Il sequel di Alita è possibile? Il produttore dice che dipende tutto dai fan

Dopo Alita: Angelo della battaglia, il futuro della protagonista sembra incerto: tuttavia, un seguito potrebbe essere realizzato grazie al sostegno dei fan.

Del sequel di Alita: Angelo della battaglia non si è più parlato ma, grazie ai fan, potrebbe diventare una realtà.

I fan di Alita che sono davvero convinti di volere un sequel, hanno deciso di unirsi e di chiamarsi Esercito di Alita. Questo gruppo, infatti, ha dato vita ad una petizione per Alita: Angelo della battaglia 2, supportati da ben 121mila firme, senza contare il loro impegno nel twittare, nel commentare e nello scrivere storie circa il perché Alita meriterebbe un seguito.

I fan vogliono Alita 2, ma si potrà davvero fare?

Jon Landau, produttore di Alita: Angelo della battaglia insieme a James Cameron, ha raccontato a CinemaBlend le sue considerazioni riguardo la possibilità di realizzare un sequel:

Quello che penso è che l’esercito di Alita dovrebbe continuare a far presente alla nostra famiglia, attualmente appartenente a Disney, e [far sapere] quanto sia importante avere un altro film di Alita e speriamo che un giorno si possa realizzare.

Nonostante sia ormai passato diverso tempo della sua distribuzione e ancora non sono state menzionate possibilità di seguiti vari ed eventuali, l’esercito di Alita ha continuato a far parlare del film, che ha incassato 404,8 milioni di dollari in tutto il mondo, di cui 319 milioni solo a livello internazionale (come riportato da Box Office Mojo).

Ma, in teoria, quando potrebbe richiedere, a livello tempistico, la realizzazione di un sequel?
Sempre secondo Landau:

Penso che quando si parli di qualsiasi film, e non parlo specificatamente di Alita, il primo step sia realizzare la sceneggiatura. Bisogna considerare che si necessitano dai 12 ai 18 mesi per realizzarla. Presumendo che la sceneggiatura sia buona, sono necessari dai sei ai dieci mesi di pre-produzione. A cui seguono sei mesi di riprese. E poi c’è bisogno di un anno per la post-produzione e questo solo per un film di questo tipo.

Insomma, realizzare un sequel di Alita richiederebbe davvero un sacco di tempo. Tuttavia, il primo film su Alita (sceneggiato da James Cameron e Laeta Kalogridis) dà adito alla possibile realizzazione di sequel convincenti:

Assolutamente… Quando Jim [Cameron] stava per dirigerlo, perché era a tanto così dal farlo, aveva in mente la trama di due storie aggiuntive su dove saremmo andati in modo molto specifico.

La cosa non sorprende, in effetti, se si considera che Cameron è uno di quei registi che ama pianificare i sequel dei suoi film, da Terminator ad Avatar e, in questo caso, ciò è avvenuto anche con Alita.

Tuttavia, grazie alla realizzazione di Disney+, potrebbe sorgere l’idea di realizzare un sequel che possa finire proprio sulla piattaforma streaming:

Beh, non parlo specificatamente di Alita. Voglio solo dire che penso che Jim [Cameron] e io amiamo le opportunità date dallo streaming e queste nuove strade da percorrere per quando riguarda la distribuzione offerte oggi alle persone. Ameremo molto essere partecipi in questi contesti, senza contare il titolo di riferimento.

Insomma, Landau e Cameron sono sostenitori del mondo streaming, ma forse è troppo presto per parlare di Alita: Angelo della battaglia 2.
Come sostenuto da Landau, i fan dovrebbero comunque continuare a sollecitare Disney in merito alla realizzazione di Alita 2.

E voi, che ne pensate?

Leggi anche

      Cerca