Concept art di Endgame svelano un giovane Thanos, momenti tagliati e tute con l'Arc Reactor

Marvel Studios ha lanciato tantissimo materiale inedito dei capitoli conclusivi della "Infinity Saga": tra questi spicca il giovane Thanos all'età di 13, 17 e 22 anni.

Marvel Studios Josh Brolin in una scena del film Avengers: Endgame

A cinque mesi dall'uscita nelle sale di Avengers: Endgame, Marvel Studios ha lanciato sul web tantissimo materiale inedito dei due capitoli conclusivi della "Infinity Saga" che farà la gioia dei fan. Oltre alle scene tagliate apparse su Disney+ (tra cui un'epica battaglia da non perdere), la prima chicca riguarda Thanos, l'arcinemico degli Avengers interpretato da Josh Brolin. Il character designer e concept artist Ryan Meinerding ha postato su Instagram il concept art del più potente degli Eterni nella sua versione giovane: all'età di 13, 17 e 22 anni. Questo lavoro, spiega Meinerding, è stato fatto in collaborazione con i registi Anthony e Joe Russo per ampliare la backstory del personaggio.

In un post successivo, il concept artist mostra una scena di Infinity War che non è finita nel materiale poi girato dai Russo: Doctor Strange (Benedict Cumberbatch) cerca di fare a Thanos ciò che Antico (Tilda Swinton) ha fatto con lui, ovvero mandarlo con un tocco in un "magical mystery tour" nel mondo della magia e delle dimensioni alternative.

Le sequenze con il giovane Thanos fanno parte di una backstory rimasta fuori dalla narrazione di Infinity War ed Endgame: gli sceneggiatori Christopher Markus e Stephen McFeely erano infatti intenzionati ad approfondire il passato del Mad Titan su Titano e le sue origini. La sensazione è che in qualche modo questa storyline rientrerà nel Marvel Cinematic Universe in qualche altra forma, se non sarà nel film Gli Eterni (che la regista Chloé Zhao sta girando in questo periodo, con uscita fissata al 6 novembre 2020) forse in qualche serie TV o corto d'animazione. Ma le sorprese per gli appassionati della "Infinity Saga" non finiscono qui.

Grazie ai poteri del Regno quantico che abbiamo conosciuto nel micro universo di Ant-Man, gli Avengers hanno potuto viaggiare nel tempo. Affrontare il Quantum Realm richiede un'attrezzatura speciale: i nuovi concept art spuntati online ci mostrano le tute con l'Arc Reactor disegnate dall'art director e concept artist francese Aleksi Briclot. Un primo post ci mostra gli Avengers tutti insieme: questa formazione, racconta Briclot, gli era stata chiesta espressamente dai Russo, i quali però si sono presto resi conto di una somiglianza con alcune "stupide magliette" (si possono ammirare nelle altre foto del post: viene da aggiungere che sembrano pure la divisa della squadra inglese di calcio del Wolverhampton) e hanno quindi scartato quest'opzione.

View this post on Instagram

An early group shot of the Avengers with some time travel suits. I was working on each characters separately and then made this first composition with a background. I’ve apply the idea of the A from the logo avengers inverted on the chest (pointing to the past). Then the Russo’s talked about a frontal group shot with all the characters walking towards the camera. (Like in the Right stuff!) @ryan_meinerding_art applied the idea on the whole team but some issue occured : the Russo’s noticed a similitude with some silly t-shirts...and this shot could have easily felt awkward...swipe for the answer.Thanks to you for all the comments. yesterday three of you found what it was about! _ #avengers #conceptart #tonystark #blackwidow #hulk #cap #captainamerica #marvelstudios #avengersendgame #marvel #timetravel #mcu #endgame #marvelcinematicuniverse #marvel #robertdowneyjr #scarlettjohansson #chrisevans #characterdesign #avengersendgameartbook

A post shared by Aleksi Briclot (@aleksibriclot) on

Nei post successivi Briclot svela il look di Black Widow, Rocket e Captain America. Il design è sempre lo stesso: la tuta con il logo della A di Avengers stile Ritorno al futuro.

View this post on Instagram

So here are some other early explorations on Black Widow and Rocket Raccoon for the time travel suits in Avengers Endgame. Still with the idea of using the reversed big A from the Avengers logo. And therefore having the arrow pointing to the past. At this point I was still exploring that’s why the Raccoon and Natasha suits are so different (except the A idea). The mighty @ryan_meinerding_art jumped on and start a group shot of the team applying the idea on all of them and then the Russo’s pointed some issue. Thanks a lot to all the people who answered and posted a comment yesterday. I didn’t think so many people were reading my captions :) So here is another clue about the potential issue with this concept : think about a group shot! What could be the issue with this? Ideas?? ;) (Answer tomorrow!) - #avengers #rocketraccoon #blackwidow #mcu #marvel #avengersendgame #marvelstudios #conceptart #characterdesign #marvelcinematicuniverse #timetravel #scarletjohansson #endgame #avengersendgameartbook

A post shared by Aleksi Briclot (@aleksibriclot) on

View this post on Instagram

An early exploration for the time travel suits in Avengers Endgame. The idea here is about the big A logo for the Avengers and the arrow and reversing it so the arrow would point toward left. Our occidental habit of reading is from left to right so like the « back to the future » logo it would have been an interesting graphic solution to suggest the travel back in time. Plus a reference to a movie trilogy that you can’t avoid now while dealing with the topic. (Remember the lines about it in the movie?) I took some time to play with the logo and apply it on some characters like Cap here. But @ryan_meinerding_art pointed an issue with this idea after sharing with the Russo’s...Can you guess what it was? Answer in my next post tomorrow :) - #avengers #captainamerica #mcu #marvelstudios #avengersendgame #timetravel #characterdesign #cap #marvelcinematicuniverse #chrisevans #logo #conceptart #marvel #endgame #avengersendgameartbook

A post shared by Aleksi Briclot (@aleksibriclot) on

In un'intervista concessa al sito Comic Book, il supervisore degli effetti visivi Russell Earl aveva spiegato che le tute sono state generate interamente in digitale: la necessità di avere "un po' più di flessibilità" ha infatti spinto il team di visual effects ad utilizzare la computer grafica.

Cosa ve ne pare di questi concept art non finiti nel risultato finale?

Leggi anche

      Cerca