c'è stato silenzio per qualche mese. Le ultime informazioni provengono da un'intervista rilasciata da Gaiman a CBC Radio, in cui l'autore ha spiegato la pianificazione dell'adattamento e quando dovrebbe essere collocato temporalmente. E sapete qual è il punto focale della storia? Sarà il più attuale possibile

Il fumettista ha spiegato che l'idea è quella di rimanere fedele a Sandman, ma di attualizzarlo piuttosto che "relegarlo" negli anni '80. Del resto, la serie a fumetti ha debuttato nel novembre 1988 ed era in gran parte ambientata a quei tempi, spostandosi negli anni '90 prima di giungere al termine nel 1996. 

Gaiman, che sarà anche co-autore e sceneggiatore della serie TV, ha spiegato, riprendendo l'esordio della sua serie a fumetti:

Nel primo numero di Sandman, Morfeo, il Signore dei sogni, viene catturato nel 1916 e fugge nel 1988. Nello show sarà il 2021 o il 2022 quando scapperà. E vedere come ciò cambia la trama e vedere ciò che ci offrirà, fa parte del divertimento.

Altra cosa che cambierà sarà l'aspetto fisico di Sandman, e ora è davvero tanta la curiosità di osservare il cambiamento di Morfeo durante il suo viaggio dalle pagine dei fumetti alla TV.

Molte cose sono chiaramente cambiate nel corso degli anni, da quando Hollywood ha tentato per la prima volta di adattare Sandman, che segue le gesta angosciate di Morfeo insieme ai suoi fratelli - chiamati Gli Eterni - che rappresentano diversi principi della realtà, dalla Morte al Destino. I rumor relativi alla realizzazione di un film di Sandman hanno tenuto banco per decenni. In effetti, le voci hanno cominciato a circolare già nei primi anni '90, quando lo stesso Gaiman disse di essere stato avvicinato da Warner Bros. per trasformare il suo fumetto in un film:

La gente mi ha parlato dell'adattamento di Sandman sin dal 1991, quando ho avuto il primo incontro a Hollywood e ho parlato con il presidente di Warner Bros. che mi ha detto: 'Bene, che mi dici di Sandman?' E io ho risposto: 'Per favore, no. Sto scrivendo il fumetto. Se ci fosse un film in questo momento, rovinerebbe tutto'. E lui allora ha risposto: 'Nessuno è mai venuto qui e mi ha chiesto di non fare un film prima d'ora. OK, non lo faremo'. È stato fantastico.

Parlando della fedeltà dello show televisivo al materiale sorgente dei suoi fumetti, Gaiman ha detto:

Spero che sarà fedele quanto Good Omens, la serie TV, lo è stata per Good Omens, il libro. Vale a dire, [spero di] portare le cose che la gente ha amato nel fumetto in TV perché non avrebbe senso cambiarle, no? Ma [in questi casi] si approfitta anche di ciò che si può fare in televisione e di ciò che quindi di diverso si può portare sullo schermo. 

Reduce dagli adattamenti disponibili Italia su Amazon Prime Video di American Gods e di Good Omens, Gaiman ha anche dichiarato di essere finalmente pronto a trasformare Sandman anche in un film, destinato sicuramente a sconvolgere (in bene) tutti i fan dei suoi fumetti, che già non vedono l'ora di gustarsi la serie TV.

Leggi anche

      Cerca