Di che specie è Yoda di Star Wars? Ipotesi e curiosità

Disney / Lucasfilm Yoda in una scena del film L'Impero colpisce ancora

Quali sono le origini del Gran Maestro Jedi? Quali i suoi legami con il nuovo personaggio di The Mandalorian? Ecco un ritratto di quello che Lucas ha definito "lo straniero misterioso segreto e sovversivo".

Attenzione: l'articolo contiene alcuni spoiler per i primi episodi per la serie The Mandalorian!

 Uno dei personaggi più amati di The Mandalorian, la prima serie TV live-action dell'universo di Star Wars, è senza dubbio ⤑Baby Yoda. Il piccolo alieno salvato dal cacciatore di taglie Mandaloriano Dyn Jarren ha fatto impazzire il web con i suoi occhioni e l'uso precoce della Forza.

C'è subito da chiarire una cosa: Baby Yoda non è il Maestro Yoda. Il Gran Maestro dell'Ordine Jedi è morto nel 4 ABY, l'anno in cui si svolgono gli eventi dell'Episodio VI, Il ritorno dello Jedi. The Mandalorian è invece ambientata nel 9 ABY, cioè 5 anni dopo gli eventi del Ritorno dello Jedi, quindi tra l'Episodio VI e l'Episodio VII.

Secondo le coordinate fornite dal Cliente nel primo episodio della serie, Baby Yoda è nato nel 41 BBY (circa), che è anche la data di nascita di Anakin Skywalker (una coincidenza casuale?). "Yodino" non può essere neanche il figlio del Gran Maestro perché il Codice Jedi proibiva forme di "attaccamento" quali il matrimonio, l'amore romantico, la famiglia e la genitorialità.

Lecito quindi domandarsi: a quale specie appartengono i due? Quali sono le origini di Yoda? L'epica di George Lucas non si è mai risparmiata nel fornire tonnellate di dettagli e retroscena sulle strane specie della sua galassia, ma in questo caso, non c'è risposta: la razza di Yoda non è mai stata nominata né analizzata. L'augurio è che verrà raccontata nel corso degli altri episodi o nella ⤑seconda stagione di The Mandalorian.

Yoda, Baby Yoda e...

L'unica certezza che abbiamo è che Yoda non è l'unico esponente della sua specie. Nell'era dell'ascesa dell'Impero, c'è stata Yaddle, celebre Maestra Jedi che servì l'Alto Consiglio per oltre un secolo prima della sua scomparsa, avvenuta nel 26 BBY, prima delle Guerre dei Cloni, durante una missione su Mawan.

Disney / LucasfilmYaddle in una scena del film La minaccia fantasma

Grazie a The Mandalorian, ora sappiamo che l'antica e misteriosa razza di Yoda ha un sistema di invecchiamento più lento. Nonostante i secoli d'età, Yoda e le creature della sua specie hanno una forte connessione con la Forza e sono abilissimi guerrieri con la spada laser. Padroneggiano la telecinesi e la "Luce di Forza" per eliminare le manifestazioni del Lato Oscuro, usano il "campo di stasi" e manipolano le menti, percepiscono gli eventi del futuro.

Le caratteristiche della specie

Al momento, ciò che lega Baby Yoda con il Maestro Yoda è proprio l'utilizzo della Forza. L'ipotesi della clonazione, legata alla presenza del Dottor Pershing che ha cucito sulla manica della sua divisa il simbolo degli scienziati di Kamino, il pianeta acquatico dove viene praticata, non è da scartare. Se la teoria secondo cui Baby Yoda sia un clone di Yoda fosse vera, potrebbe aprire le porte ad un universo gigantesco di possibilità che condurrebbe persino a Star Wars: L'ascesa di Skywalker (al cinema dal 18 dicembre 2019) e che potrebbe rendere la stessa Rey un clone.

Un'altra teoria circolata in rete ritiene invece che il Cliente e il Dottor Pershing vogliono "estrarre" da Baby Yoda del Midi-chlorian, gli organismi simbiotici che formano la "coscienza collettiva" e il cui alto numero indica la predisposizione alla connessione con la Forza. Che sia proprio per la sua enorme sensibilità alla Forza che il tenero alieno verde sia così tanto ambito?

