Il reboot di Spawn è sempre in lavorazione (conferma McFarlane)

Nel corso di un'intervista a BeTerror, Todd McFarlane ha confermato che il nuovo film su Spawn è in lavorazione, tanto che è stato affidato a un regista-sceneggiatore esterno il compito di rifinire lo script della pellicola.

Image Comics Un'immagine di Spawn dai fumetti Image Comics

La prima (e ultima) apparizione di Spawn sul grande schermo risale all'ormai lontano 1997, anno in cui uscì la trasposizione cinematografica dell'omonimo fumetto creato da Todd McFarlane per Image Comics.

La pellicola vedeva Michael Jai White nel ruolo di Al Simmons/Spawn, John Leguizamo nel ruolo del Clown/Violator e Melinda Clarke in quello di Jessica Priest. Il film si rivelò purtroppo un fiasco, rendendo così impossibile sfruttare nuovamente il personaggio per eventuali sequel (ad eccezione di una serie animata composta da tre stagioni e prodotta da HBO tra il 1997 e il 1998).

Da anni si parla ormai del reboot a cura di McFarlane in persona, il quale nel 2017 confermò che il film si farà: la produzione è infatti stata affidata alla Blumhouse di Jason Blum (produttori anche de La Notte del Giudizio e Scappa - Get Out), tanto che già si parla di Jamie Foxx per il ruolo di Al Simmons/Spawn e Jeremy Renner per vestire i panni del detective Twitch Williams.

Ora, nel corso di un'intervista a BeTerror (via ComicBook), McFarlane ha nuovamente confermato che la pellicola è in lavorazione, tanto che è stato affidato a un regista-sceneggiatore esterno il compito di rifinire lo script del film, in attesa di tentare poi di "venderlo" alle major di Hollywood.

Il vero ostacolo, stando a quanto reso noto dalle parole di McFarlane, sarà proprio riuscire a convincere gli studios della bontà del progetto.

Al momento, un altro sceneggiatore e regista sta effettuando una rifinitura sul copione che gli abbiamo consegnato. Dovrebbe finire di lavorarci nel giro di poche settimane. Poi, dopo che lo avremo sistemato un po’, torneremo a Hollywood per avere un sì o un no. I finanziatori, a quanto pare, ci sono. Ciò che posso dirvi è questo: le persone con il denaro sono pronte. Ci sono persone che mi aiuteranno a fare questo film. La domanda è: andremo a Hollywood, faremo un accordo con Hollywood, realizzeremo la produzione e poi torneremo? Oppure otterrò il denaro da fuori, realizzerò il film, e poi tornerò a Hollywood?

McFarlane, in ogni caso, non ha dubbi sul fatto che il film si farà. L'unico dubbio è scoprire quando:

Il film si farà. Non è una questione di 'se', ma di 'quando'. Credo semplicemente che sarebbe meglio per l’intero processo se avessimo uno studio fin dal principio, e poi realizzassimo la pellicola. Così facendo potremmo annunciare la data di uscita e un paio di cose che sono importanti per i fan, invece di girarlo e poi cercare di avere una data di uscita solo successivamente.

Sempre McFarlane è poi intervenuto sulla questione relativa agli attori che potrebbero salire a bordo del progetto:

Sì, potrebbe essere un problema. I loro avvocati e agenti direbbero che c’è un po’ di incertezza nel progetto, non sappiamo se faranno un accordo, in quante sale uscirà, come sarà la campagna promozionale, bla bla bla. Apprezzano le cose sicure. In tal senso lo studio ha il coltello dalla parte del manico, visto che può influenzare il potenziale casting di un attore.

McFarlane ha anche confermato che il successo internazionale di Joker (unico film vietato ai minori a riuscire a raggiungere e superare il miliardo di dollari di incasso al botteghino) potrebbe "sbloccare" la lavorazione d Spawn.

Siete ansiosi di rivedere (finalmente) sul grande schermo l'antieroe dei fumetti creato nel 1992?

Leggi anche

      Cerca