The Witcher: la serie TV ripercorrerà la storia di Yennefer dei libri

Atteso il 20 dicembre nel catalogo di Netflix, The Witcher promette di esplorare le complesse personalità che accompagneranno Geralt di Rivia nel suo viaggio. Tra queste anche Yennefer, interpretata da Anya Chalotra.

Netflix Henry Cavill nella serie TV The Witcher

Il Natale degli abbonati Netflix si tingerà del fantasy più gotico. Quello intriso di mitologia nordica e di mostruosità assortite di cui è fatto The Witcher, antologia di romanzi pennellata dallo scrittore polacco Andrzej Sapkowski, immaginario talmente potente da aver ispirato una sontuosa trilogia videoludica prima- ad opera di CD Projekt RED -, e una serie TV poi.

Show che sarà disponibile sulla piattaforma streaming proprio a partire dal 20 dicembre, per otto episodi che promettono di ripercorrere piuttosto fedelmente le peripezie del protagonista Geralt di Rivia già lette e apprezzate nei libri, in pubblicazione addirittura dal 1990. E se è vero che lo strigo dalla chioma argentata è affiancato da personaggi dall'indiscutibile carisma nel corso della narrazione, la showrunner della serie assicura che sarà dato il giusto peso alle loro storie anche sul piccolo schermo. 

In particolare, in un'intervista concessa alla rivista britannica SciFiNow e riportata dal sito Comicbook, Lauren S. Hissrich si è concentrata su Yennefer, maga che ricopre un ruolo cruciale nella storia cartacea, e il cui passato ed evoluzione vengono svelati e divisi in diversi volumi:

Troviamo dei brevi assaggi del passato di Yennefer nei libri, generalmente vengono solo accennati. Di conseguenza, una delle prime cose che ho fatto è stato quello di leggere tutti i libri e cercare tutte i suoi racconti del suo passato, poi nella writers' room abbiamo studiato un modo con cui mostrare Yennefer diventare la persona che amiamo e che abbiamo conosciuto su carta.

NetflixAnya Chalotra interpreta Yennefer in The Witcher

Il background dell'(anti)eroina, interpretata da Anya Chalotra nella serie TV prodotta da Netflix, è fondamentale per comprenderne la complessa personalità, così come molte delle azioni che ne hanno influenzato il destino, assieme a quello di Geralt. La Hissrich difatti continua:

All'inizio è una persona vulnerabile, è un personaggio che ha sofferto molto nella sua vita, poi la vediamo crescere grazie a quel dolore e diventare più forte, più sicura di sé. Penso sia un'ottimo inizio per lei.

Henry Cavill e il suo Geralt di Rivia

Alle parole della showrunner, fanno eco quelle di Henry Cavill, che in The Witcher presterà il volto a Geralt di Rivia.

Come si legge sempre su Comicbook, l'attore è andato a soffermarsi sulle caratteristiche del suo personaggio e sull'aspetto che più lo ha colpito nell'interpretarlo. In un universo che trabocca di epici scontri all'arma bianca, il fu Superman pare più interessato nel capire come lo strigo si adatti al mondo che lo circonda e alla sua mitologia:

È interessante quanto sia simile a noi. Geralt ha quella caratteristica di provarci così tanto ma poi viene frainteso o non apprezzato. Spesso le persone hanno un'opinione negativa nei suoi riguardi, anche se sta effettivamente provando a fare la cosa giusta.

Per la gioia dei fan, il buon Cavill sembra aver inquadrato il profilo del Witcher, un uomo addestrato per uccidere mostri sotto compenso, denigrato e trattato come mostro a sua volta da quella stessa umanità che tanto si impegna a proteggere.

Ne seguiremo le gesta a partite dal 20 dicembre 2019, solo su Netflix. 

Leggi anche

      Cerca