D'altronde l'ingresso stesso di Yoda nell'universo di Star Wars è stato un dispositivo di svolta per la narrazione, reso necessario dalla morte di Obi-Wan Kenobi alla fine del capostipite Una nuova speranza. Luke Skywalker aveva bisogno di un nuovo Maestro e mentore e Lucas, come ha raccontato in questo Q&A per Moviefone, ebbe l'idea di Yoda.

Quando ho fatto fuori Obi-Wan, dovevo sostituirlo... Non ho mai capito da dove viene Yoda, come si chiama la sua specie: in realtà non ha un nome. È un personaggio misterioso, magico direi. Non ha un background. Va e viene. È lo straniero misterioso segreto e sovversivo che entra nel film per poi uscire alla fine.

Le curiosità

Nelle intenzioni di Lucas (al cui "rapporto" con Yoda il fotografo Tom Zimberoff ha dedicato questo speciale su Medium), il Gran Maestro Jedi doveva chiamarsi "Minch Yoda", ma poi il regista scelse di lasciare solo il "cognome" per rendere il personaggio ancora più enigmatico. Il nome Minch venne usato per un altro Maestro Jedi vissuto 700 anni prima della battaglia di Yavin e citato nei fumetti Clone Wars di Dark Horse Comics.

Il pupazzo di Yoda è stato realizzato da Stuart Freeborn, geniale make-up artist britannico scomparso nel 2013 a 98 anni. Il truccatore al quale si devono anche altri personaggi iconici come Chewbacca e Jabba the Hutt, aveva già collaborato con Stanley Kubrick alle scimmie umanoidi di 2001: Odissea nello spazio e alle trasformazioni di Peter Sellers nel Dottor Stranamore. Freeborn voleva ispirarsi ad Albert Einstein per il Maestro Jedi, poi guardandosi allo specchio cambiò decisamente idea.

Alcuni sostengono che Yoda sia un plagio di una creatura apparsa in una sceneggiatura scritta nel 1967 dal maestro indiano Satyajit Ray e intitolata The Alien, fatta leggere ad Arthur C. Clarke, proposta a Columbia Pictures ma mai diventata un film. In quest'intervista del 1979 per Eyes On Cinema, Freeborn racconta così il lavoro di pre-produzione per L'Impero colpisce ancora.

Per far muovere il personaggio sulla scena, come ha raccontato J.W. Rinzler nel suo libro The Making of Star Wars: The Empire Strikes Back, Lucas pensò di utilizzare una scimmia vera e propria, con una maschera verde e un bastone. Il regista pensava che la combinazione di animatronics e puppetry non sarebbe stata sufficiente per rendere un effetto realistico. La foto di Yoda e il suo "interprete" è stata postata per la prima volta su Twitter dal fan Will McCrabb.

In originale Yoda è doppiato dal leggendario Frank Oz (nei film della saga e nella serie Star Wars Rebels) e da Tom Kane in The Clone Wars. Nelle versioni italiane la sua voce è di vari attori, tra cui Silvio Spaccesi (nei film L'Impero colpisce ancora e Il ritorno dello Jedi) e Ambrogio Colombo (nelle serie Clone Wars, Rebels e Forces of Destiny e nel film Gli ultimi Jedi).

Jim Henson, il creatore dei Muppet, diede una mano a Lucas nell'animazione di Yoda proprio grazie a Oz. L'attore doppiava Fozzie e Miss Piggy e chiamò Henson sul set di Irvin Kershner, come testimonia questa foto in bianco e nero scattata sul pianeta Dagobah, dove il Maestro Jedi si era nascosto e aveva addestrato il giovane Skywalker. E dove spuntano anche Kermit e Piggy.

Oltre alle numerose parodie, da Mel Brooks in Balle spaziali a "Weird Al" Yankovic per la sua canzone ispirata a Lola dei The Kinks, Yoda è stato sfruttato recentemente in un modo davvero insolito: la catena di supermarket Poundland ha usato la voce del Maestro nelle casse self-service dei punti vendita.

Ora che il mistero di Baby Yoda e della loro specie è stato lanciato, non resta che chiedersi: quale sarà la sua voce e quali saranno le sue prime parole?

Leggi anche

      Cerca